Friday, May. 20, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 27 Apr 2022

|

 

Un gioiello nel deserto: Allegiant Stadium, lo stadio di Las Vegas

Un gioiello nel deserto: Allegiant Stadium, lo stadio di Las Vegas

Area

Pochi sanno che, da un paio d’anni, Las Vegas è pure diventata uno dei punti nevralgici dello sport americano: infatti, nel deserto del Nevada ha da poco visto la luce l’Allegiant Stadium, arena divenuta la casa della compagine NFL dei Las Vegas Raiders (precedentemente chiamati “Oakland Raiders” e trasferitisi qui dalla California).

Ma l’Allegiant Stadium è un capolavoro di comfort e di funzionalità. Non a caso è il secondo stadio più costoso al mondo. Vediamo perchè.

Allegiant Stadium: un’opera miliardaria

Dopo anni di lavoro, nel 2021 Las Vegas ha guadagnato un altro capolavoro architettonico: dopo le pachidermiche strutture della Strip, a sud del Mandalay Bay si è aggiunto l’Allegiant Stadium, avveniristica e tecnologica struttura, che ormai ospita come detto le gare casalinghe dei Las Vegas Raiders. Ma il primo (grande) appuntamento di carattere planetario è già fissato per l’11 febbraio 2024, quando qui si disputerà nientemeno che il Super Bowl.

L’arena, come abbiamo detto, è tra le più tecnologiche e moderne del mondo. Infatti, lo stadio possiede un campo in erba naturale retrattile oltre ad un tetto  apribile e richiudibile a seconda delle esigenze. Sono 65 mila i posti a sedere, che in occasione del Super Bowl diventeranno 72 mila, con un occhio di riguardo agli ospiti più importanti e facoltosi (con 127 suite private e ben 8 mila posti riservati).

L’opera è costata ben 1,9 miliardi di dollari, che però Las Vegas conta di recuperare pian piano nel tempo. Infatti, le stime parlando di un introito annuale di ben 650 milioni di dollari: se fossero cifre confermate, in pochi anni i costi risulterebbero coperti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A prova di deserto

Come dicevamo, una delle particolarità più spiccate dell’Allegiant Stadium è che il campo da gioco (peraltro realizzato completamente in erba naturale), per non soffrire troppo le condizioni climatiche estreme del deserto del Nevada, può essere spostato tramite l’utilizzo di 72 motori , che ne permettono la dislocazione al fine di poterlo curare e mantenere nel migliore dei modi da parte dei giardinieri incaricati.

Difatti, non mancano le situazioni in cui il microclima all’interno dell’arena potrà cambiare, dato che nei momenti più caldi – con la copertura retrattile – lo stadio si chiuderà e verrà climatizzato.

Attorno alla struttura, infine, sono stati applicati ben 2.600 metri quadri di vetrate , diventate subito iconiche e caratteristiche per questo stadio.

Gli eventi all’Allegiant

Non solo NFL, non solo Super Bowl: Las Vegas, nel suo tipico stile a portata di turista, organizza continuamente manifestazioni con l’Allegiant sullo sfondo: basti pensare che qui, ad esempio, ha già giocato in due occasioni la nazionale di calcio degli Stati Uniti, o che ad agosto 2022 suoneranno i Red Hot Chili Peppers, seguiti a settembre dai Motley Cure. Non mancheranno gli eventi WWE e svariati festival musicali: insomma, un polo di divertimenti a tutto tondo. Anche questa è Las Vegas.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari