Wednesday, Jul. 6, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 15 Giu 2022

|

 

Questo giocatore si è lamentato per la penalità ricevuta alle World Series Of Poker: ha ragione?

Questo giocatore si è lamentato per la penalità ricevuta alle World Series Of Poker: ha ragione?

Area

Vuoi approfondire?

Una polemica sul regolamento dal tavolo finale del Championship Limit Hold’Em in corso alle World Series Of Poker.

Il torneo è stato stoppato verso mezzogiorno ora italiana (le 3 del mattino a Las Vegas) con Kyle Dilschneider in leggero vantaggio di chips su Jonathan Cohen.

Proprio quest’ultimo, a inizio giornata, è stato protagonista di un diverbio con il floor, che a suo dire gli ha comminato una penalità troppo severa in relazione a quanto aveva fatto.

 

Il caso

E’ il primo livello del Final Table, il diciassettesimo del torneo. Secondo quanto riporta il blog di PokerNews, a un certo punto il californiano Jonathan Cohen – giocatore da vincite live per quasi duecentomila dollari – espira una grande nuvola di fumo da svapo sul tavolo, apparentemente ignorando che fumare o svapare al tavolo è proibito.

Subito il floor commina a Cohen una penalità di un giro per l’incidente. Il giocatore canadese sembra sorpreso dalla entità della punizione comminatagli:

“Nessun warning?” chiede prima di alzarsi dal tavolo e andare a fare una passeggiata con il suo cane (che potete vedere nella foto in alto).

“E dire che era così disinvolto – dice al tavolo Matthew Gonzales, visibilmente sbalordito dall’accaduto e dalla protesta di Coen.

 

Jonathan Cohen con il suo cane (foto Hayley Hochstetler / PokerNews)

 

Breve storia delle e-cig alle World Series Of Poker

Fino a qualche anno fa, i giocatori si sentivano liberi di ‘svapare’ ai tavoli delle World Series Of Poker.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In questo Tweet del 2017 Jay Farber, runner-up del Main Event WSOP 2013, chiedeva agli organizzatori se svapare al tavolo fosse consentito, “perché davvero non dovrebbe esserlo e questo fo****o seduto alla mia destra lo sta facendo da tutto il giorno”.

In quella occasione le WSOP confermarono che svapare al tavolo non era permesso. Nel 2019 la fattispecie fu inserita nel regolamento ufficiale.

“Nessun prodotto a base di tabacco è consentito nella poker room, incluse sigarette e chewing-gum al tabacco. I dispositivi per le sigarette elettroniche possono essere usati nelle aree designate ma mai al tavolo da poker – recitava l’articolo 26.

 

Il cambio di prospettiva dal 2020

Le cose cambiarono poi l’anno seguente. A partire dal 1 gennaio 2020, infatti, in Nevada entrò in vigore una nuova legge che equiparava le sigarette elettroniche a quelle tradizionali a base di tabacco, rendendo fuori legge il consumo in tutti i locali pubblici al chiuso dello Stato.

Da quel momento in poi il regolamento WSOP ha espunto la regola sul consumo di sigarette elettroniche ai tavoli, facendo rientrare la disposizione in quelle più generali sul rispetto delle leggi dello Stato:

“Tutti i partecipanti devono rispettare tutte le regole e i regolamenti della legge locale e federale”.

L’infrazione di Cohen è dunque evidente. Alla luce di ciò, secondo voi il giro di penalità è stata una punizione troppo severa? Davvero un ‘warning’ sarebbe stato sufficiente, come credeva il giocatore californiano, o invece il floor ha avuto la mano leggera?

Ricordiamo che da regolamento avrebbe potuto decidere addirittura la squalifica di Cohen dal torneo.

 

Foto di copertina: Alec Rome / Pokernews

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari