Thursday, Oct. 1, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 23 Ago 2020

|

 

Strategia ABC: cosa non dobbiamo mai fare preflop, gli errori da evitare

Strategia ABC: cosa non dobbiamo mai fare preflop, gli errori da evitare

Area

Vuoi approfondire?

Per coloro che si cimentano da poco tempo nel gioco del texas hold’em, è importante imparare dal principio ciò che non si deve fare quando ci si siede ad un tavolo, reale virtuale che sia.

Una delle prime cose da tenere a mente è quella di creare prospettive di profitto nel lungo periodo, imparando le basi del gioco pre-flop. Giocare troppe mani prima del flop porta inesorabilmente il player a commettere un grave errore che nel poker si ripercuote su noi stessi in termini di denaro.

Se il nostro gioco parte con giocate troppo loose, ogni volta che sbagliamo perdiamo dei soldi, e se sbagliamo spesso il nostro bankroll verrebbe azzerato senza mezzi termini. Vediamo nello specifico, prima quello che è giusto fare e poi quello che non va fatto assolutamente.

Selezioni delle mani

Imparare a selezionare come e quando giocare determinate mani è la cosa più semplice per diventare profittevoli nel lungo periodo.Il bisogno di selezionare mani profittevoli diventa importante, perché a lungo andare hanno un’aspettativa positiva.

Viceversa, non c’è ragione di fare call con quelle starting hands che giocano solo nella speranza di avere poca probabilità di migliorare con l’aiuto del board.Così si evita di compiere errori banali che alla lunga possono rilevarsi molto costosi.

Evitare di fare cold-calling

Su rilanci degli avversari con mani facilmente dominabili o estremamente mediocri, chiamare puntate quando non abbiamo messo ancora nessuna chip nel piatto e con altri players che devono parlare dopo di noi,  è un cold-call.

Non sempre, ma in linea generale un rilancio equivale ad una mano molto forte; di conseguenza dovreste giocare solo carte molto forti, evitando di incappare in situazioni di dominazione.

Un giocatore con poca esperienza commetterà questo errore con una frequenza tale da perdere più buy-in del dovuto. Chiamare i rilanci con un range di mani troppo ampio farà finire troppo spesso tutte le chip nel piatto.

Questi sono call terribili; nel lungo periodo materializzeranno frequentemente le possibilità che il  bankroll andrà broke. Motivo più che valido per effettuare un gioco che sia intelligente e costantemente profittevole. Lasciamo questi errori nocivi ai nostri avversari.

La dominazione è una situazione molto sfavorevole, che ci lascia solo il 30% di probabilità. Rimanere intrappolati in queste mani quando si è consapevoli della forza dimostrata da un avversario significa non aver capito come sfruttare l’abilità e la matematica.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Si sminuiscono tutti i dettagli nella speranza di legare in maniera fortunosa. Cerchiamo di evitare situazioni da suicidio annunciato.

Evitare il gioco fuori posizione

Ricordate di giocare le vostre carte analizzando in maniera dettagliata le condizioni di gioco. La situazione che volete crearvi, qualunque essa sia, deve farvi imboccare la via del profitto.

Alcune carte hanno bisogno di essere migliorate dal flop, altre saranno da giocare solo se nessuno ha effettuato un rilancio. Spesso folderete con mani marginali dopo un rilancio, ma con le stesse rilancerete se nessuno ha parlato prima di voi.

In ogni situazione appena descritta avrete bisogno di conoscere le carte dei vostri avversari, ma dalle prime posizioni brancolerete nel buio. Fare limp con mani deboli o rilanciare con coppie basse può essere compromettente per il vostro stack.

Oltremodo sarete costretti a giocare fuori posizione il punto marginale che avete legato con l’aiuto del flop.

Troppo spesso inseguirete progetti che vi costeranno in maniera elevata rispetto al loro reale valore. Fuori posizione correte il rischio ulteriore di subire un controrilancio dopo aver chiamato la puntata di un avversario.

Se si entra nel piatto senza sapere cosa faranno gli altri presenti al tavolo, dovremo farlo con le spalle coperte, con carte che siano in grado di contrastare un reraise o molti limp.

Studiamo bene questa arma a doppio taglio, cercando di sfruttarla a nostro favore. Troppo spesso ci sediamo ai tavoli dove i nostri dirimpettai giocano troppe mani, spingendosi oltre il baratro dell’errore.

Se da una parte può risultare difficile leggere queste persone, dall’altra si può ricavare un profitto maggiore evitando di commettere gli sbagli di coloro che ci circondano.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari