Monday, Sep. 26, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Ago 2022

|

 

EPT Barcellona: Guerrini e Cortellazzi è ancora super Italia nell’Estrellas dei record

EPT Barcellona: Guerrini e Cortellazzi è ancora super Italia nell’Estrellas dei record

Area

Vuoi approfondire?

Italia a gonfie vele all’EPT Barcellona.

In attesa di un count ufficiale che possa darci il quadro completo degli azzurri, possiamo dirvi in maniera ufficiosa che 6 italiani superano day 1E e day 1F, nel €1.100 Estrellas Poker Tour.

In realtà i giocatori del Bel Paese che superano questi ultimi due flight sono ben di più, ma in assenza di informazioni ufficiali, restiamo in attesa di aggiornamenti.

Quello che è certo, oltre alla valanga azzurra che torna oggi a premio nel day 2, è il record messo in piedi dall’evento: 6.313 paganti che polverizzano il primato del 2019, quando in 4.682 risposero presente.

Intanto Francisco Benitez, 72 ore dopo aver vinto il €10.200 Mystery Bounty, porta a casa il secondo evento esclusivo: il €25.000 NLH High Roller. Semplicemente impressionante,

Vediamo cosa è successo all’EPT Barcellona.

Record pazzesco per l’Estrellas

Era nell’aria e si è materializzato come da copione. Record di paganti per il €1.100 Estrellas Poker Tour, ormai un must che apre con il botto l’EPT Barcellona. Nella tappa catalana, questo evento ha cambiato più volte nome, ma il risultato è sempre più eccezionale.

Negli ultimi due round è stata invasione pura per superare il primato del 2019 (4.682 ingressi): nel day 1E in 1.736 ci hanno provato e nel day 1F in versione turbo, ecco 1.088 giocatori ai nastri di partenza. Sommando ai quattro flight già giocati, il record recita 6.313.

Un numero mostruoso per un evento di poker live, alla luce del periodo storico che stiamo vivendo, tra Pandemia e guerre varie. Nonostante questo, la sete di poker dal vivo è altissima: se il buongiorno si vede dal mattino, l‘EPT Barcellona ha tutte le carte in regola per segnare in maniera netta la storia del gioco.

Tornando agli ultimi due flight, non sono stati diramati i count ufficiali. Ma possiamo dirvi che nel day 1E, a fronte di 254 promossi ci sono 5 azzurri sicuri di un posto al day 2: Michele Guerrini vola con 613.000 pezzi e doppia gli altri connazionali. Da Manuel Valduga (376.000) a Nicola D’Anselmo (293.000), passando per Francesco Di Profio (227.000) e fino a raggiungere Donato Sparavilla (119.000).

Nel day 1F, al momento viene dato tra i promossi solo Andrea Cortellazzi che a sua volta vola con 510.000 pezzi. Impossibile la presenza di un solo italiano qualificato su 162 players che completano il giro di boa. Dunque c’è da attendersi un numero ben superiore di azzurri.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In tutto al day 2 approdano 938 giocatori, i quali sono certi della ricompensa in denaro. 56 attualmente i nostri connazionali che proveranno ad avanzare verso il day 3, ma come detto si tratta di un numero ufficioso e sottostimato. Alla ripresa dei giochi verrà ufficializzato il pesante montepremi e il relativo payout.

Benitez concede il bis

Ancora lui, sempre lui. All‘EPT Barcellona brilla la stella di Francisco Benitez che si conferma un cannibale eccezionale. Dopo aver vinto il €10.200 Mystery Bounty, l’uruguagio si prende anche il secondo evento esclusivo della tappa catalana: trionfo da sballo nel €25.000 High Roller NLH.

In 9 sono tornati, per la volata decisiva e per raggiungere la zona premi posta a 7 left. Servono quindi due eliminazioni per lo scoppio della bolla e il primo a mollare la presa è Jean-Noel Thorel, il cui A-4 sbatte su A-Q del futuro campione. Bubble man è a sorpresa Adrian Mateos. L’iberico si ferma in ottava piazza con K-K vs A-A di Paul Phua, per il più classico dei cooler.

Raggiunti i premi, la settima posizione è tutta per Tim Adams. Il canadese è fuori dai giochi con A-K vs 5-5 di Ramiro Petrone e nessun aiuto sul board. Da chipleader a fine day 1 a essere il sesto classificato: Erik Seidel crolla all’improvviso al tavolo finale e dopo un primo raddoppio, trova i titoli di coda con A-Q vs A-3 di Petrone. Un 3 al flop cambia tutto e l’americano si avvia alle casse.

Pedro Garagnani è out al quinto posto, con Artur Martirosian eliminato ai piedi del podio. La virtuale medaglia di bronzo termina al collo di Paul Phua e si aprono le porte del duello finale. Da una parte Francisco Benitez che comanda con 1.5 milioni e dall’altra Ramiro Petrone che prova la rimonta con 920.000 pezzi.

Derby sudamericano, con l’uruguagio che la spunta sul player argentino, quando con 10-7 supera Q-5 del rivale. Il board 7-4-3-J-5 non ammette appelli e Benitez porta a casa il secondo high roller in 72 ore all’EPT Barcellona per 341.565 euro. Petrone, grazie ad un ICM deal stipulato prima dell’heads up, incassa 306.705 bigliettoni.

Il payout

1 Francisco Benitez Uruguay €341,565*
2 Ramiro Petrone Argentina €306,705*
3 Paul Phua Malaysia €174,070
4 Artur Martirosian Russia €132,060
5 Pedro Garagnani Brazil €102,040
6 Erik Seidel United States €81,030
7 Timothy Adams Canada €63,030

*Deal

**Pezzo in aggiornamento

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari