Wednesday, Sep. 17, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 7 giu 2012

|

con 0 Like

Esce allo scoperto Mike Matusow: “Io ero un semplice dipendente di FTP. Altri si arricchivano!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Esce allo scoperto Mike Matusow: “Io ero un semplice dipendente di FTP. Altri si arricchivano!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Torna a parlare dopo mesi di silenzio, l’ex Pro di Full Tilt Poker, Mike “The Mouth” Matusow: il player americano, dopo lo scoppio del Black Friday e la conseguente chiusura di FTP, ha deciso di mantenere un profilo basso e di diminuire le sue comparse pubbliche.

Matusow è stato uno dei personaggi più criticati, ma per lui questa situazione non ha molto senso: “E’ piuttosto triste. Il lato peggiore di questa vicenda è che io lavoravo solo per FTP ricevendo un normale stipendio, mentre molte altre persone si arricchivano alle nostre spalle. Dopo il black friday tutti mi vedono come “un ragazzo cattivo”, riversando su di me la colpa del disastro finanziario di FTP.”

Così in tutto questo periodo Matusow ha deciso di non calcare più l’onda della popolarità: “Mi sono nascosto da tutti gli altri giocatori di poker ed ho mantenuto un basso profilo. Non sto più giocando a poker, ma ho trovato interessi in molte altre cose.”

Pensando al futuro, “The Mouth” afferma che lui è sempre stato una persona molta schietta e che prima o poi si riuscirà a trovare una soluzione a tutte questa vicenda. Inoltre, quest’anno, farà ritorno alle WSOP: giocherà sia cash game che alcuni eventi in programma.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari