Saturday, Oct. 16, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 20 Dic 2009

|

 

Poker e Matematica: un connubio indissolubile

Area

Tutti voi giocatori di Poker, in qualsiasi delle sue varianti, avete avuto modo di capire che in generale non si può diventare giocatori vincenti senza avere le giuste basi di conoscenza di tecnica del bankroll in primis, di calcolo delle probabilità, di valore atteso: siete tutti ormai perfettamente consapevoli dello stretto legame che intercorre tra questo meraviglioso gioco e molti principi matematici.

Ci sono alcuni principi di gioco che ormai sono universalmente accettati e vengono chiamati ormai teoremi del Poker, tutti voi penso conoscerete il teorema fondamentale del Poker, ma meno conosciuti ai più ci sono anche i teoremi di Zeebo, Baluga, Clarkmeister.

Vediamo nello specifico di cosa parlano.

Teorema di Zeebo

“Nessun giocatore è in grado di foldare un full a qualsiasi puntata”

Questo teorema funziona per i seguenti motivi:

  • il full è un punteggio molto forte
  • i full non si vedono spesso al tavolo
  • i giocatori potranno in casi davvero eccezionali foldare una mano del genere

Basta pensare a tutte le volte in cui giocando avete vissuto una situazione del genere, la semplice possibilità che l’avversario stia bluffando conduce la gente a chiamare puntate molto forti anche con un full basso, quando c’è la possibilità che ci sia un full più forte in circolazione.

Questo in pratica significa che non dovrete mai tentare un bluff se pensate che il vostro avversario possa avere in mano un full e nel caso pensiate che il vostro avversario abbia un full, ma voi avete una mano migliore potrete permettermi qualsiasi genere di puntata avendo la certezza di esser chiamati.

Esempio:

La tua mano : A-J

Board : A-A-Q-Q

Se sospettate che il vostro avversario abbia il Q allora non fate slow play, ma puntate e puntate pesante con la certezza che sarete chiamati.

Teorema di Clarkmeister

“Se sei heads-up e primo ad agire al river, se il river è la quarta carta a colore devi puntare”

Questo teorema funziona per i seguenti motivi:

  • Le 4 carte a colore spaventeranno molti avversari
  • Questa situazione è perfetta per il bluff
  • Una puntata consistente obbligherà quasi sempre l’avversario a foldare anche un colore debole

La puntata dovrà essere almeno intorno ai ¾ del piatto, ma se non siete i primi ad agire il vostro bluff potrebbe esser meno consistente e il teorema non è più applicabile.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In questo modo metterete il vostro avversario davanti a una decisione difficile, se invece la vostra puntata non sarà consistente, magari lascerete al vostro avversario le odds sufficienti per fare il call con la possibilità di trovarvi davanti una mano migliore.

La vostra puntata non dovrà  neanche sembrare una bet out,ma dovete dar l’impressione di aver effettuato una value bet.

Ricordatevi che questo teorema non vale se nel piatto ci sono più persone perché in questo caso le possibilità di trovare una mano forte aumentano sensibilmente.

Teorema di Baluga

E’ necessario rivalutare la forza della vostra mano nel caso di un raise al turn e se in mano avete solo una coppia

Il teorema si basa su questa semplice domanda:”Perché il mio avversario sta facendo questo?”

Un’esempio vi renderà subito chiara la formulazione del teorema:

Le tue carte: A-K

Flop : A-9-3

Preflop avete fatto un rilancio standard, ma uno dei blind vi ha chiamati.

Sul flop voi piazzerete una continuation bet, ma il vostro avversario vi segue.

Supponiamo che al turn appare un 7, si potrebbero aprire dei progetti, per questo voi sparate ancora una bella puntata. Con vostra grande sorpresa il vostro avversario vi piazza un raise.

Di colpo vi accorgete che probabilmente siete dietro nella mano e la cosa più probabile è che il vostro avversario abbia centrato la doppia coppia.

Il rilancio al turn in generale è una grande dimostrazione di forza e il fold rappresenta la miglior soluzione in situazioni come questa. La domanda che vi dovrete fare è: ”Che cosa farò poi al river?”, il vostro avversario farà una bet out nel 99% dei casi e voi non avrete la mano giusta per chiamarlo, siete fuori posizione e non avete necessarie informazioni sul vostro avversario.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari