Sunday, Nov. 28, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Giu 2010

|

 

6 Giugno – Day10 – WSOP 2010 – Dwan a un passo dal primo braccialetto

Area

Il decimo giorno delle World Series Of Poker è stato caratterizzato da una grande attesa per l’evento #11 nel quale Tom “Durrrr” Dwan si è presentato all’heads-up finale contro Simon Watt per la caccia la titolo.

La sala è stata presa d’assalto da tifosi del giovane PRO di Full Tilt e fino alle 3 di notte tutti hanno sperato che potesse essere la giornata giusta.

Alla fine però il giovane Durrrr ha mancato l’appuntamento con il primo braccialetto perdendo l’heads-up in cui era partito con un grosso gap, ma sicuramente ci riproverà nei prossimi giorni; la giornata ha visto due nuovi campioni festeggiare il titolo, Simon Watt e Matt Matros vincitore dell’evento #12 Limit Hold’em 1,500$ buy-in.

Evento #11 No-Limit Hold’em 1,500$ buy-in 2,563 iscritti 3,460,050$ prize pool

Partiti in 21 si è arrivati alla pausa cena con il final table definito: Tom Dwan si presenta con lo stack più corposo ed è il grande favorito per la vittoria. Durrrr addirittura non ha avuto il tempo di cenare perché ha dovuto spostare la sua attenzione sull’evento #15, praticamente multitablando i due eventi!

Tom Dwan 2,415,000
David Randall 2,085,000
Austin McCormick 1,800,000
Simon Watt 1,345,000
Jason Young 1,140,000
Michael Smith 1,085,000
Eric Ladny 745,000
Marvin Rettenmaier 540,000
Kyle Winter 420,000

Il tavolo procede abbastanza spedito e dopo le prime quattro eliminazioni Durrrr è fermo a quota 2,8 milioni di chips secondo al solo Randall che si sta rivelando il più aggressivo al tavolo. Randall consolida ancor più la sua leadership eliminando Jason Young in quinta posizione e Austin McCormick in quarta. Quando sono rimasti in tre al tavolo Dwan è lo short stack:

  1. Randall   7 milioni
  2. Watt 3,4 milioni
  3. Dwan 1,2 milioni

Durrrr però non demorde e riesce in due colpi contro Randall ad arrivare nuovamente a 2,5 milioni. Randall continua ad aggredire, ma ecco che commette una grossa imprudenza cedendo metà del suo stack a Watt: manda la vasca dopo il re-raise dell’avversario e allo showdown mostra 10-6 che non riesce sul board a battere il 7-7 dell’oppo. Randall verrà eliminato a seguire sempre dallo stesso Watt che si presenta ll’heads-up contro Tom Dwan con un buon vantaggio:

  1. Watt 8,38 milioni
  2. Dwan 3,16 milioni

Dwan ci ha provato tentando di annullare il gap, ma Watt con molta calma lo ha aspettato e ha assestato il colpo definitivo: dal bottone rilancia a 280K ricevendo il call, flop J-T-2, Watt scherza sul flush draw e Dwan punta 260K, Watt fa call; turn A, entrambi fanno un pò di scena e Dwan punta 740K, Watt ci pensa e dopo circa due minuti annuncia l’allin trovando l’immediato fold di Durrrr che scivola a 1,6 milioni. Passano circa 10 minuti e Watt 9-9 pesca Dwan in un tentativo di blind steal con Q-6, board 8-A-A-A-K e match chiuso. Questo il payout dell’evento:

1 Simon Watt 614,248
2 Tom Dwan 381,885
3 David Randall 270,299
4 Austin McCormick 194,939
5 Jason Young 142,346
6 Michael Smith 105,185
7 Marvin Rettenmaier 78,681
8 Kyle Winter 59,547

Evento #12 Limit Hold’em 1,500$ buy-in 625 iscritti 843,750$ prize pool

Matt Matros vince l’evento battendo in heads-up Ahmad Abghari, arrivato all’heads-up con uno stack maggiore Matros ha controllato la situazione con grande abilità. Marco Traniello mette a segno il suo primo ITM in queste WSOP grazie al 22mo posto.

Questo il payout:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

1 Matt Matros 189,870
2 Ahmad Abghari 117,272
3 Terrence Chan 83,185
4 Georgios Kapalas 59,838
5 Adrian Dresel-Velasquez 43,647
6 Jason Potter 32,281
7 Jameson Painter 24,198

Evento #13 No-Limit Hold’em 1,000$ buy-in 3,042 iscritti

1,120 iscritt al day1B chiuso con Michael Lederer chip leader a 77,350 chips, si ripartirà domani con i 566 giocatori in gara provenienti dalle due giornate di qualificazione. La prima moneta vale472,429$.

Evento #14 2-7 Draw Lowball No-Limit 1,500$ buy-in 250 iscritti 337,500$ prize pool

Fuori tutti gli italiani, nessuno a premio, in gara testano 7 gioactori a contendersi il titolo guidati da Nicholas Binger con 309,000 chips.

Questa la situazione da cui si ripartirà domani:

1 Nicholas Binger 309,500
2 Derric Haynie 189,000
3 Yan Chen 182,500
4 Mike Wattel 146,000
5 Alexander Kravchenko 144,500
6 James Bord 83,800
7 Todd Bui 68,500

Evento #15 Seven Card Stud Hi-Low Split-8 or Better Championship 10,000$ buy-in 170 iscritti

I migliori sono tutti nelle prime file dopo questa prima giornata: Phil Ivey, Jennifer Harman, Barry Greeinstein, Eli Elezra, ma si sono ben difesi anche gli italiani Alessio Isaia, Max Pescatori, Dario Minieri, Dario Alioto.

Questo il chip count aggiornato del day1:

1 Marco Johnson 121,500
2 Alexander Dovzhenko 116,600
3 Phil Ivey 109,800
4 Christopher George 103,500
5 Sirious Jamshidi 103,100
6 Jennifer Harman Traniello 93,500
7 Francisco Hernandez 89,000
8 Barry Greenstein 88,700

Alessio Isaia 77,200
Max Pescatori 63,100
Dario Minieri 53,000
Dario Alioto 31,600

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari