Tuesday, Dec. 7, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 27 Ott 2021

|

 

Cash Game High Stakes: Tom Dwan colpisce ancora

Cash Game High Stakes: Tom Dwan colpisce ancora

Area

Vuoi approfondire?

Se c’è una cosa che sta facendo chiacchierare il mondo pokeristico, è la scelta di Tom Dwan, che (con il collega Phil Ivey) sta preferendo una pesante partita di Cash Game High Stakes rispetto alle World Series of Poker.

I due, infatti, si trovano ormai da giorni all’Hustler Casino di Los Angeles, a giocare una partita cash estremamente elevata (a bui 200$/200$/400$+ 200$BB Ante), che -grazie al tavolo televisivo che ogni notte va in streaming live- quantomeno ci sta regalando degli spunti interessanti.

Questa mano, ad esempio, è stata giocata nella scorsa notte, e vede protagonista proprio Tom Dwan.

Vediamo come.

Un river d’azione

Siamo all’Hustler Casino di Los Angeles, dove si sta disputando un tavolo televisivo High Stakes, come detto a bui 200$/200$/400$+ 200$BB Ante. Proprio così: si gioca con 3 bui.

Tom Dwan è uno dei più attivi al tavolo, non avendo minimamente perso la voglia di prendere l’iniziativa in vari momenti della partita.

In questa mano, è proprio Dwan ad aprire il gioco, rilanciando a 1.200$ da UTG, ma con una mano vera: J J. Lo stack di durrrr è di 224 mila dollari.

Nel cutoff siede Garrett Adelstein , giocatore high stakes e personaggio televisivo, che possiede uno stack di 411 mila. Adelstein spilla A Q, e opta per un solo call.

Foldano tutti gli altri e si va al flop in heads-up (pot 3.400$):

4 10 J

Set per Dwan, che però sceglie di fare check. Adelstein, con progetto di scala ad incastro e backdoor di colore, sceglie di puntare 1.500$, trovando il call di Dwan.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Turn (pot 6.400$):

K

Dwan fa check. Adelstein, che ha trovato il turn perfetto che gli consegna il punto nuts (peraltro insospettabile data la blanda azione preflop) , punta 5.000$. Ancora call di Dwan.

River (pot 16.400$):

J

La tempesta perfetta. Quads per Dwan, che ci pensa parecchio e poi fa ancora check. Parola ad Adelstein, che (secondo i commentatori) ama overbettare al river. Così avviene, dal momento che punta 25.000$ su pot di circa 16.000$. L’azione torna a Dwan, che dopo un paio di minuti di riflessione rilancia, scegliendo la size di 68.000$. La palla passa ad Adelstein, visibilmente spiazzato da Dwan. Dopo ben quattro minuti di pensieri, in cui afferma di “aver cambiato idea più volte”, alla fine decide per un soffertissimo (ma corretto) fold.

Questa mano, naturalmente, è fortemente influenzata dalla poca azione preflop, che di fatto fa sottostimare ad entrambi  la mano avversaria. Difficilmente Dwan attribuisce AQ al proprio avversario (anzi, sarebbe bello sapere che size avrebbe potuto scommettere qualora fosse stato certo della scala di Adelstein); bravo invece Adelstein a sentirsi battuto, attribuendo full o meglio a Dwan (non una cosa facile da fare: il check call di flop e turn, infatti, tenderebbe ad escludere un punto particolarmente forte).

Come giudicate la mano? Siete d’accordo con l’azione dei giocatori?

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari