Thursday, Dec. 5, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 22 Gen 2012

|

 

Visdiabuli, che crollo su Sharkscope!

Visdiabuli, che crollo su Sharkscope!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Massimiliano “Visdiabuli” Martinez, il Loose Cannon che ha rappresentato l’Italia al Big Game di PokerStars, ha appena pubblicato su Facebook un “collage” di grafici di Sharkscope che mostrano una clamorosa bad run nelle discipline SNG e MTT. E come si combatte una tale run? Con precise regole di Bankroll Management, argomento sul quale Vis non transige: leggiamo insieme i suoi consigli!

Nel poker purtroppo la componente della fortuna è fondamentale, soprattutto all’inizio del gioco. Quando iniziai a giocare provando seriamente e per puro profitto nel dicembre 2008, partii rollato circa 80x per i SNG da 14€. Da allora tutti i level up che ho effettuato sono stati molto conservativi e mai inferiori ai 250x.

Consiglio, per chi comincia dal basso, di aggredire maggiormente agli inizi, dato che andare broke ai micro per ripartire non è né traumatico né distruttivo: penso che se si vuole provare seriamente a giocare a poker, un miniroll lo si può comunque ritrovare con qualche sacrificio. Consiglio invece di essere maggiormente conservativo a livelli più alti per chi gioca MTT. Direi che bisogna avere almeno 250 buy-in per giocare a livelli superiori ai tornei da 30-50€ ma, in assoluto, direi che per sentirsi abbastanza sicuri, calcolando anche che nel downswing si può peggiorare nel proprio gioco, bisogna avere 500x circa.

Massimiliano “Visdiabuli” Martinez

Per il Cash Game non posso dare consigli: ho giocato davvero poco, dato che negli ultimi tempi ho fatto molti tornei Live e mi sono riposato spesso nei momenti di pausa a casa. Ho una stima approssimativa di quanto ho giocato, ma in realtà non so dirtelo con precisione.

Nei tornei live ho cashato circa 200.000€, ma onestamente neanche lì so di preciso quanto ho speso in buy-in. In ogni caso la gente pensa spesso che uno guadagni molto di più, in quanto non sa realmente quanti tornei faccia un giocatore. Comunque, overall tra tutto il mondo poker, il 2011 posso tranquillamente definirlo un anno in cui ho fatto profit col segno positivo.

Riguardo il tilt dovuto a questa bad run, ormai l’ho quasi superato a livello di gioco. Difficilmente, quasi mai, le mie scelte sono influenzate dal tilt. Ho smesso anche di lamentarmi su Facebook (anche se forse, guardando chi sono i top whiners, whinare fa bene….auhauhuaha). Mi è rimasto solo lo sfogo verbale, nel senso che quando sono in compagnia mi lamento spesso se perdo, ma in realtà è più uno sfogo da condivisione, tanto che quando sono da solo (quindi nessuno potrà confermare!) non mi lamento nemmeno e non faccio nulla, anzi continuo a giocare senza problemi.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari