Tuesday, Oct. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Giu 2019

|

 

WSOP 2019: Sorrentino va di fretta nel Marathon, in corsa Guerrini e Suriano

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2019: Sorrentino va di fretta nel Marathon, in corsa Guerrini e Suriano

Area

Vuoi approfondire?

Italiani all’assalto del Marathon. Alle WSOP 2019 gli azzurri provano a mettersi in luce nell’evento più tecnico e lungo di tutta la kermesse, main a parte ovviamente. Raffaele Sorrentino viaggia spedito nel corso del day 1 e con lui altri sei azzurri si assicurano il passaggio alla seconda giornata. Per alcuni di essi, come Michele Guerrini e il braccialettato WSOP 2014 Davide Suriano, servirà un cambio di passo per recuperare il gap.

Negli altri eventi le varianti dominano la scena e fanno incetta di giocatori. Soprattutto il torneo di PLO Deepstack ha attirato la bellezza di 2.577 players nel corso del day 1 e dopo una discesa senza freni restano in corsa appena 215 giocatori. Se due italiani si fermano a premio, altri due azzurri intascano il pass per il day 2 e sognano il grande colpo. La strada però è ancora lunga verso il bracciale dell’evento#25. Vediamo quindi nello specifico cosa è successo evento per evento alle WSOP 2019.

Evento#25, (2.577 ingressi,  $1.352.925, 215 left)

Il PLO va di moda alle WSOP 2019. Grande affluenza per il day 1 del “$600 Pot Limit Omaha Deepstack“. In 2.577 si sono presentati ai nastri di partenza del day 1 e solo in 215 completano il taglio del nastro verso la seconda giornata. Fra questi anche due azzurri: si tratta di Alessandro Di Meo (242.000) e di Giuseppe Maggisano (176.000). Entrambi proseguono la corsa sicuri di essere a premio. Il prize pool di 1.352.925 dollari è stato spalmato su 387 posizioni “In the Money“.

Dopo lo scoppio della bolla, due azzurri si sono avviati alle casse. Il primo è Daniele Vesco, out al 366° posto, per 942 dollari, mentre l’altro è Michael Tabarelli. Quest’ultimo si arrende in 274° piazza e riceve una ricompensa di 1.026 dollari. Corey Wright è lo scatenato leader della prima giornata. Un rush che lo porta ad accumulare la bellezza di 1.726.000, quando il rivale più vicino è Robert Valden con 1.275.000. Nella top ten c’è spazio anche per Cliff Josephy: il November Nine 2016 si porta al settimo posto generale con 1.009.000.

La top 10

1 Corey Wright  1,726,000
2 Robert Valden  1,275,000
3 Ryan Bambrick 1,159,000
4 Peter Linton 1,130,000
5 Peter Eichhardt 1,100,000
6 Rafael Lebron 1,059,000
7 Cliff Josephy 1,009,000
8 Alex Feiner 1,003,000
9 Darko Stojanovic 987,000
10 Ioannis Angelou  970,000

Evento#26, (941 ingressi, 467 left, late aperta)

Un valanga di giocatori ha confermato l’ottimo feeling con il “$2.620 NLH Marathon“. L’evento#26 nella prima giornata ha messo assieme 941 players e in 467 hanno raggiunto il day 2. Ma non sono ancora dati definitivi, in quanto la late registration chiuderà domani. Stack 26.200 e 6 livelli da 100 minuti l’uno hanno cadenzato il passo nel day 1 e ci sono numerosi italiani che imbustano speranzosi. Il migliore della nostra truppa è Raffale Sorrentino. Il player calabrese mette nella sua busta 107.000 pezzi e si attesta al 35° posto.

Insomma un ottima prestazione, in attesa di sferrare l’attacco decisivo. Insieme a lui rivedremo Florian Bordet (89.400), Fiodor Martino (79.300), Fulvio Di Meo (44.700), Michele Guerrini (32.300), Augusto Cavazzini (30.200) e Davide Suriano (21.900). Sono 7 gli italiani che avanzano e vedremo se altri decideranno di sfruttare la late prima della chiusura delle registrazioni. Il comando delle operazioni è nelle mani di Peter Hong a quota 179.000.

Il count azzurro

  • Raffaele Sorrentino 107.000
  • Florian Bordet 89.400
  • Fiodor Martino 79.300
  • Fulvio Di Meo 44.700
  • Michele Guerrini 32.300
  • Augusto Cavazzini 30.200
  • Davide Suriano 21.900

Evento#27, (460 ingressi, $621.000)

Le varianti alle WSOP 2019 sono sempre prese d’assalto dai giocatori e anche l’evento#27 non è stato da meno. Nel “$1.500 Seven-Card Stud Hi/Lo 8 or Better” ben 460 players si sono dati battaglia nel corso dei 10 livelli giocati nella prima giornata e in 195 si affacciano speranzosi al day 2. Determinato un prize pool netto di 621.000 dollari e con 69 posizioni “In the Money“.

Approdare a premio garantisce a tutti almeno 2.265 dollari, mentre la prima moneta vale qualcosa come 142.801 bigliettoni. Al primo posto nel count spunta la sagoma di Dave Alfa con 87.900, mentre alle sue spalle ci sono Andrew Kelsall (69.700) e la quota rosa Barbara Enright (68.800). Norman Chad centra la top ten con 48.600 gettoni, mentre Daniel Negreanu si tiene nella zona medio-alta del count con 38.900 fiches.

La top 10 del day 1

1 Dave Alfa 87,900
2 Andrew Kelsall  69,700
3 Barbara Enright 68,800
4 Gregory Yohn  65,900
5 Allen Green   53,600
6 Bryan Pimlott  52,100
7 Eugene Parenti 51,400
8 Stephen Clough  51,200
9 Anna Wroblewski  50,200
10 Norman Chad 48,600

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari