Saturday, Jun. 6, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 30 Mar 2020

|

 

I quattro errori da non commettere, nelle fasi iniziali di un torneo online

I quattro errori da non commettere, nelle fasi iniziali di un torneo online

Area

Vuoi approfondire?

I giorni di quarantena hanno riportato il poker online su livelli che solo alla nascita delle .it avevamo visto. Numeri importanti e che ci spiegano anche il ritorno poderoso ai tavoli di tantissimi players occasionali che per svariati motivi si erano allontanati dal gioco. Insomma, un ritorno al passato anche forzato se vogliamo, ma che sta facendo vivere una seconda giovinezza al poker online delle .it.

Per molti giocatori quindi c’è da togliere di dosso una sorta di ruggine accumulata nel tempo. Soprattutto per quello che concerne le fasi iniziali dei tornei. E’ li che si annidano i pericoli più grandi e sempre li vengono commessi una serie di errori che pregiudicano poi il prosegue dell’evento.

Oggi analizzeremo 4 errori comuni che rischiano di segnare la fase iniziale dei vari MTT e con la speranza di aiutare quei giocatori occasionali a riprendere il giusto ritmo. Vediamo che errori non vanno commessi.

1 – Selezione delle mani

E’ un errore che si tramanda dalla notte dei tempi, quello di non selezionare a dovere le mani di partenza. Ma resta sempre di grande moda. Soprattutto fra coloro che dopo un periodo medio-lungo hanno deciso di tornare a giocare online. In questa tipologia di players c’è una sorta di smania di giocare un numero eccessivo di mani, specie nelle fasi iniziali del torneo.

Per questo motivo bisogna fare una cernita delle mani da giocare: allargare e restringere il nostro range dipende da diversi fattori. Tra questi la grandezza del nostro stack rapportato ai blinds, gli stack dei nostri rivali, la tipologia di giocatori presenti al tavolo e infine l’obiettivo minimo che siamo dati al momento dell’iscrizione del torneo. Quindi dosate bene la selezione delle vostri mani e soprattutto evitate di entrare in troppi piatti nella prime battute dell’evento.

2- Saper distinguere gli avversari

Anni o mesi di risposo, a seconda dei casi, hanno sicuramente rallentato i meccanismi per riconoscere la tipologia degli avversari al tavolo. Per questo motivo è necessario sapere riconoscere ogni singolo rivale nella sua tipo di gioco e soprattutto non trattare ogni players allo stesso modo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Saremo chiamati ad affrontare player chiusi, come giocatori maniac e quanto altro. Dunque riconoscere ogni avversario, determina poi saper affrontare anche il loro stile di gioco. Tutto questo ci permetterà di arrivare a scegliere sempre la miglior soluzione quando affronteremo ogni singolo rivale, basandoci appunto sulle informazione che sappiamo.

3 – Singolo o Multitavolo?

Nei tornei online spesso siamo portati ad aprire anche più di un tavolo per vari motivi: abbattere la varianza, un maggior divertimento, spezzare la monotonia e tempi lunghi di un solo tavolo e molto altro ancora. Aprire più tavoli quindi ci sta, ma a patto che questo non gravi su due aspetti altrettanto importanti.

Il primo concerne il Bankroll. Se aprire più di un tavolo rischia di mandarvi rotti diventa allora un controsenso. Fate bene i vostri conti prima. L’altro motivo che può diventare controproducente, riguarda l’abbassamento della concentrazione. Giocare su più tavoli vi porta a concentrarvi meno sul singolo tavolo e quindi alza il pericolo di fare degli errori alquanto decisivi per il proseguo del torneo stesso.

4 – Gioca con il tuo stile e non quello degli altri

Nelle prime fasi di un torneo, tutti siamo tendenzialmente a giocare con un range più largo e anche a rischiare qualcosa più del solito. Se questi aspetti sono anche logici, non dobbiamo però cadere nel tranello di voler trasformare ad ogni costo il nostro stile. Se non siamo molto avvezzi a giocare fuori posizione, limitiamoci a farlo solo con mani di un certo spessore.

Discorso simile per chi ama sempre aprire atc da late position. Il bluff fa parte del gioco ovviamente, ma dovremo poi anche essere in grado di saper affrontare un eventuale post flop se veniamo chiamati da uno o più rivali. Di conseguenza non snaturiamo il nostro stile, specie nelle prime battute. Ma giochiamo nel modo più confident possibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari