Tuesday, Sep. 23, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 4 ott 2012

|

con 85 Like

Come vincere contro i fish?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Come vincere contro i fish?

Area

Vuoi approfondire?

CATTURARE I PESCI DELL’ACQUARIO

Nel poker tutti i giocatori sono uguali. Vincere contro giocatori forti equivale a vincere contro giocatori scarsi: i soldi guadagnati hanno lo stesso valore e quindi è logico cercare di voler giocare contro i più deboli in modo da far valere la nostra maggior conoscenza del gioco. Non vi è spazio per l’ego personale: sconfiggere un giocatore capace non ci consente di vincere soldi aggiuntivi rispetto all’aver battuto un fish.
Ma come riconoscere i più scarsi? Individuiamo le possibili diverse categorie di giocatori che dobbiamo cercare di volere a tutti i costi al nostro tavolo.

IL FISH

CARATTERISTICHE: Questa tipologia di avversari è composta da giocatori loose ma nello stesso tempo passivi. I fish amano giocare una quantità infinita di pessime starting hands nella speranza di centrare il flop e per questo spesso chiameranno anche rilanci pre-flop (quasi sempre fuori posizione) senza valide ragioni. Altro elemento fondamentale del fish è la cosiddetta “voglia di rincorsa”: gli piace infatti inseguire i progetti di scala e colore senza badare al calcolo matematico delle odds. Anche per questo non è quasi mai corretto pot controllare contro questo genere di giocatore poiché spesso ci pagherà o inseguendo un progetto o comunque con un punto più debole del nostro.
COME BATTERLO: L’arma letale contro un fish è la VALUE BET. Puntare forte quando avremo una mano sicuramente vincente è la giusta mentalità che dobbiamo avere contro questo tipo di giocatori. Ci seguiranno con il loro progetto o al river semplicemente non crederanno alle nostre puntate. L’altra regola da ricordare è l’evitare assolutamente il bluff poiché sul loro monitor il tasto fold è quasi sempre troppo piccolo rispetto al call. Contro un fish può essere utile allargare il nostro range ed è fondamentale avere buone letture del suo gioco post-flop: sono infatti molto ripetitivi e poco inclini a inventarsi giocate fantasiose. Per questo qualora un loose passive mostrasse molta aggressività dovremo essere capaci di foldare tutto ciò che non è molto vicino a essere nuts.
COME SCOVARLO: Le statistiche del fish sono semplici da individuare. Entrerà nel piatto investendo del denaro quasi una volta ogni due mani giocate, ma lo farà rilanciando solo nel 5/10 % dei casi.

IL MANIAC

CARATTERISTICHE: Si tratta di giocatori loose aggressive spesso definiti LAGtard o AggroDonk, poiché giocano anch’essi una quantità infinita di mani ma sempre col piede sull’acceleratore, spingendo al massimo la loro aggressività. A questo tipo di player piace spesso puntare più o meno metà piatto per cercare di far foldare l’avversario che spesso ha una mano migliore. Il maniac è un giocatore semplicemente pazzo e incosciente ma a differenza di chi sfrutta la pazzia e il fatto di essere loose in modo adeguato rispettando una precisa tattica, egli non ha mai un piano ben preciso di gioco.
COME BATTERLO: Contro un maniac dobbiamo essere molto calmi e non avere paura di giocarci contro parecchi piatti. Quindi spesso non sarà errato chiamare in posizione un rilancio pre-flop di un LAGtard, poiché contro il suo range la nostra mano potrebbe giocare molto bene. Qualora infatti avremo hittato il board saremo spesso pagati profumatamente. Ovviamente però a volte saremo crashati da questo tipo di giocatori e per questo dobbiamo essere consci di andare contro a un’elevata varianza. Per tutti i motivi sopraelencati dovremo cercare di non ingrossare il piatto qualora non volessimo andare allo showdown: solo infatti con mani che hanno un discreto valore dovremo cercare di costruire un piatto grosso per far sbattere come in un suicidio l’aggrotard di turno.
COME SCOVARLO: Un maniac, come il fish, entrerà nel 50% circa dei piatti ma quasi sempre lo farà con un rilancio pre-flop.

IL ROCK

CARATTERISTICHE: Detti anche nitty, questi players sono estremamente tight. Stanno seduti al tavolo aspettando una mano molto buona e punteranno solo qualora siano sicuri di essere in vantaggio. Il giocatore rock è capace anche di foldare una coppia di re pre-flop nella speranza che l’avversario gli giri in faccia gli assi: trova spesso maggior soddisfazione infatti nell’aver fatto un buon fold piuttosto che nell’aver vinto una mano altamente remunerativa. All’interno di questa categoria rientrano sia giocatori nitty pre-flop ma molto aggressivi una volta che è sceso il board, sia coloro che anche post-flop sono molto timidi e non attaccano mai l’avversario: contro di essi potremo addirittura giocare “any two cards” e rendere comunque profittevole la nostra partita.
COME BATTERLO: Le armi contro questo tipo di avversario sono il bluff e il furto costante dei bui. Nella maggior parte delle situazioni i nitty folderanno a meno di avere una mano estremamente forte ed è per questo che non appena mostreranno un minimo di aggressività dovremo essere capaci di lasciare la mano e pensare alla successiva, a meno di avere tra le mani il punto nuts. Contro un giocatore rock non ci dobbiamo aspettare di vincere grosse cifre in una volta sola ma il nostro guadagno dovrà essere continuo e costituito da tanti piccoli piattini. Anche un nitty ha un gioco post-flop inadeguato e molto semplice da comprendere: è qui di conseguenza che dovremo far valere le nostre maggiori abilità.
COME SCOVARLO: Il nitty metterà soldi nel piatto una volta ogni dieci piatti giocati e rilancerà al massimo nel 5 % dei casi.

Articolo pubblicato su Poker Sportivo: il magazine del Poker ogni mese in edicola. Abbonati subito!



ps-ipad

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari