Sunday, Jan. 29, 2023

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Gen 2023

|

 

Fabio Coda vince l’IPO San Marino, Armando D’Avanzo runner-up!

Fabio Coda vince l’IPO San Marino, Armando D’Avanzo runner-up!

Area

Vuoi approfondire?

Chiusura col botto per l’IPO San Marino.

La giornata conclusiva del torneo si è dilungata fino alle sette inoltrate prima di stabilire il vincitore.

Sotto le telecamere della diretta streaming, il titolo è andato al torinese Fabio Coda che nel testa a testa conclusivo ha avuto la meglio sul braccialettato online Armando D’Avanzo.

 

La lunga strada per il tavolo finale

Come abbiamo visto la giornata conclusiva del torneo ripartiva da 21 left. I giochi sono proceduti non troppo speditamente.

Alla pausa cena si sono presentati in nove, ma prima del final table ufficiale a otto si è dovuta aspettare la mezzanotte.

Il count allo start del tavolo finale ufficiale (clicca per ingrandire)

L’ultimo tavolo del torneo è partito con Coda chipleader tallonato da Pobirci e D’Avanzo, con Saftich fanalino di coda del count.

 

D’Avanzo il killer

Il primo a dire addio ai sogni di gloria è il grinder Giovanni Giudice. Il pugliese apre coppia di nove e poi pusha sulla tribet di D’Avanzo che snappa coi re e fa player out.

D’Avanzo elimina poi anche Safitch in un altro all-in preflop (99>QJ su board beffardo Q-8-J-5-T).

Lo zampino del campano c’è anche nella successiva eliminazione: D’Avanzo apre AJ quadri, Malashevski pusha 6,4M, Palandiuk si isola con coppia di assi e D’Avanzo pensa a lungo prima di lasciar andare la sua mano.

Ma l’azzurro trova la rivincita poco dopo, chiamando con coppia di dieci da small blind l’openpush di Palandiuk con A3 per portare il torneo a 4 left su board liscio.

 

Un 4 left in amicizia

Il 4 left vede D’Avanzo al comando del count con 50 milioni di chips, seguito da Coda con 31M, Pobirci con 21M e Capoluongo fanalino di coda con 15M.

Ed è proprio quest’ultimo a uscire in quarta posizione. Rimasto con 12 milioni di stack, Capoluongo openpusha JT e trova il call di Pobirci che con AK lo copre di poco.

Board 55569 e il torneo arriva a 3 left su blinds 500k-1M. Pobirci trova un raddoppio contro D’Avanzo (A7>87 in blind war) ma è solo un fuoco di paglia.

L’ultimo straniero rimasto al tavolo si trova ai resti preflop con K2 contro A5 di Coda che trova un asso al flop!

Mentre il dealer stende le carte i tre player si abbracciano in attesa del board in quella che è una bellissima immagine per il poker.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Grazie alla eliminazione di Pobirci, Coda si presenta al testa a testa conclusivo con 79M di stack /65bb) contro i 39M di D’Avanzo (32bb).

Nella mano che decide il torneo i due vanno ai resti preflop. D’Avanzo gira KQ, Coda con TT.

Il board  64892 consegna il torneo al player torinese, che prorompe in un fragoroso ‘Yes yes’ dopo il river.

Coda scoppia poi in lacrime abbracciandosi con D’Avanzo. Il primo IPO in bacheca lascia il segno.

 

Payout tavolo finale IPO San Marino

Ecco il payout ufficiale dell’evento. Secondo quanto ci ha riferito Armando D’Avanzo, a 5 left c’è stato un deal che ha tolto ventimila euro al vincitore per rimpolpare quarta e quinta posizione.

Non appena li avremo, vi daremo tutti i dettagli del caso.

1° Fabio Coda –  220.092€

2° Armando D’Avanzo – 140.426€

3° Victorremus Pobirci –  93.249€

4° Antonio Capoluongo – 70.732€

5° Vasyl Palandiuk – 50.388€

6° Stoyan Malashevski – 40.121€

7° Andrea Saftich – 30.572€

8° Giovanni Giudice – 19.702€

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari