Monday, Aug. 15, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Lug 2022

|

 

Main Event WSOP a 3 left, Espen Jorstad ha più della metà delle chips in gioco!

Main Event WSOP a 3 left, Espen Jorstad ha più della metà delle chips in gioco!

Area

Vuoi approfondire?

Il braccialetto del Main Event WSOP sarà questione tra Espen Jorstad (al centro nella foto in alto), Adrian Attenborough (a destra) e Michael Duek (a sinistra), coi favori del pronostico che non possono che andare tutti al mega-chipleader norvegese.

E’ il responso del primo -tiratissimo – day del tavolo finale del Main Event WSOP che si è chiuso pochi minuti fa a Las Vegas.

Vediamo subito come sono andati i giochi.

 

Quando il buongiorno non si vede dal mattino

Pronti via e in neanche una orbita di gioco c’è il primo eliminato del tavolo finale. Alla settima mano del tavolo finale Conniff  spilla TT e muove all-in per 17,7 milioni su big blind 1.2M, Duek snappa con AK ed è showdown.

Il flop incredibile KKK già mette fine alla mano!

Dalle prime avvisaglie si potrebbe credere che i giochi proseguiranno speditamente. Niente di più sbagliato. In modalità 9-handed il tavolo finale va avanti altre otto ore. Una fase interminabile caratterizzata dai continui raddoppi degli short stack.

Alla prima pausa di giornata Dorbic – molto attivo – comanda il count con 115M – 77bb- seguono Jorstad con 84,4 M (56bb) e Su con 52bb. Fanalino di coda Philippe Souki con 9bb.

 

I raddoppi di Souki…

Ad aprire il festival dei double-up è John Eames. Su bb 1,5M il britannico tribetta a 8.5M l’apertura di Duek a 3 mln e poi snappa il push avversario per 42 milioni totali con KK.

L’argentino gira 99, su board QQJ22 il raddoppio è servito.

Il testimone dei double-up passa poi allo short Philippe Souki, che alla mano numero 76 trova il raddoppio openshovando da utg 10,2M (bb 1,5M) e ricevendo il call del chipleader Matija Dobric.

Souki si presenta allo showdown con QQ, il croato ha AQ, board K9786.

Sette mani dopo il britannico raddoppia nuovamente lo stack: Souki openshova 18,9 M da early position con AJ e trova il repush di Adrian Attenborough con QQ. Subito dopo l’australiano deve parlare Matija Dobric, che con TT, chiede il count ma decide di foldare.

Il dealer gira AJ947 e l’australiano precipita: alla pausa è il fanalino di coda del count con 6 bb, Souki ne ha 12, Duek 13. Dalla parte opposta Dobric continua a navigare sui 120 milioni di stack, che dopo il level up a 1M-2M equivalgono a 60bb.

 

…E quelli di Attenborouhg

Al rientro della pausa Attenborough trova subito il raddoppio su Espen Jorstad (KJ>AQ grazie a un K turn). Esattamente sei mani dopo per l’australiano arriva un altro double-up: Attenborough openshova da middle position per 32M con 99 e trova il call di Matthew Su con QQ.

Il board 982T4 è di quelli scoppiettanti e Attenborough sale a 37 milioni mentre Su scende a 34 milioni.

Il 34enne chipleader di inizio giornata si trova di nuovo ai resti con AK contro JJ di Aaron Duczak, il board QJT98 lascia il giocatore di origine asiatica con appena 5bb.

Quattro mani dopo Su trova un raddoppio pushando in blind war J8 con John Eames da big blind che chiama per pot odds con T2. Board liscio.

A raddoppiare è poi l’argentino Duek che spilla A9 da big blind e chiama per i suoi ultimi 11bb sull’openpush di Dobric da small blind. Il croato gira Q6 e il board K844A porta Duek a 25bb di stack.

 

E arrivò il momento dei player out

Per arrivare a vedere il secondo eliminato del tavolo finale bisogna aspettare la mano numero 102 di giornata.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Sulla apertura di Adrian Attenborough a 4M da utg con AJ, Matthew Su shova 5bb, da grande buio Philippe Souki va all-in per 12,5bb, Attenborough folda. Matthew Su si presenta a showdown con coppia di otto ma Souki ha i re e su board liscio il tavolo finale arriva a 8 left con questa situazione di stack.

Al rientro c’è la doccia fredda per Philippe Souki, che su blinds 1.25M-2.5M openshova 19.6M con coppia di assi da bottone, Matija Dobric da big blind ci pensa due minuti prima di chiamare con QJ.

Il board AT8K4 dà la scala a Dobric per il ribaltone, Souki esce in ottava posizione per 1.075.000$ di premio.

Poche mani dopo John Eames trova il raddoppio in cooler su Duzcak (AA>AK). Nella successiva è Aaron Duzcak a dire addio ai sogni di braccialetto in settima posizione per 1.35M$ di premio. L’americano openpusha i suoi ultimi 4bb con 76 trovando il call di Duek con AK, il board J82JA conferma il player out.

 

5 left

La situazione sembra sbloccata. Alla mano numero 147 arriva l’eliminazione di Jeffrey Farnes, che da small blind chiama l’apertura a 5M da bottone di Eames, imitato da Espen Jorstad da big blind.

Su flop 665 Farnes esce openshovando 26.3M, Jorstad folda, Eames chiama e si girano le carte.

Farnes 22

Eames 98

I due tre 3 3 che arrivano tra turn e  river counterfeitano in runner-runner la coppietta e Farnes esce in sesta posizione per 1,75M di premio.

Dopo la pausa e il level up che porta il torneo su blinds a 1,5M-3M arriva un fold che già fa discutere.

Sulla apertura x2 di Espen Jorstad e il call da cutoff di Adrian Attenborough, Micheal Duek folda coppia di nove da small blind. Dopo il check to check su flop 852, il piatto va a Jorstad che sul 9 turn betta ricevendo il fold di Attenborough.

 

La caduta degli Dei

Alla mano numero 168 lascia il torneo uno dei grandi protagonisti del final table. Dopo aver dominato il gioco e il chipcount per ampi tratti, Matija Dobric apre 6M con coppia di sei e poi pusha per 23bb effettivi sulla tribet di Jorstad a 21M, il norvegese snappa con AQ, il croato gira 66 per il più classico dei coinflip.

Il board KQ7T8 vede la moneta cadere dalla parte di Jorstad, la quinta posizione vale a Dobric un premio di 2,25 milioni di dollari.

I 4 che rimangono in gioco sono visibilmente esausti ma non devono aspettare molto prima del momento del meritato riposo. Sulla apertura di Jorstad x2 Eames manda i resti per 24bb con AJ.

Il norvegese snappa coi re rossi KK, il board TJ836 sancisce la eliminazione del britannico in quarta posizione. Per lui 3 milioni di dollari tondi tondi.

Jorstad tornerà domani con più della metà delle chips in gioco: il grande favorito per il braccialetto e i dieci milioni di prima moneta non può che essere lui.

 

Table draw e chipcount 3 left Main Event WSOP

POSTO GIOCATORE PAESE CHIP COUNT BIG BLINDS
1 Adrian Attenborough Australia 149,800,000 50
2 Michael Duek Argentina 72,100,000 24
3 Espen Jorstad Norvegia 298,000,000 99

 

Payout Main Event WSOP

1 $10,000,000
2 $6,000,000
3 $4,000,000
4 John Eames Regno Unito $3,000,000
5 Matija Dobric Croazia $2,250,000
6 Jeffrey Farnes Stati Uniti $1,750,000
7 Aaron Duczak Canada $1,350,000
8 Philippe Souki Regno Unito $1,075,000
9 Matthew Su Stati Uniti $850,675
10 Asher Conniff Stati Uniti $675,000

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari