Sunday, Nov. 27, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 23 Apr 2022

|

 

Poker Live: il Battle of Malta 2022 e la carica dei 1.008, Negreanu out al PGT e Rheem ci crede

Poker Live: il Battle of Malta 2022 e la carica dei 1.008, Negreanu out al PGT e Rheem ci crede

Area

Vuoi approfondire?

Poker Live che sia accende con lo start del weekend e sono subito numeri hot.

Tutto questo grazie al Battle Of Malta 2022. Il BOM, dopo due anni di assenza causa pandemia, torna e vuol segnare nuovi record: soprattutto alla luce del primato fatto registrare nel 2019 con 4.657 paganti e ben 2,495,795 euro finiti nel prize pool.

Tre anni dopo c’è grande sete di poker live nella Kermesse e dopo appena due round sono già 1.008 i buyin versati, in attesa degli altri round, con il 15% del field di ogni singolo flight che approda “In the Money” al day 2.

Intanto a Las Vegas, presso il Casinò Aria, la prima edizione del $25.000 PGT Heads UP ha raggiunto le semifinali: in corsa per il titolo e la prima moneta da 400.000 dollari, ci sono Darren Elias, David “El Chino” Rheem, Justin Young e Isaac Kempton.

Vediamo cosa è successo nel mondo del Poker Live.

BOM 2022: Partenza decisa per Petruzzelli

All’InterContinental Conference Center di Malta, il Battle of Malta 2022 è partito alla grande.

Nel day 1A sono stati 324 coloro che hanno risposto presente e con il 15% del field sicuro di ottenere un passaggio al day 2, assieme alla ricompensa in denaro. Questa percentuale si traduce in 49 players che completano il giro di boa e tutti sono sulle tracce di Raoul Van Wersch. L’olandese fugge via con 744.000 pezzi e fa il vuoto alle spalle.

Vantaggio siderale quello del giocatore orange, considerando che il primo degli inseguitori è Mariano D’aquila. L’azzurro aggiunge dentro la busta 335.000 unità. Il podio è completato da un altro giocatore italiano, molto noto a chi segue il panorama del poker live: Federico Petruzzelli. Il siciliano compie l’ennesima deep run in carriera e riparte da quota 321.000.

Tantissimi gli italiani che rivedremo alla seconda giornata e fra questi merita la citazione Domenico Gala: per lui la decima casella del count e uno stack che recita 253.500 fiches. Discorso simile per Mattia Festa (236,500), Giada Fang (182.500), Dario Barone (114.500) e Massimiliano Piazza (102.000), solo per citarne alcuni.

Il day 1B è stato ancora più gettonato dai giocatori, rispetto all’ottimo primo round. Ben 684 i buyin versati e questo significa che dopo appena due flight il parziale dei pagati abbatte il muro dei mille, con 1.008 ingressi. Quando restano ancora da giocare altri tre day 1, sulla strada che conduce al day 2.

Di questi, sono 103 coloro che si assicurano il pass per la seconda giornata, dopo che in bolla piena paga per tutti Nicolaj D’Antoni. L’azzurro ci prova da bottone con 10-10 e trova il call di Ian Tabone dal big blind con A-J. Il board J-6-5-6-4 non ammette appelli e il giocatore italiano è out ad un passo dai premi e dalla qualificazione al day 2.

Il comando nel count è affidato a Thomas Hoelmer, il quale imbusta 625.000 chips. Alle sue spalle scalpita Marco Cosic che completa il giro di boa con 560 mila unità. Josef Gulas chiude a ridosso del podio con 460.000 gettoni, mentre nella top ten ecco la sagoma di Alessandro Siena. Il noto grinder online azzurro si assicura il passaggio alla seconda giornata con 357.500 unità.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Fra gli italiani che rivedremo in gioco, spuntano poi fra gli altri  Marco Siciliano (309.500), Antonio Merone (272.000), Renato Messina (252.500), Giulio Spampinato (172.000), Alessandro Barone (142.000), Luigi D’Alterio (132.500), Gabriele Re (75.000) ed Ettore Esposito (52.500). Oggi dalle 13.00 carte in aria con il day 1C.

La top 10 del day 1A e day 1B

1 Raoul Van Wersch 744,000
2 Mariano D’aquila 335,000
3 Federico Petruzzelli 321,000
4 Dominik French 317,500
5 Giuseppe Grupposo 317,000
6 Dmitri Dan 290,500
7 Antonio Lucata 280,000
8 Massimo De Giorgi 277,000
9 Ben Meir 263,000
10 Domenico Gala 253,500

1 Thomas Hoelmer 625,000
2 Marco Cosic 560,500
3 Luka Sorainen 484,000
4 Josef Gulas 460,000
5 Rosario Saddemi 386,000
6 Sami Mitwali 370,500
7 Pawel Fraczek 362,500
8 Alessandro Siena 357,500
9 Mariano Bucca 351,000
10 Nathan Nerriec 344,500

PGT Heads Up: Negreanu KO, “El Chino” vola

Al Casinò Aria di Las Vegas, sono rimasti in quattro a contendersi la prima edizione del $25.000 PGT Heads Up. Nella notte altra scrematura del field, dopo il primo round che ha ridotto da 32 a 16 i partecipanti. Spazio quindi ad ottavi e quarti di finale, con tanti big che hanno provato a mettere le mani sulla zona premi, riservata appunto ai quattro finalisti.

Uno dei duelli più attesi degli ottavi di finale era quello tra Darren Elias ed Erik Seidel, con il primo che ha la meglio sul connazionale. Daniele Negreanu si sbarazza senza grossi problemi di Nakamura. Sempre da questo lato del tabellone, ma nella parte alta, Justin Young elimina Shannon Shorr, con Alex Foxen che si assicura lo scalpo di Sean Winter.

Dall’altra parte del tabellone invece, David “El Chino” Rheem fa fuori Ausmus, con l’eterno Bill Klein che elimina Jack Daniels. Il quadro degli ottavi di finale è completato dal successo del turbolento Eric Persson su Dan Shak e da quello di Isaac Kempton su Scott Ball. Gli otto promossi dunque si avviano ai quarti di finale, a ridosso della zona premi.

Qui, gli 800.000 dollari di prize pool sono spartiti nelle prime 4 posizioni. Ai semifinalisti perdenti andranno 100.000 dollari a testa, con 200.000 bigliettoni che finiranno nelle tasche del runner up. Al campione, ecco la prima moneta da 400.000$. E nei quarti di finale si esaurisce la corsa di Daniel Negreanu. Il canadese se la vede con Darren Elias e non fa sconti il quattro volte campione WPT . 

Un duello combattuto e che trova il suo epilogo, quando sul board K-4-2-9-9 Negreanu muove allin con 6-5 e Darren snappa con 9-8 per il trips. Sorride invece David Rheem. “El Chino” spegne i sogni di gloria di Bill Klein e si assicura la semifinale contro Isaac Kempton che nel frattempo ha eliminato Eric Persson.

Elias a sua volta incontrerà Justin Young che contro ogni pronostico ha avuto la meglio su Alex Foxen. Questa sera quindi, spazio alla volata per il titolo: semifinali e finale ci porteranno all’incoronazione del primo campione assoluto nella storia del PGT Heads Up.

The road to final

Photo by PGT.com

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari