Monday, Sep. 28, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 25 Set 2011

|

 

WPT Malta: seconda Pescaglini… con rimpianti. Terzo Bianchini.

WPT Malta: seconda Pescaglini… con rimpianti. Terzo Bianchini.

Area

Vuoi approfondire?

Il WPT di Malta regala grandi emozioni per noi italiani al tavolo finale: sul podio finale si piazzano al secondo e terzo posto rispettivamente Cecilia Pescaglini e Filippo Bianchini. Il duo azzurro si arrende soltanto a Matt Giannetti che alla fine ha fatto prevalere la sua esperienza riuscendo a portare a casa la prima moneta di 273.200 dollari.

Questo Day 4 era iniziato con 8 giocatori e con Bianchini super short con appena 10 BB, ma il primo ad abbandonare la compagnia è stato Mats Karlson vittima di una coppia di nove di Tristan Clemencon, poi il bubble-man del tavolo finale è stato Christofer Williamson.

Nel frattempo lo stack di Bianchini continuava a crescere, compiendo una formidabile rimonta, e la bionda Pescaglini conquistava la testa del count. Il primo player ad abbandonare il tavolo finale è stato il francese Fabien Sartoris: prima accorciato dalla inarrestabile Pescaglini e poi eliminato da Simon Trumper.

In quinta posizione esce il chipleader di inizio giornata, Tristan Clemencon, che deve subire la “legge Pescaglini”: AK per la Pescaglini contro KK di Clemencon. Al river si gira A. Quarto invece Simon Trumper eliminato da  una Pescaglini ormai inarrestabile.

Si resta così in tre con Bianchini e Pescaglini che se la dovevano vedere contro Matt Giannetti. Tutto sembrava andar liscio tanto che ormai Matt Giannetti si era accorciato notevolmente e si aspettava un suo all-in da un momento all’altro. L’all-in di Giannetti, infatti, arriva quando spilla 77 e viene callato dalla Pescaglini che gira KK. Flop 332 ma al turn si compie il miracolo per Giannetti quando a terra cada 7. River 8. Giannetti fa double up e si porta nuovamente in piena corsa.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Passano pochi minuti ed avviene uno scontro tra Pescaglini e Bianchini con quest’ultimo che ha la peggio: Bianchini va all-in e dopo una lunghissima riflessione la Pescaglini calla. Bianchini showa A8 mentre la Pescaglini mostra22. Coinflip vinto dalla Pescaglini con il flop che recita J52 facendo settare l’azzurra. Bianchini rimasto ormai con sole 100mila chips viene eliminato al terzo posto dopo poche mani.

Inizia così l’heads up con un sostanziale equilibrio. la Pescaglini che vince anche le prime 5 mani, ma la possibilità di essere la prima donna a vincere un titolo WPT si sono vanificate quando la nostra azzurra, su un flop T82, chiama l’all-in di Giannetti. La Pescaglini parte avanti quando gira QT mentre Giannetti mostra 97 per un progetto bi-laterale di scala. Purtroppo il river è fatale per la Pescaglini quando a terra cade J.

La Pescaglini conclude il torneo in un fiume di lacrime, forse dovute anche alla tensione, ma con la consapevolezza di aver giocato un torneo tutto all’attacco. Un buon risultato per i nostri colori, ma con un leggero amaro in bocca perché questo torneo poteva regalare un primo posto tutto azzurro.

Questo il payout del tavolo finale:

1° Matt Giannetti – $273.200
2° Cecilia Pescaglini – $159.412
3° Filippo Bianchini – $104.936
4° Simon Trumper – $72.985
5° Tristan Clemencon – $54.381
6° Fabien Sartoris – $41.977

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari