Saturday, Jul. 2, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Giu 2022

|

 

WSOP 2022: Sammartino out HR, Suriano eliminato nel Bounty, caporetto azzurra nel Maker

WSOP 2022: Sammartino out HR, Suriano eliminato nel Bounty, caporetto azzurra nel Maker

Area

Vuoi approfondire?

Notte molto amara per gli azzurri alle WSOP 2022.

Dario Sammartino esce di scena nel day 1 del $100.000 High Roller, dopo una buon avvio. C’è ancora tempo per lanciarsi di nuovo nella mischia e vedremo se prima dello start del day 2, “MadGenius87” proverà a spendere la seconda cartuccia.

Nove italiani superano lo scoppio della bolla, nel $1,500 MILLIONAIRE MAKER No-Limit Hold’em, ma nessuno di loro staccherà il pass per la terza giornata.

Infine, nel mischione del $1,000 Super Turbo Bounty No-Limit Hold’em, approdano alla zona premi Marco Bogannni e Davide Suriano, con il primo cash in carriera alle World Series per il giocatore del PSG, Neymar Jr.

Vediamo cosa è successo a Las Vegas nella notte per le WSOP 2022.

Dario senza gloria nel 100K High Roller

Dario Sammartino non trova la strada verso il day 2, nel $100.000 High Roller alle WSOP 2022. L’azzurro sembra iniziare bene la sua avventura nell’evento#42, ma poco a poco il vento cambia. Decisiva la sportellata presa contro Chance Kornuth. Coppia d’assi per l’americano e J-J per il partenopeo, con un board a dir poco beffardo: A-J-4-9-Q.

Set over set e per Dario Sammartino che inizia la sua discesa verso gli inferi che lo vedrà finire nell’angolo dei bustati. C’è ancora tempo per tornare nella mischia, grazie alla late registration che si chiude con l’avvio della seconda giornata. Vedremo se il campano vorrà sparare il secondo pesantissimo proiettile.

Nel day 1 in 52 hanno accettato di pagare l’esclusivo buyin e sono 23 coloro che avanzano: come abbiamo spiegato però, con la possibilità di iscriversi fino allo start del day 2, questi sono numeri non ancora definitivi. Field spaziale, ma con un’inaspettata mina vagante al comando del count.

Davanti a tutti chiude lo scatenato Masashi Oya: il giapponese mette assieme 2.765.000 unità e prova la fuga. Sulle sue tracce si lanciano in prima battuta Aleksejs Ponakovs e Koray Aldemir: il lituano viaggia a quota 2.490.000 fiches e il tedesco con 2.390.000 pezzi. Ottime prestazioni poi per Ben Heath (2.275.000), Jason Koon (2.230.000), Seth Davies (1.580.000) e Dan Smith (1.560.000).

Attenzione a Phil Ivey: il 10 volte campione WSOP chiude la top ten e imbusta 1.410.000, con l’obiettivo di scalare posizioni nella seconda giornata. Promossi a loro volta i vari Nick Petrangelo (1.200.000), Talal Shakerchi (835.000), Shannon Shorr (770.000), Stephen Chidwick (610.000), David Peters (515.000), Chance Kornuth (335.000) e Darren Elias (275.000).

La top 10

1 Masashi Oya 2,765,000
2 Aleksejs Ponakovs 2,490,000
3 Koray Aldemir 2,390,000
4 Ben Heath 2,275,000
5 Jason Koon 2,230,000
6 Gregory Jensen 2,150,000
7 Seth Davies 1,580,000
8 Dan Smith 1,560,000
9 Christoph Vogelsang 1,450,000
10 Phil Ivey 1,410,000

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Azzurri out nel day 2 nel Millionaire Maker

Alle WSOP 2022 grande attesa per il day 2 del $1,500 MILLIONAIRE MAKER No-Limit Hold’em. In 1700 sono tornati per la discesa alla zona premi, con 1.195 posizioni all’interno del “In the Money”: qui è spartito il super malloppo da 10,627,935 dollari. Il cash minimo vale 2.400$ e la prima moneta svetta con un premio scoppiettante da 1.125.189 bigliettoni.

Nove gli azzurri che superano lo scoppio della bolla, ma le buone notizie finiscono qui di fatto per i nostri colori. Il primo ad avviarsi alle casse è Roby Begni che si ferma al 1.147 posto. Fuori dai giochi fra gli altri, Fausto Tantillo (1.080°), Walter Treccarichi (521°), Gianluca Speranza (438°), Fabio Coppola (375°) e Mario Colavita (293°). Di seguito il payout completo degli azzurri:

  • 293° Mario Colavita $5.816
  • 375° Fabio Coppola $5.165
  • 380° Vincenzo Schiavottiello $5.165
  • 438° Gianluca Speranza $4.624
  • 521° Walter Treccarichi $4.172
  • 578° Antonio Barbato $3.795
  • 1.027° Luigi Caramatti $2.400
  • 1.080° Fausto Tantillo $2.400
  • 1.147° Roby Begni $2.400

Sono 232 i giocatori che completano il giro di boa verso la terza giornata e al comando troviamo Tom Thomas che prova la fuga con 2.875.000 gettoni. A ridosso della top ten spuntano le sagome di due volti noti: Matt Affleck e Kenny Hallaert. Il player americano mette assieme 1.855.000 chips e il belga lo tallona con 1.815.000 gettoni.

La top 10

1 Tom Thomas Albertson, NY, US 2,875,000
2 Paul Ahn Long Island City, NY, US 2,650,000
3 Seamus Cahill DUBLIN, , IE 2,560,000
4 Raul Martinez London, GB 2,370,000
5 Maxime Chilaud FR 2,250,000
6 Harsukhpaul Sangha SURREY, BC, CA 2,200,000
7 Chen-An Lin New Taipei, , TW 2,145,000
8 Tyler Gaston Westerville, OH, US 2,140,000
9 Thibault Renard FR 1,990,000
10 Alain Bauer Balloch, , GB 1,950,000

Davide Suriano si arrende nel Bounty

Spettacolo senza fine nel $1,000 Super Turbo Bounty No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022, con 2.227 players che si sono gettati nella mischia. Evento in versio turbo e così il field è scremato a tempo di record. Il montepremi di 1,313,930 dollari viene suddiviso in 335 piazze: cash minimo di 1.061 dollari e prima moneta da 191.223 bigliettoni. A queste cifre, vanno aggiunti altri 600 mila dollari sotto forma di taglie.

Fra coloro che superano lo scoppio della bolla, ci sono Marco Bognanni e Davide Suriano. “MagicBox” alza bandiera bianca al 52° posto per 3.959 dollari. Poco dopo spetta a Neymar Jr. avviarsi alle casse: l’asso brasiliano del PSG festeggia così il primo ITM in carriera alle World Series e porta a casa lo stesso premio di Marco per la 49° posizione.

Infine, Davide Suriano. Il player pugliese avanza spedito fino a tre tavoli left, poi inizia una discesa senza freni nel count e vede scorrere i titoli di coda al 21° posto: il campione del mondo heads up 2014 si affida a J-5 e trova 7-7 in mano a Louise Francoeur. La coppia della quota rosa canadese regge sul board A-A-9-10-8 e per Suriano arrivano 6.941 dollari.

Il trionfo finale è tutto per Ramsey Stovall che in heads up ha la meglio su Timothy Heng: 7-7 vs A-5, con annesso bracciale e assegno da 191 mila dollari, oltre ad una sfilza di taglie da incassare. Al terzo posto, chiude invece Steve Frakes.

Il payout

1st Ramsey Stovall United States $191,268
2nd Timothy Heng United States $118,213
3rd Steve Frakes United States $87,047
4th Wing Yam United States $64,702
5th Larry Carillo United States $48,551
6th Rafael Lebron United States $36,782
7th Ed Chang United States $28,136
8th Louise Francoeur Canada $21,733
9th Wen Ni United States $16,953

Photo Home by Pokernews.com

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari