Monday, Sep. 26, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Set 2022

|

 

Poker Live: Seidel subito hot al Poker Master, Guadagnino accende speranze azzurre alle WSOPC

Poker Live: Seidel subito hot al Poker Master, Guadagnino accende speranze azzurre alle WSOPC

Area

Vuoi approfondire?

Poker Live che ruggisce tra Rozvadov e Las Vegas.

Da una parte le WSOPC che decollano al King’s Casinò e dall’altra lo start di una nuova edizione del Poker Master, presso gli studi televisivi di PokerGo al Casinò Aria.

Alle World Series of Poker Circuit, il mini main event parte subito bene sia nei numeri e sia per i colori azzurri, con Claudio Guadagnino che stacca il pass per la seconda giornata: in palio, oltre al ring, un montepremi garantito di mezzo milione di euro.

In terra americana, l’evento#1 raccoglie l’adesione di 85 giocatori a fronte di un buyin di 10.000 dollari: si mette in mostra l’eterno Erik Seidel che agguanta la seconda posizione nel count a sette left, sulla strada che porta al tavolo finale.

Vediamo cosa è successo nel Poker Live.

Buona la prima al King’s

Il Poker Live si colora con le WSOPC 2022 al King’s Casinò. In Repubblica Ceca c’è fibrillazione per l’edizione autunnale della kermesse e lo spettacolo è subito di altissima qualità, grazie al €250 Mini Main Event, evento#1 della serie. Mezzo milione di euro garantito nel prize pool, compresi 6 ticket da 10.350€ l’uno per il Main Event WSOPE 2022 del prossimo novembre.

Il primo dei sette round di qualificazione non ha tradito le attese e sono stati 102 gli ingressi singoli, a cui vanno aggiunti 43 re-entry. Un totale di 145 paganti ha affollato il day 1A e in 15 completano il giro di boa verso la seconda giornata. Fra questi, spicca l’azzurro Claudio Guadagnino.

Il player del Bel Paese accumula 472.000 pezzi e si assicura anche l’ingresso a premio. Il torneo prevede che in ogni round di qualificazione, il 10% del field rimasto in gioco sia automaticamente promosso al day 2 e con la sicurezza di una ricompensa in denaro. Il giocatore italiano ha così in tasca almeno 400€, ma la speranza è che possa progredire verso step economici ben più importanti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La top 10 del day 1A

  1. Martin Meciar Slovakia 1183000
  2. “chiKKita banAAna” Israel 982000
  3. Mehdi Abdelkader Guettaoui France 759000
  4. Marvin Hake Germany 577000
  5. “7andar” Slovakia 573000
  6. “Erbse” Germany 496000
  7. “Sofa King” Czech Republic 478000
  8. Claudio Guadagnino Italy 472000
  9. “AKA Nuts” France 372000
  10. “Michail Jekimov” Germany 353000

Seidel centra subito il tavolo finale

Il Poker Live vive un’ottima partenza anche a Las Vegas. Il Poker Master 2022 scatta al Casinò Aria di Sin City e il $10.000 NLH, evento#1 della Kermesse, riceve l’adesione di 85 giocatori per un montepremi netto di 850.000 dollari. Tale somma è suddivisa in 13 posizioni: si va dal cash minimo di 17.000$ alla prima moneta da 204.000 bigliettoni. Il runner up si consola con 144.500 dollari.

A 14 left il torneo vive il momento più emozionante della prima giornata e si arriva allo scoppio della bolla. Vikenty Shegal da short pusha con K-K e trova il call di Jeremy Ausmus con K-J. Il primo sembra destinato al double up, ma il board 10-2-9-Q-6 consegna la scala a Jeremy, con Shegal ultimo giocatore a mollare la presa prima della zona “In the Money“.

Raggiunti i premi, Ben Yu è il primo ad avviarsi alle casse al 13° posto: con K-J perde il tiro di moneta vs 5-5 di Jeremy Ausmus. Kristina Holst esce di scena in 12° posizione, Masashi Oya (11°) e Matthew Wantman (10°). Nona piazza per Michael Jozoff che a sua volta paga la dura legge di Jeremy Ausmus: A-5 per quest’ultimo che floppa il full con A-A-5 e al rivale non basta il trips con A-9. Turn e river non cambiano la sostanza.

Niente tavolo finale anche per Sergio Aido. L’iberico muove allin con 9-9 e dall’altra parte arriva il call di Nick Schulman con A-Q che centra un asso al flop e uno al river. Lo spagnolo sbolla l’accesso all’ultimo giorno di gara, visto che al termine del livello arriva il momento di imbustare per i sette left.

Comanda Jeremy Ausmus che imbusta 2.810.000 chips e alle sue spalle si fa vedere negli specchietti Erik Seidel. L’americano scalpita con 2.755.000 fiches. Il podio virtuale è completato da Jackie Wang con 1.295.000 unità. Netto il divario tra i primi due della classe e il resto della truppa.

Servirà quindi il cambio di passo in particolare a Nick Schulman (1.125.000) e soprattutto Cary Katz che chiude il lotto di finalisti a quota 555.000. I 7 players left hanno in tasca almeno 42.500 dollari.

Il count ufficiale

  1. Jeremy Ausmus 2.810.000
  2. Erik Seidel 2.755.000
  3. Jackie Wang 1.295.000
  4. Nick Schulman 1.125.000
  5. Cole Ferraro 1.115.000
  6. Anthony Hu 970.000
  7. Cary Katz 555.000

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari