Monday, Jul. 26, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 10 Feb 2012

|

 

Mike “The Mouth” Matusow sbotta contro l’avvocato di FTP!

Mike “The Mouth” Matusow sbotta contro l’avvocato di FTP!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Continua il periodo non certo positivo per Mike “The Mouth” Matusow: le notizie su un suo possibile dissesto economico continuano a rincorrersi.

A fine anno ci fu un pesante battibecco in casa Matusow tra i due fratelli: Scott Matusow accusava Mike di avere gravi problemi con il gioco d’azzardo.

Le acque non sembrano essersi calmate per “The Mouth” che in questi giorni è stato tirato in ballo in merito alla questione dei debiti di alcuni Pro verso Full Tilt Poker.

E’ ormai noto come alcuni ex giocatori della red room abbiano un debito totale di circa 16,5 milioni di dollari: tra i Pro debitori spiccano i nomi di Phil Ivey, Erick Lindgren, Barry Greenstein, David Benyamine e dello stesso Mike Matusow.

L’avvocato del Gruppo Tapie (il probabile nuovo acquirente di FTP), Benham Dayanim, ha confermato di aver provato a contattarlo direttamente:Mr. Matusow deve 700.000 dollari. L’abbiamo cercato più volte per parlare con lui della questione, ma non ha mai risposto.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Matusow, dal canto suo, non sembra essere d’accordo con quanto afferma Dayanim. In questa settimana, infatti, Mike ha lasciato una dichiarazione su un social network: “Per tutti i miei fan, scrivo semplicemente che non devo niente a Full Tilt Poker. Non so come mai è stato fatto il mio nome in questa vicenda.”

Per gli avvocati del Gruppo Tapie sembra di vitale importanza, per il proseguo positivo della compravendita, la possibilità di recuperare i debiti.

Gli stessi hanno affermato che sono in contatto con alcuni dei 19 giocatori, ma non specificano né nomi né modalità di accordo: “La questione del debito è un problema rilevante che stiamo affrontando e stiamo cercando di risolvere. Siamo in contatto con alcuni player e abbiamo ottenuto qualche risposta.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari