Wednesday, Jul. 6, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 28 Mag 2022

|

 

Dai milioni alla bancarotta: la storia di Erick Lindgren

Dai milioni alla bancarotta: la storia di Erick Lindgren

Area

E’ sempre abbastanza triste dover raccontare la storia di persone di successo che poi hanno incontrato grandi difficoltà e sono finite nei guai. Lo è ancora di più quando a toccare le stelle (e poi le stalle) è un pokerista.

Questa è la storia di Erick Lindgren.

Uno dei primi geni dell’online

Erick Lindgren nasce a Burney, in California, nel 1976. Fin da piccolo è un buono studente, ma eccelle in modo particolare nell’atletica, nel basket e nel football americano.

Il suo periodo al college coincide con l’inizio di una serie di lavori part-time, uno tra questi come dealer di blackjack. Ed è lì che Erick si innamora del gioco d’azzardo e si avvicina progressivamente al poker, tanto da accantonare gli studi.

A cavallo degli anni 2000 inizia a giocare costantemente nelle sale da gioco nel nord della California, riuscendo a vincere qualche migliaio di dollari. Ma il grande salto è nel 2002 quando partecipa (e vince) un evento al Bellagio durante il festival chiamato Five Diamond Classic, dove conquista quasi 250 mila dollari.

Da lì in avanti inizia ad alternare una carriera di giocatore nell’online (con il celebre soprannome “E-Dog“) e una nel live.

Anni di grande successo

La carriera di Lindgren sembra inarrestabile, e negli anni più prolifici del poker a livello globale sembra trovare grandi soddisfazioni: nel live vince il primo di due braccialetti delle World Series of Poker nel 2008, portando a casa l’evento Mixed Hold’em da $5,000 per $374,505. Sempre nel 2008 conquista il titolo di Player of the Year.

Lindgren ha aggiunto un secondo braccialetto WSOP al curriculum nel 2013, vincendo l’evento $5,000 No-Limit Hold’em Six Handed per $606,317.

Online, nel periodo di massima auge dell’Hold’em, diventa uomo immagine di Full Tilt Poker, che contestualmente gli garantiva una continuativa copertura mediatica e presenza nei vari show televisivi (come High Stakes Poker).

Le ombre sul gioco

Come molti dei professionisti di Full Tilt, la vita non avrebbe potuto essere migliore per Lindgren: oltre al successo nei tornei e alla fama come uno dei giocatori di poker più famosi, Lindgren era un azionista della stessa azienda.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Lontano dal tavolo da poker, Lindgren è conosciuto come un grande scommettitore relativamente alle proprie performance sportive, oltre che sullo sport in generale.

Un thread del forum TwoPlusTwo uscito nel 2012, tuttavia, ha iniziato a rivelare la vera portata dell’attività di scommesse sportive di Lindgren. Il thread è iniziato con un post dell’utente $kill Game, noto per essere il nome sullo schermo del giocatore di poker Max Weinberg, che ha accusato Lindgren di non aver pagato un debito di $ 11.000 .

Quel post ha di fatto scoperchiato il vaso di pandora, dal momento che varie persone che hanno denunciato Lindgren per non aver scommesso sui debiti. La più grande affermazione fatta nel thread è arrivata da Haralabos Voulgaris, che ha affermato che Lindgren gli doveva dei soldi da anni.

Come se non bastasse, nello stesso periodo arriva il Black Friday, che fa chiudere Full Tilt e mette gli azionisti (Lindgren compreso) in grossi guai finanziari.

La riabilitazione

Con l’aumento dei debiti , Lindgren si è messo in una situazione sempre più complicata, e con la situazione che stava andando fuori controllo, ha deciso di rivolgersi ad una clinica specializzata per la riabilitazione dalla dipendenza dal gioco.

Come giocatore di poker professionista, ovviamente, il gioco d’azzardo è rimasto al centro della sua vita, ma a poco a poco pare essere riuscito a ricucire alcuni automatismi persi in precedenza, e dopo questo terribile periodo Lindgren ha pure conquistato qualche altro risultato importante,  come una vittoria nel $25k WPT World Championship per $650.275.

Lindgren è stata sposato con la collega professionista di poker Erica Schoenberg nel giugno 2011, ma la coppia ha divorziato nel 2014.

L’ormai 46enne ha ridotto sensibilmente le sue apparizioni al tavolo e si trova ancora in una situazione difficile, sebbene meno complicata rispetto a dieci anni fa: peccato, per uno dei giocatori che negli anni ruggenti del poker era un simbolo di grande efficacia sia nel live che nell’online.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari