Sunday, Feb. 25, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Ott 2023

|

 

Assi contro Assi contro Kappa alle WSOP con Phil Hellmuth protagonista [Video]

Assi contro Assi contro Kappa alle WSOP con Phil Hellmuth protagonista [Video]

Area

Vuoi approfondire?

Una delle mani più iconiche mai giocate da Phil Hellmuth alle World Series Of Poker, quando il giochino faceva parecchi proseliti in TV, tanto da essere trasmesso nelle tv nazionali statunitensi e non relegato su qualche angolino recondito di Youtube, o, ancora più tardi, sotto le grinfie capaci di PokerGo, venne alla luce proprio su un canale tra i più seguiti all’epoca se parliamo del nostro giochino, ESPN.

Un trio mica male

Dobbiamo tornare indietro fino al 2007, quando i signori che amministravano la parte più profittevole del poker, leggasi appunto dirette televisive, organizzazioni di tornei vari, primi streaming online, erano sempre alla ricerca del personaggio, della storia più o meno di successo, ma comunque curiosa, della situazione che richiamasse la maggior parte del pubblico per sedersi di fronte alla propria televisione o al proprio devices.

Il contesto è il tavolo finale delle World Series Of Poker, evento giocatosi tra il 17 e il 19 giugno del 2007, che richiamò alle casse di iscrizione 827 entries che originarono così un prize pool complessivo di $2.282.520.

In quella occasione furono 81 i giocatori a premio, che si divisero così le fette più e meno grosse del montepremi, alla spartizione del quale partecipò anche il nostro Riccardo Rinaldi, 32° per poco più di 12.000 dollari.

I protagonisti di quella mano furono la peperina Beth Shak, il mostro sacro Phil Hellmuth e un ancora in erbissima Brett Richey, che, all’atto finale delle cose, chiuse ottavo proprio per via di questo call che lo vide partire molto dietro allo showdown.

La mano e il payout

Non vi spoileriamo niente, ma come avete già letto nel titolo, le mani incriminate sono ben due coppie di assi, rossi e neri rispettivamente della Shak e di Hellmuth e una coppia di Kappa neri in possesso di Brett Richey.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La statunitense di Allston era all’epoca un ragazzino alla sua seconda avventura WSOP, ma oggi è un buon giocatore che ha vinto in carriera un totale di oltre 1,6 milioni di dollari. 

Il torneo, che alla fine vinse un altro giocatore affermatosi successivamente, Shankar Pillai, vide i tre protagonisti della mano che state per guardare nel video, piazzarsi in tre differenti parti del final table.

La Shak chiuse seconda, sconfitta solo in heads up dal vincitore, guadagnando $328.683, alle spalle di Pillai che incassò in quella occasione $527.829. Hellmuth resistette fino al sesto posto che gli valse $76.464, mentre Richey, ridotto ai minimi termini dalla mano in questione, venne eliminato poco dopo all’ottavo posto per $42.227.

Questa la mano alla quale stiamo facendo riferimento.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari