Thursday, Oct. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 10 Giu 2022

|

 

WSOP 2022: Musta eliminato da Cada nel 6-Max, Speranza e Suriano on fire nel 3K

WSOP 2022: Musta eliminato da Cada nel 6-Max, Speranza e Suriano on fire nel 3K

Area

Vuoi approfondire?

Emozioni contrastanti alle WSOP 2022, per i nostri colori.

Mustapha Kanit esce di scena nell’evento#14, dopo una mano sfortunata contro Joe Cada che costa la tredicesima piazza a “Musta”.

I sogni italiani si riaccendono però nell’evento#16: con Gianluca Speranza e Davide Suriano che staccano il pass per la seconda giornata. L’abruzzese nel finale sale in cattedra e si prende lo scalpo di Ali Imsirovic.

Vediamo cosa è successo alle WSOP 2022 nella notte appena trascorsa.

Musta out con rimpianti

Niente rimonta per Mustapha Kanit nel final day del $1,500 6-Handed No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022. L’azzurro riparte con il tredicesimo stack in gioco, su 16 promossi all’ultima giornata e con cliente assai scomodo alla propria sinistra: Joe Cada. Il campione del Mondo 2009, rispetto all’azzurro, ha uno stack immenso e proprio su questo farà leva nella mano che porta all’eliminazione della punta di diamante del poker nostrano.

Dopo l’apertura a 200.000 del bottone, nel livello 50.000-100.000, Musta 3betta con A-K dallo small per 750.000 chips e da grande buio Cada muove allin con A-8. Passa l’original raiser e chiama l’azzurro che parte nettamente avanti. Tutto tranquillo fino al river, quando un otto grande come una casa premia il canadese e Kanit si ritrova alle casse come 13° classificato per 27.858 dollari.

Grande amarezza quindi per una mano che non ha certo sorriso al nostro giocatore, mentre la discesa verso il bracciale non ammette appelli. Ronit Chamani, ultima donna in gara, si arrende in undicesima piazza quando perde allin a tre: Q-J per la giocatrice sudafricana, vs A-9 di Javier Garcirreynaldos e A-K di Leo Soma. Il board A-7-2-10-4 consegna il monster pot al francese, con gli altri due fuori dai giochi.

Il transalpino diventa il mattatore del torneo e per gli altri c’è da cambiare marcia per reggere il ritmo. Lo sa bene Joe Cada che dopo una serie di sportellate paga dazio al settimo posto. Il campione del main event WSOP 2009 finisce in allin con K-K e si vede superare da A-K dello stesso Soma che hitta asso face-card.

Il futuro campione ha la strada spianata verso la vittoria e non concede sconti, come quando relega al terzo posto Maximiliano Gallardo: 8-7 sul board 6-4-9-A-10 per la scala chiusa al river che rende nulla la mano con K-6 dell’argentini. Leo Soma si presenta al duello finale con 54 milioni di pezzi e un vantaggio abissale su Thomas Schultz che può contare su poco più di 5 milioni.

E infatti, basta una sola mano per far calare il sipario sull’evento#14: l’americano finisce in allin al turn con il progetto di colore e dall’altra parte il francese mostra il top set con J-J. River nullo e Leo Soma mette il primo bracciale al polso in carriera, assieme alla prima moneta da 456,889 dollari.

Il payout del tavolo finale

1 Leo Soma France $456,889
2 Thomas Schultz United States $282,358
3 Maximiliano Gallardo Argentina $203,451
4 Daniel Wellborn United States $148,171
5 Derek Sudell United States $109,083
6 Ivan Zhechev Bulgaria $81,188
7 Joe Cada United States $61,098

Speranza e Suriano: stack diversi e day 3 per entrambi

Il day 2 del $3,000 No-Limit Hold’em si apre con le ultime registrazioni e sono complessivamente 1.240 i paganti dell’evento#16, alle WSOP 2022. Il montepremi svetta con 3.310.880 dollari e 186 piazze a premio. Il cash minimo corrisponde a 4.823$ e al campione sono destinati 558.616 dollari. In 75 completano il giro di boa verso il day 3.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Gianluca Speranza e Davide Suriano sono i due azzurri che proseguono l’avventura, seppur con due stack differenti.

L’aquilano lo troviamo al 12° posto nel count di giornata con 985.000 pezzi e si tiene in scia ai migliori del day 2. La svolta per “Tankanza” arriva nella parte finale della seconda giornata, in un allin a tre che lo vede uscire vincente.

Da bottone Ali Imsirovic pusha dal bottone per 240.000 gettoni circa e John Reiter da small si limita al call. Gianluca da big blind muove allin a sua volta per 500.000 unità. Chiamo lo small e si va al triplo showdown:

Imsirovic: A-4
Reiter: 9-9
Speranza: A-Q

Il board 2-5-Q-10-6 premia l’azzurro e fa un balzo impressionante nel count oltre il milione, per poi calare nelle ultime mani.

Davide Suriano invece si trova nelle retrovie, esattamente sulla 67° casella a quota 260.000 chips: serve un raddoppio nella terza giornata per proseguire l’avventura.

Il comando delle operazioni è nelle mani di un fenomeno come Alex Foxen che prova la fuga con 2.070.000. Il primo degli inseguitori è Niall Farrell che mette assieme 1.610.000 chips. Completa il podio Michael Marder con 1.595.000. Ottime prestazioni per Adrian Mateos (1.165.000), Felipe Ramos (970.000), Brock Wilson (775.000) ed Eric Baldwin (620.000). Dalle 12.00 di Las Vegas, le 21 in Italia decolla il day 3.

La top 10

1 Alex Foxen 2,070,000
2 Niall Farrell 1,610,000
3 Michael Marder 1,595,000
4 Stefan Lehner 1,395,000
5 Arnaud Enselme 1,350,000
6 David Miscikowski 1,315,000
7 Lander Lijo 1,175,000
8 Adrian Mateos 1,165,000
9 Tyler Hirschfeld 1,130,000
10 Toby Boas 1,105,000

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari