Friday, Dec. 13, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 1 Lug 2017

|

 

Alessandro Galietta vola a Vegas per rappresentare l’Italia dei Tournament Director:”Sarà un summit ricco di spunti”

Alessandro Galietta vola a Vegas per rappresentare l’Italia dei Tournament Director:”Sarà un summit ricco di spunti”

Area

Vuoi approfondire?

L’Italia del poker non è soltanto Musta, Sammartino, Pescatori & Co.

Dietro le nostre punte di diamante, che sicuramente portano alta la nostra bandiera al di fuori dei confini nazionali, ci sono migliaia e migliaia di appassionati e addetti ai lavori che remano nella stessa direzione.

Quest’oggi daremo spazio a una figura che riveste un ruolo fondamentale nell’organizzazione e nello svolgimento dei tornei: il Tournament Dirctor.

Il nome più altisonante proveniente dal nostro Belpaese è sicuramente Christian Scalzi, che dopo aver seguito per anni il circuito WPT si appresta ora a collaborare con la lanciatissima PartyPoker, anche in virtù della bellissima esperienza in quel di Nottingham proprio nella scorsa primavera.

Assieme a Christian sono tanti i TD capaci di affermarsi in campo internazionale, come ad esempio Salvatore Elio Capucciointervistato la scorsa settimana in merito alla querelle sulla distanza corretta del rail, il TD dell’EPT Luca Vivaldi o il protagonista di quest’oggi, Alessandro Galietta, giunto proprio ieri a Las Vegas come unico rappresentante italiano per il Summit biennale con i principali TD mondiali.

Un altro bel traguardo insomma per l’Italia del poker, che risponde presente agli appuntamenti più importanti anche quando non si parla di poker giocato. E ora lasciamo spazio al nostro Alessandro, con cui ieri pomeriggio abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere.

Alessandro, presentati ai nostri lettori e spiegaci il motivo della tua presenza a Vegas:

Sono Alessandro Galietta, lavoro nel mondo del poker a tempo pieno come TD. Sono Campano, per la precisione di Battipaglia ed oltre a spostarmi per eventi lavoro in pianta stabile nella direzione della poker room Eurotex Poker Club a Salerno. Appena terminato il Sicilia Poker Event a Malta sono partito per Vegas perchè oggi e domani, come gli addetti ai lavori sapranno, si terrà il Summit TDA. Il primo Summit a cui ho partecipato è stato quello del 2015 e mi ha convinto dell’importanza di questo appuntamento. La ‘mission’ di tanti Tournament Director in questi giorni, che si incontrano una volta ogni due anni, è quella di dare il proprio contributo in termini di esperienza e capacità, al fine di migliorare il regolamento internazionale, appunto TDA, che è ormai la linea guida nella direzione e gestione del poker. Sono qui perchè ritengo che professionalmente sia importante scambiare opinioni con professionisti di tutto il mondo e di notevole esperienza. Svolgo il mio lavoro con passione e dedizione e la possibilità di poter contribuire alla crescita di ciò a cui dedico le mie giornate mi soddisfa e mi gratifica. Sono convinto, come preannunciato, che sarà un Summit ricco di spunti e novità.

Cosa ne pensi del livello dei TD in Italia?

Il livello dei TD italiani ritengo sia decisamente elevato. Purtroppo la situazione legislativa italiana induce all’apertura di tanti circoli, dove spesso il personale non ha linee guida autorevoli e pertanto molte decisioni sono lasciate al caso. Ovviamente non è a loro che intendiamo far riferimento ma a professionisti del settore. Non è un caso che italiani del calibro di Scalzi e Vivaldi siano alla guida di due tra i più importanti circuiti mondiali. Capuccio, De Berardinis, Fattahi sono solo alcuni dei nomi italiani che rappresentano l’eccellenza in questo settore.

 

E ora lasciamo spazio a dediche e ringraziamenti, perché sicuramente ci sarà stato qualcuno ad accompagnarti in questo tuo percorso…

Dediche vorrei e probabilmente dovrei farne tante, a cominciare da Christian Scalzi, grazie al quale ho partecipato al primo Summit, all’Eurotex Poker Club che mi da la possibilità di migliorarmi, a Massimo Laganà, a Danilo De Berardinis, ad Eros Nastasi e tutta Sicilia Poker Events, a mia moglie, loro sanno il perchè. E’ tempo ora di Summit. A presto ed un saluto a tutti gli amici di ItaliaPokerClub.

 

E ora fate un bell’augurio al nostro Alessandro lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari