Sunday, Aug. 7, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 11 Mar 2022

|

 

Esclusivo da Praga: Simone Demasi ci racconta chi è realmente 94pazzini94

Esclusivo da Praga: Simone Demasi ci racconta chi è realmente 94pazzini94

Area

Vuoi approfondire?

dal nostro inviato Davide De Luca –

Praga – E’ mancato il guizzo finale: nel day 3 del PokerStars Main Event Eureka andato in scena ieri al King’ Casino di Praga, Simone Demasi si è dovuto arrendere in 24esima posizione per 11.690€.

27 anni, da Genova, Simone era sostanzialmente al suo primo vero live di rilievo, ma per una sorta di processo inverso rispetto alla canonica routine, molti di voi conosceranno già il suo nickname online: ‘94pazzini94‘ si è reso infatti protagonista di un 2021 davvero superlativo con oltre 50.000€ di profit nelle varie room italiane.

Laureatosi in economia a ridosso di quel maledetto 2020 che ha stravolto buona parte delle nostre vite, Simone si è ritrovato davanti a un bivio. Le opzioni? Accettare un’intrigante offerta di un’azienda e trasferirsi a Milano per lavoro o coltivare con maggior decisione quella passione che aveva da anni:

“Perseveranza è una delle parole chiavi della mia vita. Quando mi sono ritrovato a dover scegliere cosa fare, la passione per il poker ha prevalso. E a due anni di distanza posso dirti che rifarei ancora e ancora quella scelta. Sapevo di poter migliorare ed ero certo che quell’hobby sarebbe potuto diventare un lavoro. Testa bassa e lavorare. E dopo qualche mese, lo studio e l’abnegazione hanno portato i loro frutti.”

Un paio di Night On Stars, un domenicale di rilievo e tanti ITM hanno accresciuto la popolarità di Demasi nella community fino a diventare uno dei giocatori emergenti più interessanti del panorama .it.

“Sono follemente innamorato dei tornei! Nei prossimi mesi continuerò sicuramente con lo studio di questa disciplina; a livello di skills penso di poter migliorare tanto. E poi, chissà. In futuro mi piacerebbe anche capirci qualcosina in più di cash game.”

Nonostante abbia sicuramente più esperienza online, Simone ci rivela di avere un debole per il vero poker giocato:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“A 18 anni, la mia prima volta in un casinò, vinsi un torneo in cui eravamo 94 giocatori. Un segno? Nel 2015 riuscii addirittura a vincere una picca in un side event EPT di Sanremo. Amo giocare live e per assurdo penso anche di esprimere un gioco migliore.

Il mindset è sostanzialmente il mio punto di forza e l’essere completamente focus è una prerogativa fondamentale. Quando hai 10 tavoli e un mouse in mano non è semplice esprimere l’A game e una scelta sbagliata può creare un mini effetto domino. Live, anche quando non gioco uno spot nel migliore dei modi, tiro e dritto e guardo avanti. Per far sempre meglio. Però non chiedermi di ieri, per favore…”

E invece ci tocca. Lo spot che ha condannato Simone all’eliminazione può essere infatti considerato un pizzico borderline preflop:

“Sai quando hai quelle sensazioni che ti dicono ‘non farlo non farlo non farlo’… E poi lo fai? Ecco. Ho 19x da bottone e Q8. L’open potrebbe anche starci se sul bb non ci fosse stato un reg bravo con 70x. Apro x2 e lui difende. Il flop è Qd6s2s. Check-raisa la mia small c-bet e io tribet/shovo, anche se avrei potuto callare flop e giocarmi poi tutti i soldi su qualsiasi turn. Lui mi fulmina e gira AA. Un 6 turn riduce i miei outs a sole due donne, ma giustamente il river è una blank.”

Dopo qualche minuto di fisiologico tilt, hai provato a riprendere subito il giusto approccio:

“E’ andata così. Ma come dicevo prima: tirare dritto e andare avanti. Perseveranza. Oggi giocherò il mio primo Main Event EPT e… Sono carichissimo!”

Intervista a cura del nostro inviato Davide De Luca

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari