Sunday, Jan. 29, 2023

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Nov 2022

|

 

Poker Live: 17 azzurri avanzano nel 6-Max e Savinelli c’è, Mutto trionfa a ISOP su 591 rivali

Poker Live: 17 azzurri avanzano nel 6-Max e Savinelli c’è, Mutto trionfa a ISOP su 591 rivali

Area

Vuoi approfondire?

Un poker live incandescente, tra Rozvadov e Nova Gorica.

Con il solito comun denominatore: gli azzurri. Alle WSOPE 2022 sfuma il bracciale italiano nel Colossus, ma la fiamma si riaccende nell’evento#6, il €1.650 6-Max NLH che assiste al passaggio di 17 azzurri al day 2.

Tantissimi volti noti, fra Carlo Savinelli e Fabio Peluso che rinnovano il duello, dopo l’heads up conclusivo nell’evento#1 che è valso il braccialetto a Fabio.

Niente titolo per i nostri connazionali nel €5.000 Pot Limit Omaha, mentre il €25.000 Platinum High Roller fa il pieno di super campioni nel corso della prima giornata.

In terra slovena si chiude una cinque giorni a dir poco fantastica per ISOP: il main event raccoglie l’adesione di 592 players e alla fine trionfa Amedeo Mutto su Antonio Crocetta.

Vediamo quello che è successo nel poker live.

Italia da sballo nel 6-Max

Il poker live si tinge di azzurro, nel day 1 dell’evento#7 alle WSOPE 2022. Sono 17 gli italiani che completano il giro di boa, nel €1.650 6-Max e dunque aumentano le speranze di centrare il secondo bracciale nella kermesse. Il migliore dei nostri giocatori è stato Fausto Tantillo che si accomoda nella top ten generale con 362.500 gettoni. Ennesima deep run per Fausto che si appresta a respingere gli assalti dei rivali.

Non vuol essere da meno Filippo Ragone che scala posizioni e imbusta la bellezza di 326.500: uno stack pesante e con cui puntare ad un ottimo risultato. Simone Demasi si conferma in formissima e va a chiudere il podio virtuale con 263.000 unità. Ottime prestazioni poi per Mario Colavita, Carlo Savinelli e Fabi0 Peluso.

“Marione” veleggia con 242.000 pezzi, con il “Sindaco di Maddaloni” che ruggisce a quota 225.000. Infine, il campione dell’evento#1, lo ritroveremo con 211.000 chips alla ricerca del bis di bracciali. Simone Andrian il bracciale lo ha vinto lo scorso anno, qui al King’s e di conseguenza spera di confermarsi ad alti livelli. Accumula 174.500 fiches e al day 2 promette battaglia.

Promossi fra gli altri, anche Giorgio Montebelli (161.500), Nicola Sasso (132.500), Marcello Miniucchi (86.000) e infine, Luigi Andrea Shehadeh: fresco di trionfo allo Sharkbay di San Marino, l’azzurro è sul fondo del count con 24.000 unità. Serve la miracolosa rimonta verso la zona premi.

Il €1.650 6-Max NLH ha visto la partecipazione complessiva di 413 giocatori nel corso della prima giornata. Sono 96 coloro che avanzano al day 2 e si capisce che la percentuale di italiani è davvero alta. Raccolti nel montepremi 558.525 euro, con il payout ufficiale che verrà diramato alla ripresa delle ostilità.

Il count azzurro

  • Fausto Tantillo 362.500
  • Filippo Ragone 326.500
  • Simone Demasi 263.000
  • Mario Colavita 242.000
  • Carlo Savinelli 225.000
  • Fabio Peluso 211.000
  • Jelka Andelic 209.500
  • Alessandro Righetti 205.000
  • Giovanni Nava 178.000
  • Simone Andrian 174.500
  • Diego Montone 165.500
  • Nicola Angelini 165.000
  • Giorgio Montebelli 161.500
  • Alberto Speranzoni 155.500
  • Nicola Sasso 132.000
  • Marcello Miniucchi 86.000
  • Luigi Andrea Shehadeh 24.000

Caminita quarto nel Colossus

Niente trionfo azzurro nell’evento#5 delle WSOPE 2022. Il €550 The Colossus non sorride ai nostri tre alfieri nella discesa al titolo. 15 giocatori hanno ripreso posto per il final day, con Saverio Rizzello secondo eliminato di giornata al 14° posto per 8.597 euro. Non farà molta strada Luca Marchetti che esce due posizioni dopo e si assicura 10.711 bigliettoni.

Restiamo aggrappati a Demetrio Caminita, il quale centra il tavolo finale e si disimpegna molto bene fino a quattro left. Poi, ai piedi del podio, arrivano i titoli di coda anche per lui. L’azzurro pusha da bottone con A-9 e trova il call di Ludos Laska con J-J. Board liscio e restano in tre a giocarsi il bracciale.

In terza posizione abbandona la corsa Kim Han De, con Laska che sfida Nino Pansier Junior in heads up. Una diatriba che si conclude nel giro di poche mani, con Kim che muove allin con 10-8 e Ludos che chiama con Q-7. Una dama al flop assegna il titolo di campione, il bracciale e la prima moneta da 170.658 euro al palyer slovacco.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il payout

1 Lubos Laska Slovakia €170,568
2 Nino Junior Pansier Netherlands €105,241
3 De Han Kim South Korea €79,495
4 Demetrio Caminita Italy €60,442
5 Florin Bilan Romania €46,262
6 Patrik Zidek Czech Republic €35,644
7 Andras Balogh Hungary €27,647
8 Ismet Oral Turkey €21,590
9 Jason Wheeler United States €16,975

Zanasi a premio nel PLO

Non ha un finale scintillante per i colori azzurri, l’evento#6 delle WSOPE 2022. Il €5.000 Pot Limit Omaha vede 52 giocatori tornare ai tavoli, con 34 posizioni a premio. Tre gli italiani in corsa, ma solo Massimiliano Zanasi riesce a superare lo scoppio della bolla, con Di Persio e Montebelli out prima.

Massimiliano si ferma al 21° posto per 10.232 euro. Fuori dai giochi, ben prima del tavolo finale, anche Daniel Negreanu che abbandona la corsa al 28° posto. Il trionfo finale è Roman Verenko che beffa tutti quanti nella discesa al titolo e conquista il bracciale, assieme alla prima moneta da 247.288 euro.

Il payout del tavolo finale

1 Roman Verenko Ukraine €247,288
2 Omar Huang Sweden €152,827
3 Eran Dov Carmi Israel €104,234
4 Gergo Nagy United States €72,962
5 Thomer Pidun Germany €52,453
6 Oleksii Kovalchuk Ukraine €38,756
7 Michael Magalashvili Israel €29,453
8 Roland Israelashvili United States €23,042
9 Dimitrios Michailidis Greece €18,572

Quanti big nel Platinum High Roller

Il gioco inizia a farsi duro alle WSOPE 2022 e arrivano i più forti giocatori al mondo, grazie anche al €25.000 Platinum High Roller NLH. Evento davvero esclusivo che ha richiamato l’attenzione di 63 paganti, con 30 di essi che approdano alla seconda giornata. Attenzione però, non sono dati definitivi, in quanto la late registration chiude alla ripresa dei giochi.

Niente da fare per Giuliano Bendinelli che viene eliminato nel corso del day 1 e unico azzurro in lizza. Vedremo se spenderà la seconda cartuccia. Intanto, al comando del count c’è Wayne Heung con 2.560.000 e alle sue spalle prova a restare in scia Nick Petrangelo. L’americano mette dentro la busta 2.535.000 unità.

Martin Kabrhel riparte dalla quarta casella con 1.8 milioni, mentre Tim Adams si tiene in scia con 1.6 milioni. Daniel Negreanu lancia un nuovo assalto al settimo bracciale in carriera e accumula 1.2 milioni. Mai sottovalutare Antanas Guoga: “Tony G” ha dalla sua 550.000 fiches e nel day 2 potrebbe essere la mina vagante.

La top 10 del day 1

1 Wayne Heung China 2,560,000
2 Nicholas Vincent Petrangelo United States 2,535,000
3 Anton Emanuel Suarez Johansson Sweden 1,935,000
4 Martin Kabrhel Czech Republic 1,800,000
5 Timothy Christopher Adams United Kingdom 1,690,000
6 Shaun Kristopher Deeb United States 1,670,000
7 Andriy Lyubovetskiy Ukraine 1,630,000
8 Gab Yong Kim Korea, Republic of 1,435,000
9 Julien Joseph Rene Martini France 1,355,000
10 Daniel Negreanu United States 1,265,000

Mutto Re a Nova Gorica

Il nostro report sul poker live si chiude con la seconda tappa stagionale di ISOP. La kermesse si conferma molto gettonata e il main event raccoglie l’adesione di 592 paganti, a fronte di un buyin di 400 euro. Un numero importante e che ribadisce l’ottimo stato di forma del poker dal vivo.

I 136 mila euro di montepremi sono suddivisi in 60 posizioni: cash minimo di 820€ e prima moneta da 30.500 bigliettoni. Non solo, ma i primi 10 classificati si assicurano il ticket da 990 euro per il main event dei campionati italiani 2023. In 17 approdano all’ultima giornata e uno dei più attesi è senza dubbio Luca Stevanato.

Steva10” però non va oltre la decima piazza per 2.100 euro. Il titolo se lo giocano qualche ora dopo, Amedeo Mutto e Antonio Crocetta: il testa a testa si conclude con Amedeo che stende Antonio e mette le mani sul premio più alto. Per il runner up un assegno da 19.000 euro, mentre al terzo posto si accomoda Mihael Jerai per 10.500 euro.

Il payout

1° Mutto Amedeo – €30.500
2° Crocetta Antonio – €19.000
3° Jeraj Mihael – €10.500
4° Pace Marco – €7.000
5° Parente Francesco – €5.100
6° Borghetti Luciano – €4.100
7° Maksimovic Dejan – €3.353
8° Murgolo Flora Willy – €2.600
9° Savegnago Paolo Junior – €2.100
10° Stevanato Luca – €2.100

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari