Saturday, Dec. 4, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 23 Apr 2021

|

 

PartyPoker Live Sochi 2020: Ivey vs Greenwood, un cooler senza scampo VIDEO

PartyPoker Live Sochi 2020: Ivey vs Greenwood, un cooler senza scampo VIDEO

Area

Vuoi approfondire?

Evitare un cooler, talvolta, è complicato anche per i top pro del poker. Sembrano esserci dinamiche a cui appare impossibile sottrarsi, veri e propri colpi scritti; tuttavia, a volte, a mente fredda ci si chiede se effettivamente anche noi saremmo caduti nella trappola.

Andiamo pertanto a vedere cosa sia successo tra Sam Greenwood e Phil Ivey a Sochi, ad una rassegna torneistica targata PartyPoker l’11 marzo 2020.

Cooler o meno?

E’ l’11 marzo del 2020, e si sta disputando uno degli ultimi tornei live al mondo , prima dell’inizio della crisi covid che ancora ci tiene prigionieri.

Siamo a Sochi, in Russia, ed è in corso il PartyPoker Live 51.000$ No Limit Short Deck, torneo di poker a “mazzo ridotto”, nel quale ci sono tre giocatori rimasti su cinquanta partecipanti.

Il prossimo ad uscire incasserà 350 mila dollari, contro i 525 del secondo e gli 800 mila del primo.

In questa mano, i bui sono 60k/120k e Phil Ivey si trova sullo small blind con uno stack di 7,1 milioni . Ivey spilla A A e chiama.

Dal grande buio Sam Greenwood, con uno stack di 4,3 milioni, trova K 8 e chiama.

Flop:

A 8 Q

Ivey bet 200.000 , Greenwood chiama.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Turn:

A

Doppio check

River:

J

Ivey bet 400.000 , Greenwood raise 1.950.000. A questo punto Ivey ci pensa su e poi va all-in, Greenwood chiama istantaneamente ed esce in terza posizione.

Premesso che le dinamiche dello short deck sono diverse rispetto a quelle di un mazzo normale (e che in questa variante il colore batte il full), il cooler che si genera in questa mano sembra imparabile.

Tuttavia, molti si sono chiesti se, con il board accoppiato, sia davvero impossibile anche solo pensare di passare il colore nuts da parte di Greenwood, che sull’all-in di Ivey aveva ancora circa 18 BB. E’ evidentemente che la compromissione nel piatto era elevata da parte di Greenwood, anche se in effetti qui il poker sembra essere l’unica mano in grado di batterlo.

Al posto del canadese, avreste fatto qualcosa di diverso, magari nel corso della mano? Poteva sperare di uscirne indenne strada facendo?

E’ effettivamente un colpo imparabile secondo voi?

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari