Friday, Oct. 18, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 24 Set 2010

|

 

Dieci regole per passare dai Sit&Go al Cash Game

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dieci regole per passare dai Sit&Go al Cash Game

Area

Nonostante le voci di corridoio e le notizie talvolta discordanti, il cash game siamo certi che, presto o tardi, sbracherà anche sulle Poker room italiane. A quel punto, probabilmente il traffico dei S&G diminuirà pesantemente per lasciar spazio, almeno in un primo momento, alla novità.

Ma come passare dai S&G al poker cash? Di segutito ho provato ad elencare alcune regolette tranedo spunto degli errori più comuni che vedo commettere ai giocatori provenienti dal mondo “Sit e Tornei”.



Capire la differenza di valore di Top Pair Top Kicker.

Questa è certamente una delle cose più facili da capire ma più difficili da metabolizzare. Accoppiare il flop con AK  con davanti a noi ancora 10 big blinds è ben diverso che accoppiarlo con ancora 100 o più big blinds, ed aver ricevuto uno o due call preflop in un cash game rappresenta ben altre mani che in un sit & go ad high blind. I range sono molto più wide e difficilmente sapremo come siamo messi al flop. Non mi dilungherò in questo argomento rimandandovi ad un apposito articolo: xxxx

Evitare il multitabling estremo

Si lo so, siete grinder spietati, avete per due anni consecutivi massato migliaia di S&G turbo multitablando 20 tavoli per volta, ma adesso STOP. I ring game sono un gioco che necessita di una attenzione estremamente più elevata, ogni sfumatura o indizio sui vostri avversari può valere un intero stack, le azioni non sono più meccaniche come lo sono state fino ad adesso perché non vi troverete mai a spingere i resti ATC perché corti, né a pushare preflop il vostro AK. Multitablare oltre i 4 tavoli è vivamente sconsigliato ed evitato anche dai Top players mondiali in quanto il guadagno atteso cala drasticamente.

Cercare di non farsi influenzare dal “queste chips son soldi veri”.

Quando giocate, che siano 10 euro o 1000 euro poco importa, le azioni giuste o sbagliate, rimangono tali indipendentemente da quanto per voi valgano quei soldi. Non si insegue un progetto fuori odds solo perché “tanto son  20 centesimi”, nè si folda quando le pot-odds sono fantastiche perché “cavolo 200 euro son tante!”. Giocate ben rollati e trasformate anche mentalmente il vostro stack in chips.

Saper fare Pot Control.

Segnatevi con un bel pennarellone indelebile questa parola su tutti i muri e tutti gli specchi.Questa è forse la difficoltà maggiore per chi ha il cervello ormai un po’ atrofizzato sui S&G.

Ottimo, ho Top Pair, spingo tutto!” NO!!! Il cash è un gioco che lascia sempre ottime implied odds per giocare mani speculative e coppie in set-mining, e noi non vorremo farci staccare ripetutamente dai nostri avversari. Mantenere i piatti bassi quando la nostra mano è un punto di media forza è una regola fondamentale: imparate a fare dei check nei dovuti spot. (Cercate i relativi articoli su IPC: check al flop, check al turn, check al river)

Scegliere il tavolo e la posizione.

Nonostante abbiate letto migliaia di volte dell’importanza di questi due fattori, non avete mai avuto modo di sperimentarne la scelta in quanto avrete perlopiù scelto i tavoli in funzione dell’ordine di partenza (per motivi legati magari al traffico della room) evitando al massimo qualche tavolo troppo pieno di Regular, e la posizione vi è sempre stata assegnata. Bene, è il momento di riprendere quelle letture ed affrontarle con una nuova ottica, adesso sarete voi a scegliere tavolo e posizione e dovrete saper analizzare i parametri del tavolo in funzione del vostro stile di gioco e scegliere con cura la posizione in funzione della tipologia di giocatori e degli stacks coinvolti.

Darsi obiettivi di sessione

Datevi un obiettivo numerico o temporale per ogni sessione, ma NON datevi come obiettivo una cifra da guadagnare! La scelta più giusta che potete fare è quella di fissare il numero di mani (o il numero di frequency point nel caso che abbiate bonus/status da sbloccare o raggiungere) o il numero di ore da giocare. Darsi obiettivi monetari è il più grave errore che possiate commettere perché le sere in cui sarete in negativo continuerete a giocare come “riposseduti” per ore ed ore rischiando di chiudere ancor più in negativo, e le sere che raggiungerete invece il vostro obiettivo molto velocemente, chiudereste probabilmente una sessione in cui siete particolarmente in forma e concentrati, perdendo così valore.

Non essere troppo certi delle proprie capacità.

Migliaia di giocatori vincenti di S&G sono dei perdenti cronici ai tavoli cash. Le regole del gioco son le stesse, le strategie due mondi diversi di galassie lontane!

Non siate presuntuosi, rimettetevi a studiare come faceste un tempo per imparare il THE da zero, ed anche se il vostro bankroll accumulato in anni di S&G vi permette di poter giocare rollati tavoli no limit a tre o quattro cifre, riiniziate dai minimi perché il Bankroll giusto per giocare senza competenze si avvicina ad un numero tendente ad infinito.

Comprarsi un software di analisi ed imparare ad usarlo seriamente

Adesso un software è indispensabile. Molti di voi avranno comprato Hold’em manager o Pokertracker, ed avranno imparato giusto a capire se questo mese hanno perso per colpa della varianza o meno, ed a scovare qualche MacroLeak, altri avranno utilizzato l’HUD per capire di che razza di avversario si tratti quello seduto alla loro destra o sinistra, ma nessuno di voi avrà fatto un serio e costante lavoro di “labor limae”: mano per mano, situazione per situazione, posizione per posizione, board per board, punto per punto, action per action, field per field, ed incrociato le centinaia di combinazioni per capire dove potrebbe perdere una chips in meno e dove guadagnarne una in più.

Non lo avete fatto perché in effetti non vi serviva molto: poco importa in un Sit trovarsi a bui 100/200 con 3.000 o 3.020 chips, mentre nel Cash guadagnare in un ora un big blind in più significa aumentare il guadagno orario incredibilmente: per un giocatore che guadagna in media 5bb/100 è un incremento che va dal 20% al 40% !!! Un enormità!

Saper giocare stili diversi

Ad un tavolo cash, il vostro stile di gioco dovrà saper cambiare repentinamente in funzione degli avversari, degli stack, della history, della immagine che avete dato durante la sessione o distrutto con l’ultima mano; dovrà poter cambiare in funzione di chi si siederà al tavolo. Un solo giocatore scarso che si sieda può cambiare le dinamiche dell’intero tavolo: i players forti inizieranno a rilanciare per isolarlo e poter giocare contro di lui in HU in modo da far dominare le loro maggiori Skills. Cambieranno i loro range di open raise quando questi sarà sui bui, ecc.

Anche voi dunque dovrete saper adattarvi molto in fretta, in funzione della “storia del tavolo”, ed alternare stili, ricalibrare il vostro range e quelli avversari, cogliere i leak degli opponent che si presenteranno e sfruttarli, ed inoltre dovrete cercare di risultare illeggibili!

Non sopravvalutare i rischi di draw

Molti giocatori provenienti dai sit sopravvalutano il rischio di draw a discapito del potcontrol, ma la maggior parte delle volte in cui si è avanti al nostro avversario lo si sarà anche alla streets successiva. Se non si è certi della forza della nostra mano e si ha l’opportunità di mantenere basso il piatto perché non farlo?! I benefici che se estraggono, sono molteplici, sia in termini di guadagno atteso che di action desiderata, ma questo è un tema molto lungo e delicato che meriterà di essere trattato a parte.

GG

TomRight

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari