Friday, Oct. 18, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 6 Giu 2010

|

 

Come comportarsi contro una 3bet ?

Area

Siamo seduti under the gun ad un tavolo cash quando spilliamo una premium hand; optiamo per un rilancio standard ma un giocatore, seduto alla nostra sinistra, effettua una decisa 3-bet.

Cosa facciamo?! Ovviamente la risposta alla domanda necessita di un approfondimento e, come sempre, le variabili in esame saranno:  posizione, stacks, tipologia di avversario, immagine al tavolo e carte.

Ci troviamo di fronte ad una scelta con molte variabili e tre possibili soluzioni, ovvero il fold, il call, o la 4bet. Miscelando le variabili si ottengono molte combinazioni e dunque elencarle tutte sarebbe decisamente complesso, proviamo dunque a valutare almeno come queste, prese singolarmente, influenzino la decisione finale

Posizione:

  • se siamo in posizione potremmo decidere per un call o per una 4bet indifferentemente, e quindi concentrarci sulle altre variabili. Ad esempio, potremmo 4bettare uno shorstack per metterlo all-in preflop con mani come AK o coppie medio alte, limitarci a chiamare un deepstack per raisare la sua c-bet sul flop, ecc. Avremo insomma il coltello dalla parte del manico!
  • Se invece ci troviamo fuori posizione tendenzialmente dovremmo propendere per un Fold o una 4bet. Il semplice Call ci lascerebbe in una brutta situazione alla caduta del flop.

Stacks:

  • Se gli stacks sono molto grandi potremmo propendere per un Call o una 4bet avendo poi possibilità di movimento sul flop (ovviamente potremmo anche foldare). Inoltre grazie alla profondità di stack otterremo buone implied odds anche chiamando con un range abbastanza ampio.
  • se il nostro stack è invece esiguo dovremmo necessariamente optare per l’opzione Push/Fold. Chiamare servirebbe soltanto a committarci al piatto.

Tipologia avversario

  • Se l’avversario è molto TAG dovremmo ovviamente chiudere il range e scartare mani come AQ, JJ, in quanto quasi sicuramente saremo dominati o comunque molto indietro. Opteremo per un call o una 4bet a seconda della forza della nostra mano.
  • Se l’avversario è LAG il nostro range potrà essere più ampio, e mani come AQ, JJ potrebbero essere già in vantaggio. Anche qui propenderemo per un call o una 4bet a seconda della forza della mano, ma tendenzialmente preferiremo 4bettare questa tipologia di giocatori, in quanto molto spesso folderanno di fronte ad una eccessiva resistenza o commetteranno un errore chiamando con mani di media forza.

Nostra immagine

  • Se siamo stati etichettati come TAG probabilmente chiunque rilancerà su di noi lo farà con premium hands e quindi dovremmo 4bettare solo con AA, KK
  • Se siamo stati etichettati come LAG potremmo aprire un po’ di più il range e decidere di 4bettare anche mani come AK, QQ o in alternativa provare a intrappolare il nostro avversario limitandoci al call con mani molto forti.

Carte

  • Mani come AA,KK non necessitano di valutazioni. Meritano una 4bet sempre e comunque a meno che non si decida di giocarle in “trapping”
  • Mani come AK, QQ possono variare tra il call e la 4bet a seconda delle condizioni sopra viste e delle abilità di gioco postflop
  • Mani come  AQ, JJ tranne in particolari circostanze (oppo molto lag, stacks molto corti,ecc) finiranno il più delle volte nel muck.

Quanto appena visto è ovviamente una analisi superficiale e riassuntiva, utile solamente a dare delle linee guida al nostro ragionamento. Il level thinking, ad esempio, può essere un ulteriore elemento cruciale nel prendere certe decisioni, e può influenzarle in maniera del tutto opposta  quanto detto.

Per citare solo un esempio: un giocatore TAG potrà un buon 20% delle volte effettuare una 3bet in bluff o semibluff sfruttando la forza della propria immagine al tavolo e dunque una 4bet in bianco potrebbe farci aggiudicare il piatto preflop…ma questo è un altro capitolo…

GG

TomRight

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari