Monday, Jun. 17, 2019

Scritto da:

|

il 5 Nov 2010

|

 

Filippo Candio ci spiega il suo push con 5-7 contro Cheong: “Con questo fake tell Cheong mi ha ingannato”

Area

LAS VEGAS – Che cosa sarà passato nella testa di Filippo Candio quando, in pieno day8 del Main Event Wsop, aveva rischiato di compromettere tutta la sua avventura con quel 5-7 di picche che su flop 5-6-6 è finito ai resti contro A-A di Joseph Cheong?

Ce lo siamo chiesti in tanti, dopo aver terminato di gioire sguaiatamente per la scala runner runner che ha ridato vita alle speranze del player sardo che domani si giocherà il tavolo finale del Main Wsop. A meno di 60 ore dall’ora della verità, ce lo spiega lo stesso Filippo riguardando assieme a noi la registrazione di quella mano nella sua stanza di hotel al Venetian.




httpv://www.youtube.com/watch?v=wDqtZJ3E66A




Meno male che Filippo Candio, qualche settimana dopo essere diventato November Nine, ci aveva raccontato “di non essere più di tanto interessato a guardare le registrazioni del torneo perché tanto al final table troverò avversari molto cambiati rispetto a quelli che avevo davanti a luglio”.

In realtà, Pippo, non ha perso manco un fotogramma di quelli trasmessi dalla Espn in queste settimane. Sentitelo analizzare uno dei colpi più sorprendenti del day8, quello rifilato in piena bolla da Soi Nguyen a Jason Senti in semibluff con K-Q di quadri su un board che al flop si presenta jack high con due quadri e che al turn mette un altro fante nero con il push di Nguyen a far passare le due donne a Senti.



httpv://www.youtube.com/watch?v=EAJUfRA_7nA



Rudy Gaddo

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari