Friday, Oct. 30, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 27 Set 2020

|

 

Come fare il salto di qualità nel poker? Evita questi sei tells

Come fare il salto di qualità nel poker? Evita questi sei tells

Area

Vuoi approfondire?

Il poker live in questo 2020 è stato per lo più un miraggio. Un qualcosa che si è visto poco e che si vedrà poco anche in questa parte finale dell’anno. Nella speranza che quanto prima si possa tornare ad una parvenza di normalità anche nel poker dal vivo, facciamo un po’ di ripassi. In fondo, prima a poi torneremo a giocare live.

Molti si chiedono cosa fare per ottenere un salto di qualità nel mondo del poker. Le risposte sono tantissime, ma come in tutte le cose, partiamo dalla base. Ovvero costruiamo la casa dalle fondamenta e così partiamo dai Tells. Non tanto quelli che potremmo carpire dai nostri rivali.

Quelli nostri invece. Quei Tells che rischiano di costarci caro: incassando meno e allontanandoci dal famoso level up che tutti cerchiamo.

Vediamo cosa dobbiamo evitare.

1 – Gambe in movimento

Uno dei tell più clamorosi nel poker live è il movimento nervoso e continuo delle gambe sotto al tavolo. Quante volte vi sarà capitato di agitare nervosamente le gambe, mentre eravate seduti al tavolo? E quante volte vi è capitato di farlo durante una mano importante? E poco importa se avevate un punto oppure in pieno bluff. E’ un tell da evitare sempre. Contro giocatori scafati sarete perfettamente leggibili. Quindi gambe ferme e meno movimenti possibili.

2- Gli occhi sono lo specchio dell’anima

Vero che dentro i casinò non batte il sole e vero che in molti usano occhiali per moda, ma gli occhi troppo spesso sono un veicolo di informazioni. Dallo sguardo dei giocatori si capisce se stanno “raccontando” una storia vera oppure no. Gli occhiali insomma servono per limitare questi tell. Soprattutto diventa difficile capire dove un player guarda, quando indossa gli occhiali e forse passa inosservato anche mentre rivede le proprie carte, in cerca di un progetto.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

3- Bocca mia, taci!

Meno si parla al tavolo è meglio sarà per noi. Già di per se il regolamento vieta dialoghi al tavolo, se dentro la mano sono coinvolti più di due giocatori. Ma anche nel “testa a testa” sempre meglio evitare. Specie se state affrontando un player  in grado di carpire informazioni anche dal solo suono della vostra voce. Per dirla alla Oronzo Canà, alias Lino Banfi: “Sarò muto come un pesce, a cui hanno operato le corde vocali“.

4- Vietato smascellare

Un altro tipico tell che in qualche modo si ricollega a quello precedente è il movimento continuo della bocca. Smorfie, piccoli morsi alle labbra, dita portate sulle labbra stesse e una mascella che non stai mai ferma. Sono tutti piccoli indizi che sommati assieme rischiano di trasformarvi in un libro aperto per i vostri avversari. Dunque silenzio e bocca immobile.

5- Attenzione alle chips

Altro tell su cui porre l’accento è l’abuso di trick al tavolo con le chips. Specialmente se siete coinvolti nella mano. Anche il semplice giocherellare con le fiches può dare informazioni importanti. Attenzione poi quando muovete le chips nella puntata. Cercate di non far tremare la mano e nemmeno di far cadere goffamente una pila di gettoni. Movimenti compatti e sicuri durante le bettate.

6- Non mostrare le carte

Quante volte vi sarà capitato di vedere giocatori al tavolo che chiudono punti pesanti e iniziano a far vedere le carte al vicino di posto? Un miliardo di volte sicuramente. Allora, ricordiamoci in primo luogo che non vanno mai fatte vedere le carte a nessuno per non incorrere in sanzioni. In secondo luogo, se fate vedere le carte al vostro vicino e poi vincete senza showdown il piatto, la regola vi impone di mostrare obbligatoriamente a tutto il tavolo la vostra mano. Infine, ma non meno importante, mostrare la vostra mano a destra e manca, equivale a mettere un cartello con la scritta: “Sono pieno come un uovo“. Soltanto un pazzo vi pagherà.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari