Saturday, Oct. 16, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 28 Set 2010

|

 

Omaha H/8 Fixed Limit: il territorio dei grandi interpreti dell’inducing-float e del gioco looser

Area

Gli aspetti più importanti e rari delle cose sono sempre situati nel loro cuore. Nel cuore di Mondo-Omaha c’è Omaha H/8 Fixed-Limit. In questo territorio ideale a bassa densità di popolazione albergano i migliori interpreti di questa specialità in senso lato. Jeff Hwang l’autore di Pot Limit Omaha Poker ci ricorda che gli indicatori base per effettuare una giocata in float PLO sono bet al flop e check al turn di oppo.

Nel Fixed Limit O/8, siccome molta dell’economia di un colpo verte sulla possibilità di estorcere all’avversario una doppia big bet soprattutto negli ultimi due turni di puntata, trovi dei veri maestri nell’indurti a giocare un float, per poi raddoppiarti la puntata. Ne conoscono una più del diavolo.

Puntano al flop, ceckano al turn, proprio come dice Jeff Hwang, tu quindi fai big bet e loro duplicano la tua puntata. Scende il river puntano loro direttamente se ti danno un certo margine di sensatezza come giocatore ma ho visto anche dei veri marpioni, continuare a mostrare debolezza, ridando il check un’altra volta all’avversario, che imperterrito ripunta un’altra volta per essere nuovamente doppiato dalla ri-bet del marpione di turno.

Colpi al limite della fantascienza e che non ho visto tirare ai low limits ma anche in tavoli del tutto decorosi come un 5/10 o un 15/30. Nei giochi Fixed Limit quando sentiamo dire che il tavolo, ad esempio è un 8/16, a differenza di quello che avviene nel NL e nel PL, ciò significa che lo small blind punta 4, il big blind punta 8 e chi volesse riaprire il gioco può farlo solo per un multiplo di 2 della big bet per quel turno di parola, per un massimo di 4 volte, senza nessun rilancio consecutivo dello stesso giocatore, per una puntata massima che, in questo caso del pre-flop non potrà mai superare i 32 dollari o euro che siano. Stessa cosa nel post-flop. E tutto ricomincia da capo al turn ma su base 16 e così via fino al river. Da qui l’estrema importanza della cattura della doppia big bet all’avversario attraverso la tecnica dell’inducing-float.

E’ un paesaggio talmente esotico quello dell’Omaha High-Low Fixed Limit che spiazza completamente, in un primo momento, chi provenga dalla stessa esperienza di Omaha/8 ma Pot Limit. Nel Fixed Limit il gioco looser è portato ad un tale grado di compimento che il giocatore impostato al Pot Limit vedendosi soffiare in malo modo i piatti, pensa di stare a giocare con dei barbari, mentre invece il donkey è purtroppo lui.

Questa tendenza spregiudicata al gioco looser nel FL trova la sua base motivazionale in una regola fondamentale del Poker che dice di pagare ben volentieri ciò che costa relativamente poco e può essere foriero di importanti odds implied.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ci sono dei veri e propri mostri, ai tavoli di Omaha/8 FL di un certo livello, nel saper condurre questi inseguimenti, al limite del suck-out per chi non è abituato a considerarli nel suo orizzonte di gioco, come capiscono che sei in bad run oppure in una giornata decisamente no. Sembra che ti leggano nel pensiero o ti vedano le carte questi magistrali interpreti del gioco loose all’Omaha eight or better FL.

E’ talmente spaesante, per chi non dovesse essere abituato, questa modalità di portare i colpi nel Fixed Limit che è ormai da tempo che consiglio alle persone che seguo, di iniziare a cimentarsi con l’Omaha Hi-Lo, partendo dalla variante Pot Limit, dove certi dettami della manualistica, così cari a chi ha cominciato da poco a giocare, vengono meno disattesi nella pratica ai tavoli con la giusta table selection.

Ovviamente questa tendenza è tanto più evidente quanto più si parli ring game piuttosto che di gioco a chips (MTT o Sit&Go) ma comunque sempre presente di natura in questa modalità Fixed di gioco. Diciamo che il gioco loose è l’habitat strutturale del FL anche in discipline e specialità diverse dall’Omaha.

Ma non pensate che questo atteggiamento loose dei giocatori di Omaha/8 Fixed Limit sia così pedissequo al punto da farsi prevedibile. Se troverete al vostro tavolo giocatori forti in questa specialità sapranno sempre quando entrare in un colpo e sapranno alternare con estrema perizia, periodi di gioco loose a periodi di gioco in cui non sprecheranno un dollaro nemmeno se li uccidi. Vince, in questa modalità di gioco più che mai, il giocatore che abbia saputo scoppiare il cervello degli avversari, prima che loro, riescano a fare la stessa cosa con lui.

Altrimenti si sta in equilibrio, al mondo si dice ma come un giocoliere che decidesse di passare da un palazzo all’altro lungo una fune, sapendo di avere la rete sotto di protezione in caso di caduta!!! Pensate a quanto sia difficile fargli perdere l’equilibrio senza l’alea di avere il vuoto sotto di sé. Pensate ora, allo stesso modo, a quanto è difficile e a quanta abilità di rappresentazione ci voglia, per far gettare le carte nel Fixed Limit, ad un giocatore che sa di non poter perdere in quel colpo più di una big bet!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari