Tuesday, Mar. 26, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 24 Lug 2018

|

 

Reg Identikit – Simone ‘simonetkd’ Cannellino

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Reg Identikit – Simone ‘simonetkd’ Cannellino

Area

Vuoi approfondire?

La nostra rubrica ‘Reg Identikit’ torna in grande stile con la storia di un torneista 24enne di Casamare di Sessa Aurunca (CE).

Il protagonista di oggi è Simone Cannellino! Abbiamo scambiato due chiacchiere con il giovane specialista MTT per scoprire qualcosa in più sul suo conto, i suoi migliori risultati online, ed analizzare in toto il suo percorso pokeristico.

Parola a ‘simonetkd’!

IPC: Come hai conosciuto il Texas Hold’em? Cosa ti ha spinto a scegliere gli MTT?

S: Mi sono avvicinato al poker all’età di 17 anni, un po’ come tutti, grazie a PokerItalia24; i contenuti proposti mi tenevano incollato allo schermo per pomeriggi interi, in particolar modo i tornei, disciplina che preferisco in assoluto! Ho sempre giocato for fun sia online che live con mio cugino Pasquale ‘ov3rthinking’ De Caprio, anche lui grinder molto preparato, e con altri players come Antonio e Mauro Tranchedone che hanno fatto del poker un lavoro già da tempo. Direi che il vero e proprio approccio serio al gioco risale a circa due anni fa!

IPC: Come è iniziato dunque il tuo percorso da poker player? Sei stato stackato?

S: Ho iniziato come auto-didatta, non ottenendo grandi risultati. Le cose sono cambiate solo un anno fa, in seguito ad un percorso di stacking e coaching con Alessandro Predaroli, giocatore fra i migliori nel panorama pokeristico italiano secondo il mio punto di vista, e al supporto del mio ‘personal coach’ Antonio Tranchedone. Terminata questa prima collaborazione, ho deciso di continuare il percorso di coaching con Antonio, mio grande amico e player davvero in gamba, ma giocando questa volta con un mio piccolo bankroll. Penso che lo studio, le review e il confronto con altri giocatori ed amici siano fondamentali per migliorare giorno dopo giorno ed eliminare errori talvolta difficili da individuare.

IPC: Quali sono stati i tuoi migliori piazzamenti? Sei soddisfatto dei risultati ottenuti?

S: Sono molto soddisfatto del mio percorso ed allo stesso tempo consapevole di poter migliorare tanto! Purtroppo non ho ancora avuto il piacere di shottare cifre enormi, ma ci sono andato molte vicino con un 4° posto al Nos ad esempio, e sbollando per ben 3 volte il final table dello stesso in 2 settimane; arriverà presto, spero! Un deal al Challenge per €3.152 ed un Master Apollo per €2.376 sono comunque tra i migliori tornei vinti fin ora. Gioco solo sul .it, anche se in futuro mi piacerebbe confrontarmi col field internazionale.


IPC: Com’è organizzata la tua sessione quotidiana?

S: Clicco generalmente dal lunedì al giovedì, dalle 21.00 a notte inoltrata (si spera). Il poker non è la mia unica attività: lavoro il pomeriggio nei supermercati di famiglia, quindi non riesco a dedicare tutta la settimana al grinding. La mia schedule? Tutti i tornei dei circuiti iPoker e People’s, mentre su PokerStars gioco abi 20 con l’aggiunta del Nos e dello Special. Cerco di tablare sempre 12x per essere abbastanza focus, ma a volte arrivo anche a quota 18x-19x.

IPC: Qual è la caratteristica del tuo essere giocatore a cui non rinunceresti mai? In cosa invece vorresti migliorare?

S: Non riesco a definire un vero e proprio punto di forza perché penso di essere un giocatore nella media, un player normalissimo. L’aspetto che devo assolutamente migliorare è quello mentale, il tilt è cosa di tutti i giorni. A tal proposito saluto tutto il gruppo de ‘I tiltati marci’, in particolare Giacomo Antonino, Vito Freda, Giovanni Passaro e la mia ragazza, che ogni tanto clicca con me per farmi compagnia! Solo grazie ai miei amici riesco a dimenticare le sessioni più catastrofiche! 😀



banner-calendario-tornei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari