Thursday, Oct. 6, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 20 Ago 2022

|

 

Kirk Kerkorian: il patron del Casino MGM. La sua biografia

Kirk Kerkorian: il patron del Casino MGM. La sua biografia

Area

Sebbene Kirk Kerkorian sia probabilmente meglio conosciuto per aver aperto uno dei resort più lussuosi della Strip di Las Vegas, l’MGM Grand, nel corso degli anni ha anche contribuito a una varietà di altre iniziative imprenditoriali. Kerkorian ha infatti rappresentato il sogno americano in tutto e per tutto: cresciuto senza istruzione e con enormi difficoltà, è divenuto un miliardario che ha contribuito enormemente alla crescita del gioco a Las Vegas.

Un pugile mancato

Kerkorian nasce a Fresno il 6 giugno 1917 da Ahron e Lily Kerkorian, dopo che i suoi genitori si erano trasferiti negli USA per sfuggire al genocidio in Armenia, che in quegli anni veniva massacrato dal governo ottomano.

Sebbene si sentissero più al sicuro negli Stati Uniti e non avessero intenzione di tornare in Armenia, non volevano comunque che i loro figli fossero completamente separati dalla cultura armena. Per questo motivo, i genitori di Kerkorian parlavano solo armeno nella loro casa. L’armeno divenne la prima lingua di Kerkorian, poiché non imparò l’inglese fino a quando non iniziò la scuola.

Dopo qualche anno di scuola, Kirk abbandonò gli studi per aiutare la famiglia col lavoro: vendeva prodotti con suo padre durante il giorno e praticava la boxe di notte. Era infatti un pugile eccellente sin da giovanissimo, e si guadagnò il soprannome di “Rifle Right Kerkorian” dopo aver vinto poco dopo la maggiore età il Pacific Amateur Welter Championship.

Il suo amore per la boxe fu presto sostituito dall’amore per l’aviazione: Kirk si scoprì pilota eccellente, tanto che nella Seconda Guerra Mondiale ricoprì pure un ruolo di spicco presso la Royal Canadian Airforce , con una serie di viaggi che gli fecero pure guadagnare molti soldi durante il periodo bellico. In seguito, quei soldi gli servirono per autofinanziarsi nell’acquisto di un piccolo aereo privato, con cui si inserì nell’attività dei voli privati.

Ed arrivarono in questo periodo i primi viaggi a Las Vegas, dove scoprì craps, roulette e blackjack.

Si chiese quindi perchè non unire l’utile al dilettevole: Kerkorian acquistò quindi una piccola compagnia aerea charter per $ 60.000 nel 1947. La chiamò Trans International Airline e iniziò a offrire voli da e per Las Vegas. Fu il primo passo di un’azienda che lo renderà ricco.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’impatto su Las Vegas

Utilizzando i suoi profitti dalla Trans International Airline, Kerkorian acquistò 80 acri di terra vicino alla fiorente Strip di Las Vegas. La proprietà del Caesars Palace, ad esempio,  fu costretta ad acquistare da lui il terreno su cui ancor oggi sorge, pagando Kerkorian a peso d’oro: nel 1968 guadagnò 9 milioni di dollari (di allora) da questa cessione.

Iniziò così la sua attività alberghiera, costruendo prima l’International Hotel, modellandolo su un progetto per famiglie; in seguito acquisì anche il Flamingo Hotel. Dopo aver venduto qualche anno dopo ambo le proprietà alla catena Hilton, acquistò la Metro-Goldwyn-Mayer, che ha in seguito generato l‘MGM Grand Hotel and Casino.  Che ancor oggi è uno dei più grandi hotel del mondo.

Per anni, Kerkorian ha effettuato compravendite di proprietà sulla Strip, comprando e vendendo (ottenendo profitto) da ogni singola operazione. Nelle sue mani sono passate le proprietà del Mirage,  Bellagio, Monte Carlo, Treasure Island e molti altri.

Un patrimonio infinito

Per Kerkorian, che ha avuto il merito di credere in Las Vegas e nella Strip in modo particolare, nel 2007 fu indicato come il 31° uomo più ricco al mondo, con un patrimonio di svariati miliardi di dollari.

Miliardario, però, con un grande cuore: non si contano infatti le iniziative benefiche e le società fondate con il solo scopo di aiutare le persone in difficoltà. Si dice che abbia donato oltre 200 milioni di dollari in beneficenza.

Kerkorian morì nel 2015, dopo tre matrimoni (uno dei quali estremamente tormentato con una trentaquattrenne) e due figlie. Ma il suo impatto su Las Vegas e sulla Strip è ancor oggi palpabile.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari