Tuesday, Aug. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Caramatti deep stack al 6-handed, avanti anche Alioto

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Caramatti deep stack al 6-handed, avanti anche Alioto

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Niccolò Caramatti e Dario Alioto: questi i nomi dei due giocatori di Sisal Poker che oggi hanno superato il Day1 dei rispettivi tornei, il #23 No Limit Hold’Em 6-handed da 3.000$ e il #24 Omaha Hi/Lo Split 8 or better. Due situazioni completamente differenti però: se Caramatti approda con uno stack ampiamente sopra average che gli consentirà ampi spazi di manovra, Dario Alioto arriva con poco più di 4.000 gettoni quando i bui saranno 300-600. Intanto Cristiano Guerra e Gabriele Lepore avevano tentato anche loro il colpo al 6-handed, ma la loro corsa si arresta nella prima metà del Day1.

CARAMATTI CARRARMATO – 141 rimasti su 924 partecipanti. 108 a premio. Gioca il suo miglior poker e non si ferma più: Niccolò Caramatti esprime la sua voglia di ottenere un risultato importante a queste World Series con un gioco eccellente e una strategia che gli consente, sin dai primi livelli, di costruire un grande stack e far valere la propria edge. Il pro di Sisal Poker incappa però in “Tavoli molto difficili, dove venivo spesso 3bettato preflop e dovevo affrontare avversari validi nel post-flop”, però Niccolò gestisce al meglio situazione e a fine giornata dichiara: “Il torneo è andato molto bene, sono contento di come ho giocato”.

ALIOTO C’E’ – 187 left sui 256 dello start. Nonostante il field pessimo che Alioto ha riscontrato nel suo torneo Omaha Hi/Lo, il capitano non riesce ad approdare con più di una manciata di bui al Day2: solo 4.000 chip. E le bet saranno 500/1.000 domani. “Ho avuto alti e bassi, ero arrivato anche a 24.000, poi sceso sulle 15.000 ho perso un grosso piatto con Ben Lamb che mi ha scoppiato al river”. Eppure il field, come dicevamo prima, non era un granché, e Alioto era anche capitato bene: “Penso di aver avuto il peggior tavolo del torneo, era una cosa incredibile”. Dopo la mano persa al river, Dario rimane con 4.500, paga i bui e aspetta una mano per spingere che però non arriva: “Se ho una mano decente sono disposto anche a giocarmi il flip con così poche chip, poi domani c’è un bel torneo Omaha alle 17.00, però non ho avuto davvero occasione di giocare una mano fino alla fine e ho dovuto imbustare quello che mi rimaneva”. Così Dario gestisce il suo short-stack e approda al Day2 tentando la gran rimonta.

TORNEI CHE VANNO, TORNEI CHE VENGONO – Anche Cristiano Guerra e Gabriele Lepore hanno giocato oggi il No Limit Hold’Em 6-handed da 3.000$, ma con esito negativo. I due ci riproveranno al 4-handed che si giocherà il 14 giugno, torneo in programma anche nello schedule di Caramatti, mentre Alioto, se non troverà le carte giuste nelle prime mani di domani, si iscriverà al Pot Limit Omaha da 3.000$ che inizierà alle 17.00.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari