Thursday, Apr. 25, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 16 Giu 2023

|

 

I consigli di Adrian Mateos per la prima trasferta alle WSOP di Las Vegas

I consigli di Adrian Mateos per la prima trasferta alle WSOP di Las Vegas

Area

Vuoi approfondire?

La prima volta a Las Vegas per le World Series Of Poker non si scorda mai, a patto di sapere come muoversi o può diventare letteralmente un incubo.

Alla settima trasferta WSOP oltreoceano, sul suo blog lo spagnolo Adrian Mateos ha dispensato alcuni consigli utili a evitare questa sciagurata ipotesi.

 

Il prestigio delle World Series

Il super pro iberico racconta che il periodo delle WSOP per lui quest’anno dura 50 giorni e ha preso in affitto una casa insieme a colleghi giocatori/amici “in modo da condividere momenti, esperienze, pasti e grandi risate tutti insieme”.

Mateos è davvero motivato e insieme eccitato per la caccia al quinto braccialetto personale che lo vedrà competere coi migliori del mondo:

“Se c’è una cosa che amo del poker, è la competizione e competere contro i migliori. E se c’è un evento dell’anno in grado di riunire ai suoi tavoli i migliori giocatori del mondo, sono le WSOP”.

 

Dove dormire, dove mangiare, come muoversi

Per quanto riguarda l’alloggio, Mateos riconosce che da quando le WSOP si sono trasferite sulla Strip ci sono più possibilità di stare vicino alle Series. Per chi resta pochi giorni e non vuole spendere troppo, “l’opzione migliore è cercare un hotel un po’ più lontano dalla Strip (ci sono molte opzioni a pochi metri da Bally’s)”.

Se invece il soggiorno è prolungato lo spagnolo consiglia di cercare un appartamento insieme a qualche amico per rendere l’esperienza più “autentica”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Dal punto di vista del cibo, per Mateos le cose sono migliorate con il trasferimento sulla Strip dei Campionati del mondo di Poker:

“Puoi mangiare senza spendere una fortuna o scegliere menù a prezzi astronomici, decidi tu. Di sicuro ultimamente, immagino per l’inflazione, mangiare fuori a Las Vegas ha pesato molto sul mio budget perché i prezzi sono aumentati in modo vertiginoso. Per questo l’appartamento è una opzione molto interessante: puoi fare spesa al supermercato e cucinare riducendo al minimo il costo dei pasti.”

Sul fronte movimenti a Las Vegas, Mateos consiglia a chi vive vicino alla Strip di spostarsi in taxi o con Uber. Per chi risiede più lontano invece è meglio una macchina a noleggio.

“Le tariffe sono molto convenienti negli Stati Uniti e, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il parcheggio non è stato un problema l’anno scorso durante le WSOP, parcheggiare a Paris-Horseshoe è molto facile. Nella casa che abbiamo affittato ci saranno tre auto a disposizione per fare gruppo e raggiungere la Strip quando avremo bisogno di giocare.”

Denaro e clima

Per pagare i buy-in dei tornei Mateos sconsiglia di movimentare grosse somme di denaro in contanti: alla frontiera degli Stati Uniti chi viene trovato con più di diecimila dollari cash riceve l’accusa di evasione fiscale.

“Devi reperire gli estremi del casinò dove hai intenzione di giocare e trasferire tramite bonifico il denaro che userai, stessa cosa al termine del tuo soggiorno. Questo è anche il modo più sicuro per trasferire i tuoi soldi ed evitare “spaventi” in seguito.”

Infine lo spagnolo consiglia di avere sempre con sé vestiti caldi e un piccolo kit di pronto soccorso.

“Sarai in mezzo al deserto e potresti camminare sotto al sole cocente a più di 40 gradi, ma non lasciarti ingannare, porta vestiti caldi! Non consiglio di entrare nei casinò di Las Vegas senza indossare almeno una maglia a maniche lunghe. Gli americani amano profondamente l’aria condizionata e se sei sfortunato da dover giocare sotto il bocchettone posso assicurarti che passerai un brutto momento. Inoltre è cosa buona avere un piccolo kit di pronto soccorso nello zaino, in modo da poter alleviare un mal di testa o un piccolo fastidio se necessario”.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari