Friday, Oct. 22, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Ott 2021

|

 

Deep cash game 5/5 : una brillante ma discutibile scelta

Deep cash game 5/5 : una brillante ma discutibile scelta

Area

Non è sempre detto che le partite high stakes televisive siano popolate di campioni del tavolo verde. Spesso, infatti, capita di imbattersi in mani piuttosto discutibili, dove errori ed imprecisioni la fanno da padrone, che anche un giocatore dei micro limiti potrebbe tranquillamente notare.

Qui siamo all’Hustler Casino di Los Angeles, e stiamo per assistere ad un pot 3-way tanto ricco quanto opinabile.

Che scelta al flop!

E’ l’ultimo weekend di settembre 2021, e siamo ad un tavolo televisivo di una partita di cash game high stakes, in cui gli stack sono tutti estremamente deep. Il tavolo è un 5/5 con straddle del bottone obbligatorio di 50$.

Questo fa sì che preflop il primo a parlare sia lo small blind, tale “Nick”, che con uno stack di 26.000$ apre a 600$ con A Q. Nel big blind, la parola va a “Rampage”, che con il suo stack di 33.800$ 3betta a 1.800$ con K Q. Foldano tutti sino a “Randall”, giocatore in middle position che spilla A 10, e col suo stack di 14.500$ fa call. La parola torna a Nick, che fa call.

Flop per tre (pot 5.600$)

2 Q 2

Nick fa check, Rampage punta 1.800$;  Randall, col suo progetto di colore, va in all-in per circa 12 mila dollari. La parola torna a Nick, che ha una decisione da prendere: dopo lunghi pensieri, fa call, lasciandosi circa 12 mila dollari alle spalle.

La palla passa a Rampage, che va quasi istantaneamente in all-in. Parola nuovamente a Nick, che non si sente molto comodo.

Passano diversi minuti, e fra conteggio odds (dovrebbe rischiare altri 12 mila per un piatto di 74 mila con top pair) e tentativi di indovinare la mano altrui, il giocatore cambia idea sul da farsi parecchie volte.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Alla fine, si convince e fa call.

Turn e river sono ininfluenti, e Nick vince main e side pot, portandosi a casa un piatto gigantesco.

Naturalmente, la riflessione principale verte sull’operato di Rampage, che forse ha influenzato l’andamento della mano.

Al flop, dopo il cold-call di Nick all’ all-in di Randall, Rampage va in all-in a sua volta: vero, la sua mano non è granché, e probabilmente sapeva di essere sotto a Nick. Tuttavia, ha ritenuto di poterlo far foldare e di trovarsi contro ad un progetto (cosa che in effetti era corretta).

Mossa, questa, che ha fatto molto discutere: è giusto investire quasi 30 mila dollari (dopo averne giocati solo 3.600$) per provare a far foldare una mano sicuramente migliore della nostra, e trovarsi circa al 65% contro un progetto di colore?

Certo, se Nick avesse foldato parleremmo di una mossa geniale. Tuttavia, il risultato è questo, e ci chiediamo cosa avremmo fatto noi in quello spot.

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari