Come affrontare i tornei bounty: le taglie non devono essere un’ossessione | Italiapokerclub

Wednesday, Apr. 1, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Feb 2020

|

 

Come affrontare i tornei bounty: le taglie non devono essere un’ossessione

Come affrontare i tornei bounty: le taglie non devono essere un’ossessione

Area

Vuoi approfondire?

I tornei Bounty stanno diventando un parte sempre più consistente nel mercato degli MTT. Sia online e sia dal vivo l’offerta è davvero alta. Ma in quanti realmente sanno affrontare un torneo con le taglie? Le regole ovviamente sono le stesse degli altri tornei, ma cambiano dinamiche e soprattutto strategie.

Più avversari si eliminano e più taglie saranno incassate.

Di conseguenza serve un approccio diverso dal solito, senza dimenticare che oltre ai Bounty, c’è sempre il payout classico ad attendere i players nella seconda parte del torneo.

Ma in cosa consistono questi cambiamenti, si chiederanno soprattutto i novizi? Oggi cercheremo di approfondire il discorso, in modo da stilare una guida utile per questi eventi.

Taglia fissa o Taglia progressiva?

Ancor prima di parlare di strategie è giusto fare una considerazione. I tornei con bounty si dividono fra taglie fisse e taglie progressive. Le prime sono le più gettonate negli eventi live, le altre invece abbondano nel mercato dell’online. Per taglie fisse si intende un valore che viene indicato prima dello start del torneo e tale resta per tutta la durata. Se ad esempio il Bounty vale 100 euro per giocatore, eliminando 20 giocatori vinceremo 2.000 euro solo in taglie.

In quelle progressive invece, il valore di partenza cambia nel corso del torneo in base a quanti giocatori eliminiamo. Infatti per ogni bounty vinto, una parte andrà direttamente nelle nostre tasche, mentre l’altra parte gonfierà la nostra taglia. Di conseguenza più Bounty conquistiamo e più succulenta diventa la taglia sopra la nostra testa.

Taglie come chips e non come valore monetario

Fatta questa premessa, passiamo alla strategia dei tornei bounty. L’errore più comune, soprattutto fra occasionali e novizi, è quello di pensare al valore monetario della taglia dei nostri rivali (fissa o progressiva). Dovremmo invece sempre cercare di vedere le taglie come chips: vero che valgono soldi, ma non cambiano l’obiettivo per il quale ci siamo seduti, ovvero cercare di vincere il torneo.

Molto spesso i giocatori ragionano in termini di denaro, si lasciano ingolosire dal valore del Bounty specialmente se in formato progressivo. Ricordatevi sempre che state giocando un torneo e non una partita di cash game. Dunque resta sempre come obiettivo primario quello di fare chips e proseguire l’avventura nel torneo, il più deep possibili.

Cambiano i range

Nei tornei con taglie, il secondo errore più comune è giocare il torneo come se fosse senza taglie. Questo alla lunga non è un fattore positivo. Vero che abbiamo appena detto di non ragionare in termini monetari per le taglie, ma allo stesso tempo ci sono situazioni in cui gioco forza dobbiamo allargare il nostro range, rispetto a quando siamo seduti ad un torneo che non prevede Bounty.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Questo non significa lanciarsi ATC nella mischia o andare rotti con più facilità. Significa casomai affidarsi ad un range più ampio di mani e in certe situazioni chiamare allin con mani meno solide. Soprattutto se ci troviamo ad affrontare progetti. Quando parliamo di range ovviamente ci riferiamo sia ai range con i quali chiamiamo, ma anche a quelli con cui noi muoviamo in allin.

La vera chiave di svolta è quindi trovare il giusto equilibrio, fra non essere eccessivamente arroccati nel gioco e nemmeno delle schegge impazzite.

Non iscriverti troppo tardi nei tornei bounty

Sia online e sia live, è ormai diffusa la moda di iscriversi in ritardo ai tornei grazie alla late posticipate. Se nei tornei senza taglie può avere una sua logica, almeno nell’avvicinarsi alla zona premi, nel torneo con Bounty non esiste niente di più sbagliato. Iscriversi in ritardo a questi eventi significa perdere dei soldi, o comunque lasciare delle possibili vincite per strada. Le quali saranno colte ovviamente da altri giocatori.

Negli MTT Bounty soprattutto nei primi livelli c’è la tendenza a tuffarsi con maggior frequenza nei piatti. Proprio perché come abbiamo detto, molti si lasciano ingolosire dalla possibilità di vincere soldi immediati con le taglie. E una grande scrematura del field arriva direttamente dai primissimi livelli.

Se voi decidete di lanciarvi dentro al torneo in netto ritardo, non sfrutterete l’occasione di raccogliere chips e taglie che talvolta vengono lanciate dai giocatori meno esperti o troppo aggressivi. Quindi sia in rete o sia dal vivo, fatevi già trovare pronti al suono dello shuffle up and deal. Chi tardi arriva, male alloggia.

Conclusioni

I tornei con le taglie sono una sorta di mondo diverso, rispetto al classico evento senza bounty. Cambiano come detto strategie e dinamiche. Ma questo non vuol dire cambiare totalmente il proprio stile di gioco o stravolgere il proprio cammino per mettere le mani sopra ad una taglia.

Per quanto sia grande il valore di essa, soprattutto negli KO progressive, non dobbiamo mai dimenticare che il nostro obiettivo è quello di arrivare il più lontano possibile in un torneo, puntando per quanto possibile alla prima piazza. Taglie si, ma senza eccessi insomma.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari