Wednesday, Jul. 8, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 15 Apr 2017

|

 

L’ex pokerista Marco ‘Belletz’ Belletti vince ‘Lo scherzo perfetto’ di Italia 1 con un bluff da manuale!

L’ex pokerista Marco ‘Belletz’ Belletti vince ‘Lo scherzo perfetto’ di Italia 1 con un bluff da manuale!

Area

Vuoi approfondire?

Tra tanti ‘seriosi’ pokeristi ce n’è uno – che a dirla proprio tutta è ormai un ex giocatore – che grazie a un’idea davvero geniale ha confezionato uno scherzo che gli ha permesso di vincere il programma di Italia 1 ‘Lo scherzo perfetto’, conclusosi pochi giorni fa.

Lui si chiama Marco Belletti, in arte ‘Belletz’, viene da Parma e come lavoro, dopo un passato da grinder famelico, si occupa di grafica, creazione di siti web e advertising.

Raccontare uno scherzo è impresa non semplice, per farla breve – poi vi lasciamo comunque al video – ha fatto credere a un nutrito gruppo di ragazzi di avere un appuntamento con una piacente donna (era Belletz photoshoppato) conosciuta online: stessa ora, stesso luogo… dunque stessa figura barbina per tutti, nessuno escluso. Insomma, un bluff vincente, riuscito alla perfezione!

“Due anni fa feci un video dove svelavo – ci racconta Marcodi aver finto per 30 giorni di essere alle Bahamas. Mi portò una buona visibilità, venni infatti intervistato da Repubblica, Messaggero, Huff Post, Radio Deejay e altri. Dopo aver visto la promo della trasmissione, dunque, ho deciso di inviare loro quel video, mi hanno però richiesto qualcosa di inedito. Ed è così che ho iniziato a buttar giù nuove idee. Lo scherzo vincente, quello di Tinder, è nato a ottobre 2016, mentre ne ho fatto un secondo che mi ha permesso di conquistare la finale”.

Nonostante il successo, nessun denaro è arrivato nelle tasche del buon Belletz.

“Ho preso zeromila euro. Ci aggiungo un trofeo e tanti amici, ma tanti. Ai video sono appassionato da un paio d’anni e, tra l’altro, sono un completo autodidatta. Lo scherzo, di fatto, è una forte riflessione su come siano cambiati oggi gli approcci rispetto a qualche anno fa. Ora è tutto impersonale, non si rischia nulla e si sta belli comodi davanti allo schermo dello smartphone… sempre non ci sia io a prenderti per il culo, ovviamente! Stiamo comunque andando verso un mondo in cui la realtà la vedi dopo averla approvata”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Inutile dirvi che siamo finiti a parlare di poker.

“E’ stata una fiammata che mi ha investito, come spesso mi accade. Per un paio d’anni non facevo altro, giocavo e basta. Erano i tempi di Full Tilt e delle dot com in Italia, un bel periodo per il poker. C’era molta ignoranza generalizzata, bastava leggere due/tre libri e il vantaggio per un normodotato era enorme, quindi l’ho sfruttato. La vita che facevo però non mi soddisfaceva per il guadagno che ottenevo, che era di circa 2.000€ al mese. Dormivo dalle 10.00 alle 18.00 e il resto del tempo grindavo. Spesso andavo da solo al ristorante e mentre mangiavo giocavo online, il 50% delle volte mi pagavo la cena con un MTT che vincevo nel frattempo. Soprattutto mi sentivo tanto intelligente e il mio ego è sempre molto affamato. Alla fine del secondo anno però feci due conti e quei soldi non mi bastavano per la vita che facevo, così mollai”.

Belletti non ha ancora ben chiaro, cosa del tutto comprensibile, in qual modo sfrutterà la vittoria de ‘Lo scherzo perfetto’.

“Io sono per il ‘tutto va come deve andare’, quindi lascio un po’ correre e vedo cosa accade. Intanto non sto fermo e come mia consuetudine faccio altro. Mi vengono un sacco di idee continuamente, non so più dove metterle né cosa farci…”.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari