Saturday, Jun. 19, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 8 Giu 2021

|

 

L’attrazione fatale per i deal di Pasquale 1paco72 Plevano, secondo al Main Event XL Spring Series

L’attrazione fatale per i deal di Pasquale 1paco72 Plevano, secondo al Main Event XL Spring Series

Area

Vuoi approfondire?

La zampata della vecchia volpe.

Domenica notte Pasquale ‘1paco72’ Plevano ha chiuso al secondo posto il Main Event XL Spring Series su 888poker incassando 12.500€ di moneta dopo aver sottoscritto un deal a quattro.

L’exploit del campano rappresenta per lui una inversione di tendenza: nonostante i successi passati, sulla room stava attraversando un periodo di bad run lunghissimo, come si può vedere dal suo grafico, in cui si apprezza la linea retta disegnata dall’argento di domenica notte.

grafico 1paco72 888poker

clicca per ingrandire

 

Ma un giocatore navigato come Plevano ha nelle sue corde accorgimenti rodati in grado di attutire l’impatto della fortuna avversa.

 

Una scelta di campo anti bad-run

Pasquale ha infatti deciso di giocare in tutte le room in cui può attutire la varianza. Cercando il suo nickname nei più conosciuti database di tornei online, lo si vede sempre affiancato da stelle color argento o oro.

“Sulla picca rossa gioco molto poco perché visti i field oceanici c’è troppa varianza, ai livelli alti il field è più preparato e inoltre non dà rakeback, mentre gli altri siti mi danno dei bonus che mi permettono di ammortizzare le perdite nei periodi di bad run. Soprattutto il 2019 è stata una annata nera ai tavoli, ho fatto meno venticinquemila e per fortuna la perdita è stata compensata dai bonus che le varie room mi hanno concesso.”

 

La mano che ha cambiato tutto

Passando al secondo posto dell’altra sera, Pasquale spiega che c’è stata una mano in particolare che gli ha messo in discesa il torneo e gli ha dato la sensazione che poteva fare bene:

“A 14-15 left ero tra i più short e mi sono ritrovato in un all-in a tre con coppia di dieci, un avversario ha girato coppia di jack e uno A-K, al flop arriva un dieci che mi porta nelle prime posizioni del chipcount. Lì ho iniziato a crederci perché la situazione del torneo si è ribaltata”.

Al testa a testa finale, invece, la sensazione è che la (s)fortuna gli abbia un po’ messo i bastoni tra le ruote:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Partivo con 17 milioni di chips contro i 5 milioni dell’avversario eppure nonostante abbia giocato per cercare di vincere non ho visto mezza carta, e quando ho visto AA e KK il mio avversario, che era uno che non si faceva affatto problemi a giocare, ha foldato entrambe le volte.”

A quel punto, però, Plevano aveva già sottoscritto…

 

Il deal “scaramantico”

A quattro left infatti i giocatori si sono accordati per rispalmare il montepremi. Per Pasquale è quasi un gesto scaramantico:

“Mi piace mettere sempre l’opzione visto che in passato mi ha portato fortuna. Certo non mi fa piacere fare deal con tante persone ma se capita mi adeguo. In questo caso lo volevano fare già quando eravamo rimasti in sei e poi in cinque, c’è stato chi ha rifiutato per me è stato meglio così perché preferisco fare deal in due o tre persone al massimo”.

L’accordo non gli ha comunque impedito di affrontare al massimo quel che restava del torneo:

“Come ogni pokerista volevo vincere anche solo per la gloria, poi dopo l’ultimo showdown ho scoperto che in realtà tremila euro erano previsti per il vincitore. Non posso recriminare niente alla mancata comunicazione perché non avrei potuto fare molto di più, comunque ho inviato una mail al supporto”.

 

Tanta voglia di live

Sull’onda dell’entusiasmo per questo bel secondo posto, Pasquale è adesso proiettato al ritorno al poker dal vivo:

“Non vedo l’ora di ritornare a giocare live, ogni anno faccio tre o quattro uscitine tra casinò europei, soprattutto a Malta e a Nova Gorica. In realtà più che per la speranza di vincere qualcosa mi piace giocare dal vivo per staccare un po’ dalla routine e conoscere gli altri giocatori. Anche se quando ho vinto qualcosa sono rimasto molto contento, vincere live ha decisamente un altro sapore. Visto che ho anche fatto la prima dose di vaccino credo che andrò a Malta a ottobre per il Poker One e a settembre a Nova Gorica per il Tana delle tigri.”

Pasquale lancia un messaggio agli amici del Club del Poker, il gruppo Facebook dedicato ai veri appassionati delle due carte:

“Se gli amici del Club del poker dovessero essere presenti a uno di questi tornei che si palesino pure perché mi farebbe piacere conoscerli. Vado a giocare dal vivo soprattutto per fare nuove amicizie, alla fine ci accomuna la passione per il gioco ed è bello condividerla insieme”.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari