Friday, Oct. 18, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 23 Dic 2011

|

 

Jonathan Duhamel: “I malviventi mi hanno rubato il braccialetto WSOP”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Jonathan Duhamel: “I malviventi mi hanno rubato il braccialetto WSOP”

Area

Vuoi approfondire?

Dopo l’aggressione subita mercoledì Jonathan Duhamel decide di rassicurare tutti i suoi fan sul suo stato di salute e lo fa affidandosi ad un comunicato nel quale spiega come sono andati i fatti rivelando inoltre di aver subito il furto del braccialetto WSOP vinto nel 2010.

Nelle parole scritte in francese da Jonathan si nota come la disavventura deve aver sfinito mentalmente oltre che fisicamente il campione canadese il quale scrive dice di ritenersi fortunato di essere ancora vivo:   “ Dopo essere stato minacciato di morte e dopo aver dato tutto ciò che avevo, sono stato legato e picchiato ripetutamente dai due aggressori. Posso fortunatamente confermare di non aver subito lesioni importanti. Ho passato la notte in ospedale e ho dolori un po’ ovunque ma non ho fratture. Ora sono sfinito sia fisicamente che psicologicamente, ma mi considero fortunato ad essere ancora vivo.”

Poi e sempre lo stesso Duhamel a dare la notizia del furto del braccialetto WSOP : I criminali hanno rubato soldi ma anche il mio braccialetto di campione del mondo e un orologio Rolex che il mio sponsor Pokerstars.com mi regalò per la stessa occasione e soldi, per lo più banconote da 500 euro”

Ovviamente il valore affettivo e simbolico che il bracciale e l’orologio (entrambi con il suo nome inciso sul dorso) hanno per il campione canadese vanno al di là di qualsiasi cifra un banco dei pegni possa pagare per quegli oggetti. Proprio per questo Jonathan ha subito chiesto aiuto a tutti pur di rientrarne in possesso: “Vorrei invitare tutti coloro che fossero in possesso di informazioni su uno dei due malviventi che hanno commesso questo reato a contattare la polizia”

Alla fine della sua lettera Duhamel si dice provato ma allo stesso tempo, spiega il canadese, cercherà di sfruttare queste vacanze natalizie in famiglia per riprendere la concentrazione sperando di tornare presto ai tavoli per continuare a rappresentare il Quebec degnamente magari portando a casa qualche altro titolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari