Wednesday, Oct. 16, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Feb 2012

|

 

Le differenze tra poker online e poker live

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Le differenze tra poker online e poker live

Area

Argomenti correlati

SUCCESSO A 360 GRADI: ESSERE VINCENTI LIVE E ONLINE

Stesse regole, a volte stessi avversari, ma risultati completamente diversi. Può succedere e non è solo colpa della sfortuna. Il gioco live e il gioco online sono due mondi non paragonabili e avere successo nel primo non vuol dire riuscire a vincere nel secondo e viceversa. Per tutti coloro che stanno per compiere il passaggio alla scoperta del live o dell’online o per coloro che hanno trovato difficoltà nel gestire uno dei due settori del poker, scopriamo le dieci principali differenze per comprendere quale può essere il punto debole e diventare vincenti sia dal vivo che davanti a uno schermo.

1) LE TASSE
La prima differenza è sicuramente il modo in cui vengono tassate le vostre partite. Live dovrete dare la mancia al dealer (spesso e volentieri anche al termine di un torneo), mentre online nei tornei e sit and go la rake è prepagata all’atto dell’iscrizione. Sono conti che sia nel caso di passaggio da live a online che viceversa, possono cambiare notevolmente le vostre prospettive di vincita e per questo è bene imparare entrambe le modalità per non capire troppo tardi di aver sbagliato a fare i conti.

2) I PROPRI RISULTATI
Sapere quanto avete ancora a disposizione nel mondo live è molto semplice: basta mettere la mano nel portafoglio e controllare quanti euro vi sono ancora. D’altro canto per ricordare quanto avete guadagnato nell’ultimo mese, dovreste scrivere al termine di ogni serata al casinò l’investimento fatto e il profitto (o la perdita) realizzato. Online è più difficile capire le vostre finanze, soprattutto se giocate su più poker room: vengono però in aiuto i programmi di calcolo che permettono di tracciare i risultati senza neppure doverseli segnare.

3) LA COMODITA’
A casa, magari sulla vostra sedia anatomica con a fianco vari generi di prima necessità, avrete il pieno controllo della situazione e degli spazi attorno a voi. Spesso invece a un tavolo live, le distanze con gli altri giocatori saranno ravvicinate e le possibilità di manovra della vostra sedia ridotte al minimo indispensabile. Inoltre non vorrete spesso alzarvi perché penserete che il numero di mani giocate è già esiguo e potreste essere così preda di crampi o altre situazioni spiacevoli.

4) LA “SERIETA'”
Per giocare dal vivo si deve prendere la macchina, recarsi in un casinò, a volte attendere in lista d’attesa e poi sedersi fisicamente a un tavolo. Online basta invece accendere un pc e il gioco è fatto. Ciò comporta che nel live si sia più concentrati sul giocare a poker perché fisicamente tutti hanno dovuto compiere vari passi per arrivare a sedersi a un tavolo. Online invece potrebbe capitare di trovarsi di fronte avversari che hanno fretta perché hanno iniziato un torneo ma ora hanno impegni più importanti, avversari che si sono stufati di giocare, ecc. Saper prendere vantaggio sia dall’una che dall’altra situazione diviene quindi fondamentale.

5) LA VELOCITA’
Per chi viene dal live, una partita davanti al pc può rivelarsi vertiginosamente più veloce le prime volte. Prendere decisioni in pochi secondi è spesso difficile per una mente non allenata e cliccare il mouse così rapidamente per chi magari non è già avvezzo a videogiochi e simili può essere distruggente. Per prendere confidenza le prime partite dovrebbero essere per puro divertimento, in modo da capire le tempistiche e il software che avete di fronte. D’altro canto per un pro dell’online il live risulta terribilmente noioso e il pensiero più scontato sarà: “Ok, ho foldato, datemi altre due carte!”. Dovrete avere molta più pazienza perché il numero di mani giocate è significativamente minore e una buona soluzione potrebbe essere quella di leggere un giornale o ascoltare musica per non accorgersi del tempo che passa.

6) I PAGAMENTI
Può sembrare scontato ma la caratteristica che più differenzia il live dall’online è il modo di acquisire le chips. Al casinò, entri, cambi i tuoi soldi in chips e ti siedi al tavolo (se si tratta di un torneo paghi l’iscrizione); online invece devi attendere di trasferire i soldi dal tuo conto bancario o dalla carta di credito al conto gioco della poker room (cosa abbastanza veloce) nonché aspettare i tempi di verifica e di accredito per prelevare (cosa molto più lenta).

7) IL POTERE DELLA POSIZIONE
Giocare online significa spesso saper usare la propria posizione al tavolo in modo perfetto e abusare degli avversari che parlano prima di noi. Non essendo colpiti dall’enormità di tells del mondo live, il poker diviene davanti allo schermo un gioco “puro” che quindi è estremamente basato sul concetto di posizione. Se siete giocatori live, il primo buon motivo per fare qualche partita online dovrebbe essere proprio quello di capire perfettamente come poter approfittare della propria posizione al tavolo per divenire giocatori vincenti nel lungo periodo.

8 ) GLI AVVERSARI
Giocare online significa incontrare centinaia di avversari diversi, anche durante la singola serata. Al casinò spesso invece le facce saranno sempre le stesse e i vostri opponent impareranno a conoscervi sempre meglio. E’ per questo che sono stati creati i programmi di statistiche, in modo da farvi un’idea veloce del giocatore che sta dall’altra parte del computer. Ma per chi proviene dal mondo live, non avere a disposizione sempre gli stessi avversari da fronteggiare può essere traumatico.

9) I TELL FISICI
E’ chiaramente uno dei più comuni errori commessi dai vincenti dell’online. Si siedono in un casinò, credono giustamente di avere notevole edge contro giocatori sprovveduti, ma poi rilasciano un enorme quantità di informazioni con il proprio corpo. Spesso la loro espressione rivela semplicemente le carte possedute; non hanno la cosiddetta “faccia da poker”!

10) LA POKER ROOM
Dal vivo, a meno di girovagare per l’Europa, siete vincolati ad andare a giocare nel casinò più vicino a casa vostra. Con tutti i vantaggi e gli svantaggi che comporta: la possibilità di diventare un cliente abituale, ma anche la problematica di avere a che fare sempre con le stesse persone, che potrebbero essere non completamente competenti. Online vi basterà invece un clic per cambiare poker room nel vasto panorama offerto attualmente in Italia, seppur spesso diventare un giocatore fisso di una precisa casa può portare innumerevoli vantaggi, soprattutto in termini di rakeback. La possibilità però di fare table selection è il sale del gioco online e delle possibilità di guadagno che si elevano a dismisura.

Articolo pubblicato su Poker Sportivo: il magazine del Poker ogni mese in edicola. Abbonati subito!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari