Sunday, Mar. 24, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 22 Lug 2011

|

 

Cristiano Mario Sabbatini ci parla del suo nuovo libro: Poker’s Fuzzy Logic

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Cristiano Mario Sabbatini ci parla del suo nuovo libro: Poker’s Fuzzy Logic

Area

Vuoi approfondire?

In seguito alla recente news con la quale la Boogaloo Publishing ha annunciato l’uscita a breve del suo nuovo libro Poker’s Fuzzy Logic, Italia Poker Club ha posto all’autore Cristiano Mario Sabbatini alcune domande sulla sua ultima fatica editoriale e sulla situazione del Poker On-Line in generale.

Ciao Cristiano è un piacere. A nemmeno un anno di distanza dal primo libro (Mixed Mindset) pubblicato per la Boogaloo, eccoci a parlare del secondo, quali sono le motivazioni e gli stimoli per una cosi intensa collaborazione con la Casa Editrice?

Salve. Credo soprattutto l’adesione incondizionata al concetto così caro a Giulio Ravagni (l’Editore) per una, come dice lui ‘moquettizzazione culturale’ del Poker in Italia.  Fin dal nostro primo incontro a Roma, questa è la cosa che più mi destò l’interesse relativamente alle sue vedute editoriali e penso sia questo il motivo principale di un connubio finora così prolifico tra me e la Boogaloo.

Quale è l’argomento principale di questo tuo nuovo lavoro?

Come tutto ciò che produco a livello di testi, anche Poker’s Fuzzy Logic, può definirsi senz’altro una parte del mio diario di bordo. C’è una perfetta simmetria tra le cose che scrivo e la mia attività quotidiana on-line relativa al Poker in senso lato, alla quale dedico tuttora dalle 8 alle 10 ore giornaliere. In particolare questo ultimo lavoro, è il resoconto della sperimentazione effettuata  on-line relativamente all’adattamento dei principi della cosiddetta Logica Fuzzy (Logica Sfumata) ad una precisa ambientazione di gioco come quella dell’Omaha/8 FL nella modalità Heads-Up Cash Game.

E’ un testo quindi per specialisti?

Per specialisti, addetti ai lavori e non solo. I capitoli propedeutici ai concetti più avanzati, i commenti tecnici fatti alle Hand Histories e tutto quello che, oltre all’argomento principale di un ‘diario di bordo’ che si rispetti, correda il resto del libro, dalle ‘Prospettive del Poker On-Line e Live in Italia’, al tentativo di realizzare un restyling tecnico del Texas Hold’em, fanno di Poker’s Fuzzy Logic, così come di Mixed Mindset, anche un libro per tutti gli appassionati in genere del Poker.

A proposito di prospettive e futuro del Poker in Italia, puoi anticiparci qualcosa di ciò che pensi sull’argomento?

Ovviamente non posso entrare troppo nel merito di ciò che è uno dei contenuti del libro, però vorrei dire che questo momento di instabilità evidenziato dal calo di raccolta negli ultimi due mesi, da una normativa seria per il live che ancora non esiste e da tutta una serie di nodi irrisolti che prima o poi bisognerà affrontare adeguatamente, può essere anche un’occasione di svolta e di crescita, a patto che si abbia la volontà e la competenza di capire che da una crescita culturale del movimento pokeristico nel suo insieme, abbiamo da guadagnare tutti e tutti vi dobbiamo in qualche modo contribuire per quello che possiamo.

L’aumento dei buy-in a 250euro e soprattutto l’avvento del Cash Game ti porteranno ad aumentare la tua presenza sulle .it?

Attualmente sulle .it, mi limito a partecipare agli eventi on-line più importanti di stagione come le SCOOP e le ICOOP su PokerStars.it e quelli che potrebbero essere offerti con le stesse caratteristiche su altre piattaforme .it, nelle varianti che prediligo e non credo che l’aumento a 250euro di buy-in possa modificare questa mia scelta, la quale invece, spero di poter rivedere con l’avvento del Cash Game in funzione però di come verrà gestito ed offerto per quanto riguarda la rakeback e la tassazione alla fonte ed anche in funzione delle possibilità di traffico che ci saranno nel mio main game che rimane l’Omaha/8 FL e PL.

Sarei il giocatore più contento del mondo, se vi fossero le condizioni tali, per passare una parte più importante delle mie tantissime ore giornaliere dedicate al Poker sulle piattaforme di casa nostra e spero che prima o poi ciò possa accadere, così come possa farsi più vicina la possibilità di poter competere a livello almeno europeo da queste stesse piattaforme. Mi piace sempre pensare al meglio…e lavorarci sopra anche duramente per concretizzarlo.

E per quanto riguarda la situazione nelle varianti?

Penso che anche grazie all’impegno didattico di tanti players italiani di livello, il mondo delle varianti nel nostro paese ed in particolare quello dell’Omaha, sia destinato a crescere e ad essere il punto di riferimento per la fascia più esigente degli appassionati di Poker.

Con questo invito all’ottimismo ti ringraziamo per la disponibilità e le risposte date e ti saluto con affetto.

Ringrazio io Italia Poker Club e tutto il suo Staff, in primis Mamma51, per lo spazio che mi avete dato. Un saluto a voi.

Il libro è disponibile su Boogaloo Publishing

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari