Monday, May. 23, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 15 Feb 2016

|

 

Andrea ‘Papuasiano’ Briganti, vincitore TLB TCOOP: “Saper giocare le varianti è fondamentale!”

Andrea ‘Papuasiano’ Briganti, vincitore TLB TCOOP: “Saper giocare le varianti è fondamentale!”

Area

Vuoi approfondire?

In nottata è arrivata la certezza, ma Andrea ‘Papuasiano’ Briganti ha vinto comunque piuttosto agilmente la leaderboard TCOOP 2016 con ben 20 punti di vantaggio sul più diretto inseguitore, ottenendo così 2.000€ in crediti torneo e la soddisfazione di aver raggiunto un risultato che è un premio alla continuità.

A volte le cose si incastrano per caso in maniera perfetta, infatti è partito giusto stamattina per una breve fuga a Rotterdam, in Olanda, per far visita a un amico che vive là e per assistere al torneo ATP di tennis.

briganti

Il neo-campione TCOOP con amici a Rotterdam

 

“Ieri sera non ho fatto alcun calcolo – ci racconta Andreaero fiducioso perché 25 punti di vantaggio sul secondo, con quattro eventi da giocare, mi davano parecchia tranquillità. Escludendo il fattore economico, vincere una leaderboard ti dà una bella iniezione di fiducia. Nel poker, come in qualsiasi altro sport, vincere aiuta a vincere. In passato ho sfiorato più volte quella dello SCOOP e dell’ICOOP, è arrivata invece quella meno attesa…”. 

‘Papuasiano’ ha una grande passione per le varianti, anche se è costretto a fare anche altro online per far profit costante col giochino.

“Mi piacciono molto le varianti, in particolare i giochi Stud e i Mixed Games. Saper giocare bene specialità diverse dal no limit hold’em è fondamentale per poter primeggiare nelle leaderboard *COOP e, a mio avviso, per potersi definire un player completo. Peccato però sia possibile giocare tornei di limit games solo 2/3 volte l’anno. Per quanto concerne il PLO, invece, ci sono più spesso mtt interessanti. Purtroppo credo però che in futuro non si possa puntare sulle varianti, è innegabile che il no limit hold’em attiri maggiormente i giocatori occasionali”. 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Briganti gioca a poker da sei anni e in questo lasso di tempo ha provato veramente di tutto.

“Ho iniziato dalle varianti, facendo heads-up di Razz, 8-game, Stud Hi-Lo, riuscendo a scalare i livelli fino agli high stakes. Poi ho giocato per quasi due anni PLO cash game 6-max e infine sono passato agli mtt di nlhe. Da qualche mese mi dedico agli Spin&Go: faccio parte del gruppo di allievi di Simone e Marco Ruggeri di Pokermagia. Insomma, ho fatto di tutto tranne il cash game di no limit hold’em”.

Nei tornei turbo – è indubbio – la run conta. Chiaramente sapere bene il dà farsi in ogni circostanza non è da meno. Andrea, dunque, ci ha dato la sua chiave di lettura di questi mtt che stanno sempre più appassionando i player italiani, regular e non.

“C’è molta più varianza rispetto ai tornei normali, ma le skill sono molto importanti. Quando l’average è di 20/25 blind ogni errore può costarti davvero caro, quindi è importante conoscere bene i range di shove e reshove. E’ normale comunque che in fondo a eventi da 2.000/3.000 partecipanti arrivino diversi ‘random’, dato che i regular rappresentano una minima percentuale del field. Lo Speed Down è sicuramente una formula interessante, è un buon compromesso tra mtt turbo e normal. I livelli iniziali sono molto rapidi, ma grazie a questa struttura la late stage diviene estremamente giocabile”.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari