Friday, Jan. 15, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 26 Ago 2020

|

 

Parla Danyel Smith, il giocatore che ha centrato l’impresa pokeristica del 2020

Parla Danyel Smith, il giocatore che ha centrato l’impresa pokeristica del 2020

Area

Vuoi approfondire?

Vincere un satellite da 33$, ritrovarsi proiettato a giocare tra i più forti player del mondo, metterli tutti alle spalle per una vittoria da oltre quattrocentomila dollari.

Una settimana fa l’irlandese Danyel Smith ha centrato quella che probabilmente già da ora è l’impresa pokeristica del 2020.

Il giocatore ha rilasciato una intervista al portale di partypoker in cui ha raccontato l’incredibile vittoria cominciando dal suo percorso pokeristico:

“Ho iniziato a giocare negli home games con gli amici durante l’ultimo anno di scuola e l’anno seguente mi sono mosso online giocando tornei da 10$ anche con rebuy sul vecchio sito di Ladbrokes. Negli ultimi anni ho giocato più sporadicamente ma durante le restrizioni per il COVID ho mosso un volume maggiore giocando tornei da 10$ a 100$ e satelliti per i grandi eventi della domenica”.

 

Quando la God-run si vede dal mattino…

Smith dice di aver avuto una bella botta di fortuna già all’inizio del torneo. Blinds 10.000-20.000 con ante 2.500, uno short stack va all-in per 9bb, il bottone reshova 24bb e Daniel decide di chiamare da grande buio con JT.

“Non ricordo esattamente la taglia di ciascun giocatore ma ricordo che se le avessi prese entrambe avrei ricevuto all’istante 3.000$. J-Ts mi sembrava una combo con una buona equity per chiamare, considerato che il giocatore che openpushava era short e che il giocatore che si è isolato da bottone avrebbe potuto avere tanti Assi deboli e coppie basse”.

Original raiser gira A7, bottone TT e Daniel incassa la doppia taglia grazie a un Jack grande come una casa che arriva al flop.

 

Il mirino del tavolo finale

Arrivato al Tavolo Finale, Daniel dice di aver preso di mira un avversario che sapeva essere un giocatore di tornei low buy-in. Joao Maureli infatti si era qualificato al torneo da 3.200$ grazie a un ticket aggiunto da partypoker al primo premio di un torneo da 22$:

“Ero in posizione su di lui ma il mio piano è andato un po’ a monte perchè Joao rispondeva molto bene postflop quando io lo tribettavo. Di fatto avevo le mani legate”.

Daniel ha poi perso un coinflip (AK<JJ) prima di trovare un raddoppio cruciale contro Artur Martirosian:

“Quando Artur ha aperto da middle position e io ho spillato K8 da small blind con uno stack di 7bb, ho pensato che dal vivo avrei messo tutto in mezzo molto spesso per non lasciar passare i bui. Così ho lanciato il dado e sono stato molto fortunato a trovare il raddoppio”. In questa mano Martirosian aveva A2 e allo showdown un K al flop ha ribaltato gli equilibri del preflop.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Il raddoppio contro Manig Loeser

Altra mano fondamentale della vittoria di Smith è il raddoppio contro Manig Loeser, che poi regolerà nel testa a testa conclusivo:

“Anche il raddoppio con A2 contro Manig è stato cruciale. Sapevo di essermi costruito una immagine abbastanza tight e per il fatto che coprivo l’ultimo giocatore ad aver chiamato, insieme al fatto che il giocatore da utg aveva aperto di frequente da early position, credevo che Manig avesse una mano marginale e non stesse facendo una trappola. Non penso che il bottone stia mai trappando qui. Sono andato all-in e ho trovato il miglior scoppio della mia carriera”. Nel video il colpo con cui Smith ha ribaltato gli equilibri del preflop:

 

La vittoria dell’heads-up

Il testa a testa contro Loeser poi non inizia benissimo per Danyel, che perde un coinflip e si ritrova con 20bb di stack.

“Con una seconda possibilità per vincere il titolo ho deciso di provare ad affrontare Manig sul serio e di giocare a poker testa a testa. Sento di aver giocato i postflop molto bene contro Manig quando eravamo deep. Quando lui si accorciava volevo giocare un poker ad alta varianza e sono andato all-in tantissime volte, cosa che ha funzionato bene”

Ma nonostante riesca a parlare del torneo con un certo distacco, Danyel ancora fatica a capacitarsi di aver trasformato 33$ in quasi 430.000$:

“Il giorno dopo ho guardato il video-replay per assicurarmi che fosse reale e che non stessi sognando! La copertura con gli streaming degli eventi WPT è una ottima cosa anche per questo”

 

Foto: partypoker

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari