Friday, Oct. 22, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Set 2021

|

 

A scuola di size con Ankush Mandavia

A scuola di size con Ankush Mandavia

Area

A poker le dimensioni contano: sappiamo bene che dalla size della puntata in rapporto al piatto dipendono le pot odds.

A seconda dell’effetto che si vuole ottenere, quindi, si possono manipolare le dimensioni delle bet.

A spiegare come farlo al meglio è il fortissimo statunitense Ankush Mandavia, quasi 5,5 milioni di dollari vinti in tornei live, che al portale CardPlayer ha rivelato i suoi trucchi sul dimensionamento delle puntate a poker.

 

 

Le variabili delle size preflop

Mandavia prende a esempio una mano in cui deve stabilire la size di tribet da late position con una mano forte. Le variabili sono tante:

“Dipende sempre dal flow della partita, dalla history, dalle mani che sono state girate, dalla posizione e dagli stack. Anche la coppia che hai in mano sposta tanto.

Se hai coppia di assi con meno di 20bb di stack e apre un avversario solido, tanti giocatori preferiscono chiamare. Inoltre dipende dagli stack che devono ancora parlare e da quanto spesso vanno in squeeze. Se fino a quel momento hai avuto un range di call ampio, devi infilare qualche coppia alta per giocare bilanciato. Di solito, con stack più profondi, diciamo superiori a 40bb, devi tribettare per valore. Se hai giocato tante mani e sei arrivato a showdown con mani come J-9 in piatti tribettati, vuoi continuare a tribettare le coppie alte.

Sotto i 40bb di stack le cose si fanno più tricky e dinamiche. Per esempio, se apre un giocatore ricreazionale che non ha giocato una singola mano fino a quel momento, e hai coppia di jack con uno stack di 35bb, probabilmente non vorrai mettere tutto lo stack al centro e preferirai flattare. Se apre un reg solido invece con coppia di jack non avrai problemi a mettere tutto in mezzo.

Un altro fattore da considerare è il giocatore sul big blind, se è qualcuno che vuole giocare tante mani e hai uno stack short è meglio chiamare per tenere dentro la sua mano, lasciargli trovare un pezzo di board e poi prendergli tutto lo stack.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Le variabili delle size postflop

Per stabilire i punti focali delle size postflop, invece, Mandavia prende a esempio uno spot in cui si arriva alle prime tre carte comuni con coppia di assi dopo che un avversario ha chiamato la tribet preflop.

“Dimensionare la puntata al flop con una overpair, quando chiamati, dipende dalla texture del board e dal range. Se vieni chiamato preflop in uno spot con 40bb di stack effettivo ed esce un flop 10-9-8, con gli assi devi pot controllare la maggior parte delle volte e checkare dietro. Devi valutare il range di call dell’avversario mentre decidi di bet e size.

Se l’avversario gioca le middle pair e le broadway in modo pesante, devi procedere con cautela. Se è capace di trapparti preflop ne devi essere consapevole. Questa considerazione sfuma con stack più short, in cui devi avere la mentalità che se ce l’hanno, ce l’hanno e basta.

La texture del board influenza notevolmente la size delle puntate. Per esempio, se hai uno stack di 30bb, tribetti AA, vieni chiamato e scende un flop Q53, puoi dimensionare una bet piccola perché non hai paura di dover proteggere la tua mano.

Se invece avessi gli assi rossi dovrai puntare una size più grande perché l’idea di un’altra picche spaventa. La maggior parte delle volte, con overpair su un board con carte basse non coordinate, non avrai problemi a puntare.

Ma se per esempio hai coppia di re con uno stack di 30bb e scende un flop A-x-x, vorrai puntare piccolo, se non proprio checkare per pot control. Non è un board ideale per puntare. Di solito, in questi spot con cbet, contro i professionisti devi essere bilanciato e contro i giocatori ricreazionali puntare tanto.”

 

Foto in alto: PokerNews

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari