Thursday, Feb. 22, 2024

Poker Online

Scritto da:

|

il 22 Feb 2012

|

 

Dietrofront del Governo Monti: eliminata la “nuova” tassa sul poker online

Dietrofront del Governo Monti: eliminata la “nuova” tassa sul poker online

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Buone notizie arrivano, almeno per il momento, per i giocatori di poker online: dopo il paventato aumento delle tasse per quanto riguarda le poker room, nelle ultime ore sembrano essere spariti i provvedimenti a riguardo dall’ormai famoso decreto sulla “semplificazione fiscale”, attualmente sottoforma di “bozza”, ma che nei prossimi giorni verrà discusso nelle sedi competenti per ottenere l’approvazione.

Come è ben noto il Governo Monti sta operando in modo tale da “ridare respiro” alle casse dello Stato attraverso un aumento del gettito fiscale e voci provenienti da più parti avevano previsto anche una “riforma fiscale del poker online”.

Ma dalla bozza si evince, invece, che le imposte che continueranno ad essere applicate al gioco online faranno riferimento a quelle che sono già in vigore, senza introdurne altre: “Le disposizioni in materia di giochi pubblici utili al fine di assicurare le maggiori entrate di cui all’articolo 2, comma 3, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, sono quelle di cui al decreto del direttore generale dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato 12 ottobre 2011, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana 14 novembre 2011, n. 265”.

Oggi la bozza è stata esaminata delle commissioni Bilancio e Affari costituzionali e non sono state riportate effettivamente delle modifiche: ciò vuol dire che il governo potrebbe già chiedere nel giro di breve tempo la questione di fiducia.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Inoltre nella bozza presentata dal governo è scomparso anche un altro provvedimento che andava a sanzionare i player italiani che giocavano sui siti .com: in principio, infatti, si parlava di una multa fino a 10 volte l’importo giocato sul sito “illegale”.

Il giocatore poteva e può comunque tuttora essere scovato grazie ai controlli intrecciati che l’Agenzia dei Monopoli è libera di eseguire sui conti correnti bancari dei player.

Noi di ItaliaPokerClub continueremo a monitorare la situazione, seguendo gli sviluppi di questa manovra fiscale.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari