Monday, Nov. 28, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Nov 2022

|

 

Che acquisto per il World Poker Tour! Phil Ivey entra nel team di ambasciatori del brand

Che acquisto per il World Poker Tour! Phil Ivey entra nel team di ambasciatori del brand

Area

Vuoi approfondire?

Se pensavate che il mercato dei cosiddetti “ambassador” del poker fosse ormai in crisi, vi sbagliavate di grosso.

In questi giorni il WPT si è fatto un regalo bellissimo per i suoi 20 anni di storia: ha arruolato niente meno che il campionissimo americano Phil Ivey tra le fila dei suoi ambasciatori in giro per il mondo.

Ivey si unisce infatti a un’altra leggenda vivente come Doyle Brunson, il quale era stato nominato ambasciatore WPT già a giugno. Insieme a loro ci sono anche noti youtuber come Brad Owen e Andrew Neeme. C’è pure Steve Aoki che di mestiere fa il DJ, il designer e l’influencer. Tutti nomi aggiunti in questo importante 2022 dal World Poker Tour, una delle realtà internazionali più importanti del poker.

L’ultimissimo acquisto Ivey ha dichiarato a proposito: “Il WPT è uno dei marchi più rispettati nel poker e sono onorato di diventare un suo ambasciatore. Il mio impegno e la mia passione per il poker non sono mai stati così in alto e non vedo l’ora di lavorare con il WPT per mostrare il poker in tutto il mondo, lavorando alla sua continua espansione“.

Ivey dovrebbe esordire come ambassador WPT al Wynn Las Vegas a dicembre. Giocherà nel championship da 15 milioni garantiti che inizierà il 12 dicembre. Ma prima prenderà parte anche a quella che il WPT definisce “un’esperienza fuori dal comune” il 10 dicembre. Maggiori dettagli saranno presto resi noti.

Sentiamo anche l’entusiasmo di Adam Pliska, CEO del WPT: “Mentre il WPT celebra la sua stagione del 20° anniversario, abbiamo allineato il marchio con talenti ed eventi che simboleggiano il meglio in termini di risultati personali. Non riesco a pensare a nessuno che lo rappresenti meglio di Phil, e so che i giocatori apprezzeranno la possibilità di interagire con lui nei prossimi eventi“.

 

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La lunga (e vincente) carriera di Phil Ivey

Ne è passata di acqua sotto i ponti per questa superstar silenziosa che iniziò a giocare a poker al Taj Mahal di Atlantic City a metà degli anni ’90. All’epoca Ivey giocava da minorenne con un documento d’identità falso e il suo finto nome era Jerome Graham. Venne subito chiamato “No Home Jerome” per via delle sessioni di oltre 15 ore che giocava ogni giorno.

Il big game allora era un Seven-Card Stud con bui fissati a 200/400 dollari. Somme enormi per chiunque, figuriamoci per un ventenne del New Jersey. Molti dei suoi avversari di quelle partite (Cyndy Violette, John Hennigan, Alan Kessler, Nolan Dalla) hanno poi fatto carriera nel mondo del poker nel corso degli anni.

Ivey ora di anni ne ha 45. La sua storia con il WPT è iniziata nel 2002. Pertanto possiamo dire che questo binomio si creò subito e non si è mai interrotto. Ivey si trova all’ottavo posto nella Money List di tutti i tempi del WPT con 4,4 milioni incassati. Dalla prima stagione è stato uno dei volti più importanti al tavolo, raggiungendo per tre volte il tavolo finale nei primi mesi!

I suoi primi otto ITM agli eventi WPT si sono conclusi tutti ai tavoli finali; poi il suo primo titolo è arrivato al Poker Classic di Los Angeles nel 2008. Ivey ha anche vinto il WPT Heads-Up Championship nel 2021, incassando 400.000 dollaroni.

Ovviamente la sua carriera va ben oltre il WPT… Alle WSOP è tra gli unici quattro al mondo che possono vantare almeno dieci braccialetti. Questa estate alle World Series ha sfiorato l’undicesimo titolo con quattro tavoli finali (compreso un secondo posto).

A settembre ha vinto l’evento No-Limit Short Deck da 30.000 dollari alla Triton Super High Rollers series per 387.000 dollari. Due giorni dopo, è arrivato quarto nello stesso festival con un buy-in di 50.000 dollari per altri $ 181.000 dollari. Ad aprile aveva dominato vincendo un evento di $50.000 Pot-Limit Omaha e un $75.000 No-Limit Short Deck.

Le sue vincite più ricche secondo HendonMob, tuttavia, restano quelle degli Aussie Millions di qualche anno fa. Ma è inutile andare avanti… Per molti Ivey è semplicemente il GOAT del poker. Grazie all’avvento dei live streaming di poker, in particolare l’Hustler Casino Live, i fan del poker possono ammirarlo in azione nel suo habitat se lo gradiscono. E ora anche al WPT, dal vivo!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari