Wednesday, Jul. 8, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Lug 2014

|

 

WSOP 2014: Limongi e altri 14 italiani al Day 2B del Main Event! Dubinskyy vince il Little One for One Drop

WSOP 2014: Limongi e altri 14 italiani al Day 2B del Main Event! Dubinskyy vince il Little One for One Drop

Area

Vuoi approfondire?

2.144 giocatori hanno affollato le sale da gioco del Casinò Rio per il Day 1B del $10,000 No-Limit Hold’em Main Event, l’evento più atteso da fine maggio a oggi a Las Vegas.

Sono approdati al Day 2B quindici italiani: Michele Limongi (110.625), Michael Tabarelli (99.850), Sergio Castelluccio (96.650), Alessio Isaia (83.525), Michele Bianchi (74.500),  Carlo Savinelli (60.625), Max Pescatori (60.600), Andrea Carini (59.975), Christian Nuvola (53.925), David Bravin (50.375), Salvatore Bianco (36.800), Alessio Pillon (36.050), Leonardo Romeo (36.00), Roberto Musu (24.900) e Cristiano Viali (18.875).

A fine giornata, dopo aver infilato le chips nelle buste, qualche azzurro ha scambiato due parole con il nostro inviato di IPC. Partiamo da Michele Limongi, autore di un’ottima prestazione al Day 1B: “Il tavolo più facile della mia vita! Chiudo a più di 100.000 e potevano essere almeno 48.000 in più, visto che al terzo livello ho perso un colpo andando ai resti turn con l’avversario che chiude colore river”.

Molto bene anche Sergio “Genio” Castelluccio, subito concentrato dopo la deep run al Little One for One Drop: “E’ andata bene, ho aggredito tanto. Diciamo che gli avversari hanno messo sotto quando erano sopra e hanno chiamato quando erano sotto”.

Tranquillo anche il capitano del Team Pro Poker Club, Max Pescatori:  “Dopo la pausa cena nulla di particolare da segnalare, unica cosa mi dispiace aver eliminato Luca Stevanato KQ>AA chiudendo scala river ma era short e dopo aver raisato non posso mollare il colpo”.

Avanti anche Salvatore Bianco, grande protagonista di queste WSOP 2014: “Una giornata tutto sommato normale, ad alti e bassi, chiudo a 36K. L’unica mano da segnalare quando con A-A ho coolerato uno short 4bettandolo, lui aveva dietro 9,5 e ha snappato con KK”.

Carlo Savinelli: “Chiudo a 61K, ho giocato davvero chiuso perché sono capitato al tavolo con 4 forti reg del .com ma sono riuscito a salire con tanti piccoli piatti. L’unico pot grande che ho vinto è stato quando ho eliminato un signore anziano con J-J bet-chiamando il suo push su 8-10-2-9, lui gira Q-10”.

Un po’ di saliscendi invece per Andrea Carini: “Ero salito fino a 80k con piatti uncontested, poi ho perso un brutto colpo nel finale”.

Chipleader del Day 1B (1.428 i giocatori sopravvissuti) è John Luxemburger III, di cui non si ha nessuna traccia nei database che registrano le vincite, che comunque ha chiuso in vetta al chipcount con 193.450 chips. Seconda piazza per Sarkis Hakobian (190.125) e Ryan Buckholtz (189.000). Molto bene anche il November Niner 2010 Matt Affleck, che ha accumulato 122.150 fiches.

Tra i big che hanno deciso di entrare nel Main Event dal Day 1B, accedono al Day 2 gli ex-campioni Dan Harrington e Huck Seed, così come gli ex-November Niners Michiel Brummelhuis, Kevin Schaffel e Antoine Saout e altri fenomeni come Brian Hastings, Melissa Burr, Lex Veldhuis, Marvin Rettenmaier, David Williams, Faraz Jaka, Mike McDonald, Erik Seidel, Vanessa Selbst e Jason Somerville.

 

 

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Hanno dovuto invece abbandonare subito il torneo David Diaz, Mohsin Charania, Bertrand “ElkY” Grospellier, Paul Volpe, Chris Moorman, Joe Serock, Dan Shak, Robert Mizrachi, Minh Ly, Andy Black, David “Doc” Sands e Kevin Saul.

 

ScreenHunter_03 Jul. 07 13.02

 

Ma assieme alle WSOP era in corso il tavolo finale di un altro evento, il $1,111 Little One for One Drop. Ad aggiudicarsi il penultimo braccialetto delle WSOP 2014 è l’ucraino Igor Dubinskyy, che si è aggiudicato il suo primo braccialetto e il primo premio da $637,539.
2014 World Series of Poker

 

Dubinskyy ha sconfitto al testa a testa finale l’americano Theodore Driscoll, che si è dovuto accontentare del secondo posto e di $394,281. Solo quinto invece Eric “basebaldy” Baldwin, il giocatore più noto del final table, che partito secondo in chips è sceso drasticamente nel count, prima di raddoppiare contro Driscoll e venire definitivamente eliminato da Brandon Eisen.

 

ScreenHunter_01 Jul. 07 11.26

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari