Thursday, Aug. 24, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Giu 2017

|

con Like

Christian Scalzi ‘sposa’ PartyPoker: “Siamo certi che la sinergia live/online possa dare ottimi risultati!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Christian Scalzi ‘sposa’ PartyPoker: “Siamo certi che la sinergia live/online possa dare ottimi risultati!”

Area

Vuoi approfondire?

Non solo nel football è tempo di mercato, infatti ci sono grosse novità anche in campo pokeristico, dato che il tournament director Christian Scalzi si è legato a PartyPoker dopo gli anni passati con la patch del World Poker Tour.

Abbiamo sentito il ligure durante qualche giorno di relax in compagnia della famiglia, prima che si getti a capofitto nella nuova e stimolante avventura.

“PartyPoker in questo ultimo periodo – ha spiegato Christianha investito molto e farà lo stesso nel prossimo futuro, perché crediamo che la sinergia live/online possa dare ottimi risultati. Gli eventi che abbiamo fatto finora in Russia, Canada, Inghilterra e Germania hanno dimostrato questo e ci sono in programma ulteriori tappe. L’esperienza che ho accumulato in questi anni nel poker live mi permette di essere già in contatto con diverse poker room e casinò, quali ad esempio il King’s di Rozvadov, cosa senz’altro positiva…”.

Abbiamo poi chiesto a Scalzi se la liquidità condivisa del poker online potrebbe portare ulteriore linfa al live e la sua risposta è affermativa.

“Ne sento parlare da molto e qualora avvenisse, come del resto sembra, potrebbe essere un secondo eldorado per il mondo del poker. Mettere insieme Francia, Italia, Spagna e Portogallo significherebbe infatti avere un mercato di 300 milioni di potenziali giocatori. Le nuove location si proporrebbero dunque per ospitare grossi eventi, perché il mercato sarebbe decisamente più ampio. Quindi in Europa le prospettive le vedo rosee”.

Christian fotografa anche la situazione attuale del poker, che giudica tutt’altro che negativamente.

“Se lo rapportiamo agli anni 2009/2010 notiamo che gli eventi non sono diminuti, ma a esser diminuito è soprattutto il buy-in e la causa, per me, è da ricercare nel fatto che le poker room hanno investito/investono meno rispetto al passato, pur mantenendo viva l’offerta. PartyPoker ha fatto invece il percorso inverso, difatti rispetto a due/tre anni fa, quando già ci collaboravo, la situazione è migliorata in maniera esponenziale”.

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari