Thursday, Oct. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Set 2022

|

 

Analisi mano cash game: slowplay di un set, rischio calcolato?

Analisi mano cash game: slowplay di un set, rischio calcolato?

Area

Ogni volta che, al cash game o a torneo, si floppa un punto molto molto forte, la tentazione di fare slowplay (ovvero, il provare a tenere dentro il piatto gli avversari, di modo che nelle streets successive possano migliorare il proprio punto e pagare di più) risulta sempre particolarmente allettante.

Vero è che, però, non tutti i board si prestano a questa rischiosa strategia, e che a volte si possono combinare dei pasticci.

Call o raise?

Siamo al Casinò Borgata di Atlantic City,  siamo a giugno, e si sta giocando una partita cash game a bui 5-5$, con uno straddle pressoché obbligatorio dell’UTG a 10$.

Il protagonista di questa mano si chiama Lucas, e siede in posizione di UTG+2 con 3.300$.

In questa mano, il giocatore UTG+1 limpa, Lucas spilla 7 7 e rilancia a 40$. Foldano tutti fino allo small blind che chiama, il big blind passa, UTG e UTG +1 chiamano.

Si va quindi al flop in 4 (pot 165$)

7 6 3

I primi tre giocatori fanno check, Lucas punta 55$, con lo small blind (il cui stack è simile a quello di Lucas) che rilancia a 220$. Lo straddle e l’UTG+1 foldano. Parola a Lucas, che ha top set in mano e deve di fatto decidere se chiamare o 4bettare.

La scelta non è scontata, ma alla fine Lucas fa call.

Turn per due (pot 605$)

A

Lo small blind esce a 520$, e anche in questo momento Lucas – considerato che il fold non è da prendere in considerazione – deve pensare al da farsi.

Alla fine, Lucas chiama

River (pot 1.645$)

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Q

Lo small blind non perde tempo, e punta 1.000$.

A questo punto, vanno esaminate tutte le possibilità a disposizione. Perchè lo small blind, verosimilmente, può avere spesso dei set peggiori rispetto a quello di Lucas (difficilmente avrà set di Assi o di Donne) che difficilmente folderà davanti ad un all-in; può aver un progetto mancato (di scala o di colore) che folderà ad un rilancio; infine, ipotesi peggiore, vi sono tutte le combo di 4 e 5 che gli avrebbero consegnato una scala al flop e che renderebbero vincente la sua mano e chiamerebbero ogni tipo di raise.

Altre mani di valore medio sono invece da valutare, come ad esempio doppie coppie di qualche tipo.

Che fare, quindi, nei panni di Lucas? Call o raise?

Quale è stata la scelta di Lucas?


Lucas decide di andare in all-in per i suoi restanti 2.520$. Lo small blind effettua uno snap-call e gira 4 5 per la scala floppata, che gli consegna un piatto gigantesco.


Pertanto, quindi, viene da chiedersi se sia stato solo un cooler oppure se – in qualche caso – qualcuno si sarebbe limitato a fare solo call al river.


Voi che avreste fatto?


 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari